Suncity chiude le sue sale da gioco VIP di Macao dopo l’arresto del CEO -fonti Leave a comment


HONG KONG, 1 dicembre (Reuters) – Il gruppo di gioco d’azzardo in difficoltà Suncity Group Holdings (1383.HK) ha chiuso tutte le sue sale da gioco VIP a Macao, il più grande centro di gioco d’azzardo del mondo, dopo l’arresto del CEO della società, hanno riferito a Reuters due fonti con conoscenza diretta della situazione.

La chiusura delle sale VIP dell’azienda comporterà un taglio di circa un terzo del suo organico a Macao, ha affermato una delle fonti, un dirigente senior del casinò che ha rifiutato di essere identificato poiché la chiusura non è stata annunciata pubblicamente.

Suncity Group non ha risposto a una richiesta di commento. Le sue azioni sono state sospese dal commercio mercoledì, la seconda volta in tre giorni, in attesa di quello che si dice fosse il rilascio di un annuncio relativo alla sua attività VIP.

Registrati ora per l’accesso illimitato GRATUITO a reuters.com

La notizia arriva nel corso di un’ampia indagine sul CEO di Suncity Alvin Chau, che è stato arrestato domenica per presunti collegamenti con il gioco d’azzardo transfrontaliero e il riciclaggio di denaro. Chau è anche il fondatore del più grande operatore di junket di Macao che porta i grandi scommettitori a giocare nei casinò. Per saperne di più

Segnando uno sviluppo spartiacque per il settore, le autorità stanno adottando un approccio di tolleranza zero alla promozione del gioco d’azzardo nella Cina continentale, dove è illegale e stanno cercando di frenare il flusso di fondi cinesi legati al gioco d’azzardo verso Macao e altri centri di gioco – deflussi che la Cina lo scorso anno ha ritenuto un rischio per la sicurezza nazionale.

La chiusura delle sale da gioco di Suncity ha solo esacerbato il dolore per i titoli dei casinò quotati a Macao, che sono crollati questa settimana a causa della prevista perdita di affari dall’attività di junket di Chau, che si stima rappresenti circa un quarto delle entrate di gioco di Macao.

Azioni di Wynn Macau Ltd (1128.HK), che secondo gli analisti è l’operatore di casinò più dipendente dalle sale da gioco di Suncity, è stato particolarmente colpito, scendendo dell’8% mercoledì per portare le perdite di questa settimana al 18%.

Rifiuti per la società madre statunitense Wynn Resorts Ltd (WYNN.O) sono stati più miti con le sue azioni che sono diminuite del 5% rispetto a lunedì e martedì.

Fuori Macao, Bloomberry Resorts Corp (BLOOM.PS), una popolare destinazione di casinò per i giocatori d’azzardo cinesi nelle Filippine, è crollato del 10% mercoledì.

Le autorità di Macao hanno accusato Chau e altri 10 di aver utilizzato l’ex colonia portoghese come base per una “piattaforma di scommesse web dal vivo” illegale nelle Filippine che ha attratto i giocatori d’azzardo della Cina continentale.

Un logo dell’operatore di junket di Macao Suncity Group è visto in una fiera del gioco a Macao, in Cina, il 18 novembre 2015. REUTERS/Bobby Yip/File Photo

Venerdì è stato emesso anche un mandato di arresto per Chau dalla città cinese di Wenzhou, accusandolo di formare una rete di agenti di junket che aiuta i cittadini a impegnarsi in attività di gioco d’azzardo e di creare una società che aiuta i giocatori d’azzardo a effettuare trasferimenti di fondi transfrontalieri.

“La scritta era già sul muro. Ma a Macao non è stato fatto nulla fino a quando la polizia di Wenzhou non ne ha parlato”, ha detto l’esecutivo.

Sebbene le operazioni di junket di Chau, chiamate anche Suncity, non facciano parte del Suncity Group quotato, in precedenza sono state individuate dai media statali della Cina continentale, che hanno affermato di aver danneggiato l’ordine sociale della Cina.

Un articolo del 2019 dell’Economic Information Daily, un’unità dell’agenzia di stampa statale cinese Xinhua, affermava che l’importo annuale delle scommesse online sui siti Web gestiti da Suncity era superiore a 1 trilione di yuan (155 miliardi di dollari). Anche Suncity non ha risposto a una richiesta di commento su tale stima.

Una delle fonti ha detto a Reuters che Suncity gestiva sale VIP in proprietà di proprietà di tutti e sei gli operatori di casinò autorizzati di Macao – Wynn Macau, Sands China (1928.HK), MGM Cina (2282.HK), SJM Holdings (0880.HK), Melco Resorts e Galaxy Entertainment (0027.HK).

Nel 2019, Suncity ha gestito fino a 17 sale da gioco VIP a Macao e ha rappresentato quasi la metà del mercato VIP del centro di gioco d’azzardo, ha aggiunto il dirigente.

Melco Resorts ha dichiarato in una e-mail a Reuters che Suncity ha cessato le operazioni nei suoi resort City of Dreams e Studio City.

Wynn ha detto in una dichiarazione che le sale junket di Suncity a Wynn Macau e Wynn Palace hanno sospeso le operazioni a mezzanotte del 1° dicembre.

Gli altri quattro operatori di casinò non hanno risposto alle richieste di commento.

Suncity Group ha dichiarato questa settimana che Chau intendeva dimettersi. I tentativi di Reuters di contattare Chau o il suo avvocato non hanno avuto successo. Martedì le azioni di Suncity Group sono crollate del 48% a un minimo record, valutandole a 880 milioni di dollari di Hong Kong (113 milioni di dollari).

Registrati ora per l’accesso illimitato GRATUITO a reuters.com

Reportage di Farah Master e Eduardo Baptista; Segnalazioni aggiuntive di Donny Kwok, Anne Marie Roantree e Twinnie Siu; Montaggio di Edwina Gibbs

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.