Trovare la prossima generazione di trattamenti e approcci per la salute mentale Leave a comment


Esistono molti approcci che fanno la differenza nella prevenzione, nel trattamento e nella gestione dell’ansia e della depressione nei giovani (14-24) in tutto il mondo. Tuttavia, ciò che sappiamo su cosa funziona, per chi, in quali contesti e perché è limitato. Esiste poco consenso nel campo della salute mentale su ciò che rende efficace un approccio. Vogliamo cambiare questo.

Dal 2020 abbiamo incaricato team di ricerca di tutto il mondo di esaminare le prove di diversi approcci che si ritiene aiutino a prevenire, trattare e gestire l’ansia e la depressione nei giovani di 14-24 anni.

Ci riferiamo agli approcci che fanno la differenza come ‘ingredienti attivi’. Questi ingredienti attivi sono gli elementi costitutivi di ciò che è più probabile che faccia la differenza nella prevenzione o nell’affrontare l’ansia e la depressione giovanile. Sono vari e connessi, e abbracciano approcci biologici, cognitivi, relazionali e sociali.

Ad esempio, sappiamo che aumentare la connessione sociale può aiutare coloro che soffrono di depressione. Tuttavia, mancano prove sul modo migliore per aumentare la connessione sociale e su come questa possa variare per persone diverse in contesti culturali diversi. Stiamo anche solo iniziando a capire perché la connessione sociale esercita i suoi effetti positivi (ad esempio attraverso effetti sui processi di pensiero, o attraverso cambiamenti a livello neurobiologico). Comprendere questi fattori ci aiuterà a sviluppare modi migliori per prevenire o intervenire nella depressione.

Finora abbiamo finanziato la ricerca su più di 40 ingredienti attivi che abbiamo raggruppato in sei temi. Sebbene non rappresentino un elenco esaustivo di tutti i possibili principi attivi, le revisioni commissionate ci offrono una panoramica dello stato della scienza.

Un rapporto riassuntivo di questa ricerca è disponibile per il download.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.