Valutazione degli occhi di Star Health di circa ₹50K crore in IPO Leave a comment


MUMBAI : Star Health and Allied Insurance Co. Ltd punta a una valutazione rialzista di circa ?50.000 crore per la sua imminente vendita di azioni iniziale nella speranza che gli investitori scommettano sulle sue prospettive di crescita future in mezzo a un impeto indotto dal covid nella domanda di assicurazione sanitaria.

La valutazione è in forte aumento dal 2018 quando la società di private equity Westbridge Capital e Rare Enterprises dell’investitore miliardario Rakesh Jhunjunwala hanno acquistato congiuntamente una quota del 90% nella società per ?6.000 crore.

Fondata nel 2006 come primo fornitore autonomo di assicurazioni sanitarie in India, Star Health fornisce assicurazioni sanitarie, infortuni personali e viaggi all’estero. L’offerta pubblica iniziale (IPO) dovrebbe aprirsi il 30 novembre e chiudersi il 2 dicembre.

La debole quotazione pubblica di Paytm ha causato un tumulto sui social media sui prezzi dell’IPO e sulle valutazioni delle società poiché le azioni della società di servizi finanziari sono crollate di quasi il 37% nei primi due giorni di quotazione.

Star Health, tuttavia, ritiene che i nuovi investitori troveranno la valutazione “molto comoda” date le prospettive di crescita della società, il suo modello di business e la posizione di mercato.

“La valutazione è stata ottenuta esaminando scientificamente vari fattori. Sicuramente crediamo che questa valutazione sarà molto comoda anche per i nuovi investitori. Ma siamo più concentrati sulla crescita a lungo termine e crediamo che saremo in grado di fornire risultati a lungo termine”, ha affermato Anand Roy, amministratore delegato di Star Health in un’intervista.

“La nostra attività è completamente diversa. È tutto costruito su solidi fondamentali e su una solida crescita. La nostra performance è stata analizzata da un buon numero di banchieri e analisti d’investimento e abbiamo avuto vari livelli di discussioni con oltre 150 investitori durante il roadshow e su un corretto confronto e benchmarking con altri operatori quotati nel mercato siamo arrivati ​​a questa valutazione, ” ha affermato S. Prakash, amministratore delegato di Star Health.

L’assicuratore ha fissato una fascia di prezzo di ?870-900 una quota per l’IPO. La vendita di azioni comprende un nuovo valore di emissione ?2.000 crore e una vendita secondaria di 58,32 milioni di azioni da parte degli azionisti esistenti.

Lo slancio negli affari visto a causa delle politiche legate al covid ha iniziato a diminuire, ma la società sta vedendo nuove opportunità che si aspetta guideranno una forte crescita nel medio termine, secondo la società.

“La nostra attività continua a crescere vicino al 27% su base annua (a/a). Le polizze specifiche per il covid, che erano molto richieste lo scorso anno finanziario, quest’anno non ci sono. In questa misura, c’è stata una crescita contenuta dell’iper domanda che si è verificata lo scorso anno”, ha affermato Roy.

“Tuttavia, stiamo anche assistendo a nuove aree di crescita. Ad esempio, nella fascia di età più giovane, stiamo assistendo a una forte domanda proveniente dai mercati semiurbani e rurali. Queste sono nuove aree che si sono aperte per noi e siamo pronti a catturare questi segmenti di domanda, su cui stiamo lavorando in modo molto aggressivo”, ha aggiunto.

Star Health prevede di mantenere tassi di crescita superiori al settore, sulla scia dei venti favorevoli per il settore assicurativo a seguito della pandemia.

“La penetrazione dell’assicurazione sanitaria è molto bassa in India e questa pandemia ha aperto i pensieri di tutti sull’avere una copertura assicurativa sanitaria propria. Penso che siamo ben posizionati per cogliere questa opportunità. Dato questo scenario, dovremmo essere in grado di mantenere il nostro tasso di crescita superiore a quello del settore anche nel medio termine”, ha affermato Roy. La società sta continuando a raddoppiare il suo segmento di vendita al dettaglio principale e prevede anche di aumentare la sua crescita espandendo la sua rete di distribuzione. .

“Espandiamo i nostri canali di distribuzione. Siamo un po’ indietro rispetto agli altri per quanto riguarda la bancassicurazione. Quindi, ci concentreremo sul miglioramento della nostra distribuzione di bancassicurazione, della nostra distribuzione digitale sui nostri siti Web e sulle partnership con le società fintech. Queste sono le aree che stiamo esaminando in modo molto aggressivo, a parte l’attività di agenzia che rimane il pilastro del nostro modello di business”, ha affermato Roy.

Iscriviti a Newsletter alla menta

* Inserisci un’email valida

* Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter.

Non perdere mai una storia! Rimani connesso e informato con Mint.
Scarica
la nostra App ora!!



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.