UNFPA riceve un nuovo sostegno di 7 milioni di dollari dalla Svezia per la salute riproduttiva in Sud Sudan – Sud Sudan Leave a comment


Juba, Sud Sudan – L’UNFPA, il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione e il governo svedese hanno firmato un finanziamento aggiuntivo di 60 milioni di corone svedesi (circa 7 milioni di dollari USA) per potenziare la fornitura di servizi integrati di salute sessuale e riproduttiva nel paese.

Il contributo si aggiunge ai 13 milioni di dollari firmati nel 2019 per sostenere l’attuazione del 3° Programma Paese dell’UNFPA in Sud Sudan per un periodo di tre anni (2019-2021). Il nuovo finanziamento durerà fino a dicembre 2022.

Il rappresentante nazionale ad interim dell’UNFPA, il dott. Chris Oyeyipo, ha riconosciuto il sostegno del governo svedese al miglioramento dell’accesso all’assistenza materna e neonatale, alla pianificazione familiare, ai servizi sanitari per i giovani e alla prevenzione e risposta alla violenza di genere in Sud Sudan. I nuovi fondi sosterranno anche la risposta umanitaria e il completamento dell’indagine sulla stima della popolazione.

Il sig. Joachim Waern, capo missione dell’ambasciata di Svezia in Sud Sudan, ha affermato che il nuovo finanziamento mira a rafforzare il sistema sanitario nazionale e i programmi di salute sessuale e riproduttiva. “Aiuterà anche a migliorare la capacità dei giovani di pianificare la propria vita attraverso la pianificazione familiare, promuovere l’emancipazione delle donne e l’uguaglianza di genere e prevenire i matrimoni precoci”.

Il Sud Sudan rimane nella morsa di una crisi umanitaria nonostante la firma dell’accordo di pace rivitalizzato nel settembre 2018. I suoi indicatori di salute riproduttiva sono tra i peggiori al mondo, compreso il tasso di mortalità materna a 1.150 morti ogni 100.000 nati vivi (ONU, Banca Mondiale stime, 2017); tasso di natalità adolescenziale a 158 per 1.000 nati vivi; basso uso di contraccettivi al 4,5 per cento per tutti i metodi (con solo l’1,7 per cento per i metodi moderni); e il 30 per cento delle infezioni da HIV tra i giovani tra i 15 ei 24 anni.

La Svezia è un partner importante per il progetto di ostetricia dell’UNFPA in Sud Sudan dal 2013. Il progetto di rafforzamento dei servizi di ostetricia ha contribuito al miglioramento della salute materna attraverso la formazione e l’impiego di ostetriche e altri professionisti sanitari, dotando le strutture sanitarie e rafforzando l’ostetricia e l’assistenza infermieristica politiche nel Paese. Il progetto è stato determinante per aumentare il numero di ostetriche qualificate da meno di 10 all’indipendenza del paese nel 2011 a più di 900 oggi.
(Fine)



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.