Va. Salute: salta i viaggi non necessari che significa test COVID Leave a comment


Un alto funzionario sanitario della Virginia afferma che i casi di COVID-19 stanno mettendo a dura prova i sistemi sanitari e di test e che le persone che cercano test prima del viaggio potrebbero voler riconsiderare i loro piani.

Il Dipartimento della Sanità della Virginia è tra coloro che attendono con impazienza i dettagli su come il governo federale intende distribuire centinaia di milioni di test rapidi dell’antigene COVID-19 direttamente alle famiglie in America.

“Stiamo ottenendo maggiori informazioni su questo, si spera, molto presto”, ha affermato la dott.ssa Laurie Forlano, vicedirettore dell’Ufficio di epidemiologia del Dipartimento della sanità della Virginia.



I test antigenici rapidi a domicilio scarseggiano. Vengono distribuiti non appena diventano disponibili e Forlano suggerisce alle persone interessate ai test fissare un appuntamento per un test PCR più facilmente disponibile che fornisce risultati di laboratorio in pochi giorni.

Martedì, durante un briefing con i media, Forlano ha affermato che i casi di COVID-19 dovuti alla variante altamente trasmissibile dell’omicron stanno mettendo a dura prova i sistemi sanitari e di test e che le persone che cercano test prima del viaggio potrebbero voler riconsiderare i loro piani.

“Considera la criticità di quel tipo di test e se altre opzioni potrebbero essere possibili”, ha detto.

“In questo periodo di altissima trasmissione comunitaria, ad esempio, se sei una persona asintomatica o non esposta, è possibile posticipare quel viaggio non essenziale o posticipare l’incontro con altre persone che potrebbero essere più vulnerabili? a malattie gravi o ricoveri ospedalieri, eccetera?” chiese retoricamente Forlano.

Programmi da test a soggiorno

Fornire un aggiornamento sulle intenzioni di lanciare a programma pilota test-to-stay in alcune scuole del Commonwealth, Forlano ha detto che potrebbero volerci altri sette o dieci giorni a causa della tempesta di neve.

Il test-to-stay prevede la tracciabilità dei contatti e test ripetuti per consentire ai bambini con potenziale esposizione al COVID-19 all’interno delle loro scuole di frequentare le lezioni durante quello che sarebbe stato il loro periodo di quarantena a casa.

Un certo numero di sistemi scolastici della Virginia del Nord è interessato.

Contea di Fairfax e Le scuole pubbliche della contea di Prince William sono state accettate nel programma pilota.

Le scuole pubbliche della contea di Loudoun hanno dichiarato in una e-mail che implementeranno test-to-stay se il programma si dimostrerà efficace.

Le scuole pubbliche della contea di Montgomery nel Maryland hanno attualmente in corso un programma pilota di test per la permanenza.

“Ci sono due cose da capire. In MCPS, secondo le linee guida sanitarie, attualmente possiamo utilizzare il test-to-stay per i contatti stretti identificati come esposti durante il mangiare o bere senza maschera (pranzo). Inoltre, c’è un componente del personale per supervisionare e gestire i bambini quando arrivano a scuola fino a quando non hanno fatto il test”, ha detto il portavoce Chris Cram in una e-mail al WTOP.

Lo ha annunciato il vicedirettore amministrativo della contea, Earl Stoddard intenzioni di espandere notevolmente il test-to-stay con il ritorno degli studenti nelle aule questo mese.

Scott Gelman e Kate Ryan di WTOP hanno contribuito a questo rapporto.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *