Southern Health continua a guidare gli aumenti di COVID-19 poiché Manitoba registra 342 casi in 3 giorni, 2 decessi Leave a comment


Altri due decessi e 342 nuovi casi di COVID-19 sono emersi in Manitoba negli ultimi tre giorni e la regione con il tasso di vaccinazione più basso continua ad avere una quota sproporzionata degli impatti che il coronavirus sta avendo nella provincia.

Dall’ultimo aggiornamento del governo di venerdì, la positività al test provinciale è balzata al 4,6% dal 3,9% e il tasso di Winnipeg è salito all’1,6% da 1,1 per cento.

I tassi sono aumentati e rimangono i più alti nella regione della sanità meridionale, dove la positività al test è salita al 14,2 per cento dall’11,7 per cento di venerdì, secondo i dati provinciali interni trapelati alla CBC. La regione ha il tasso di vaccinazione più basso del Manitoba e un numero sproporzionato di ultimi casi e ricoveri.

La positività al test è aumentata anche nella regione sanitaria di Interlake-Eastern, al 4,1% dall’1,5% di venerdì. I tassi sono scesi nella Northern Health Region, al 7,9 per cento dal 10,8 per cento di venerdì, e nella Prairie Mountain Health, al 4,1 per cento dal 5,5 per cento.

Il numero di persone in ospedale a causa di COVID-19 è salito a 98 lunedì da 85 a venerdì, di cui 44 da Southern Health. Il numero di pazienti nelle unità di terapia intensiva rimane a 25, con 12 di questi pazienti della Southern Health.

I due decessi sono un uomo di 70 anni della regione di Prairie Mountain Health, collegato a un focolaio presso la Benito Personal Care Home, e una donna di 70 anni della regione della salute del nord.

Venerdì sono stati segnalati due decessi sul dashboard provinciale COVID-19, ma al momento non sono state fornite altre informazioni sull’età, il sesso o la regione di origine di tali individui. Lunedì, la provincia ha detto che entrambi – una donna e un uomo, entrambi sulla sessantina – provengono dalla Southern Health.

Quasi la metà da sud

Dei 342 casi segnalati negli ultimi tre giorni, 97 sono stati identificati sabato, 149 domenica e 96 lunedì.

Dei casi di lunedì, 45 provengono da Southern Health e 37 di questi erano in persone che non sono completamente vaccinate.

La regione, che ha poco più del 15% della popolazione provinciale, ha la più bassa diffusione del vaccino in Manitoba con un margine considerevole: il 68% delle persone ammissibili nel Southern Health sono vaccinate. Questo è paragonato a poco meno dell’82% a Prairie Mountain Health, la regione con i tassi più bassi successivi, secondo il cruscotto provinciale dei vaccini.

Gli altri casi segnalati lunedì includono 22 casi nella regione sanitaria di Winnipeg, di cui 15 in persone che non erano completamente vaccinate.

Ci sono 13 nuovi casi nella regione sanitaria di Interlake-Eastern, di cui 10 in persone che non sono state completamente vaccinate.

E ci sono otto nuovi casi ciascuno nelle regioni Northern Health e Prairie Mountain Health; tre della Northern Health e cinque della Prairie Mountain Health non erano completamente vaccinate.

La provincia afferma che il 63% dei 1.273 casi attivi nella provincia riguarda persone che non hanno ricevuto una singola dose di vaccino. Le persone non vaccinate costituiscono anche il 70% dei pazienti con infezioni attive in ospedale e l’85% con infezioni attive in terapia intensiva.

La provincia ha anche dichiarato un focolaio tra una classe 11-12 all’École Régionale Notre-Dame, a circa 110 chilometri a ovest di Winnipeg a Notre-Dame-de-Lourdes. Gli studenti non vaccinati si stanno autoisolando, ha affermato la provincia, e la scuola si è spostata al livello ristretto, o arancione, del sistema di risposta alla pandemia del Manitoba.

Finora, almeno 1.248 Manitoban sono morti di COVID-19 e 61.167 si sono ripresi, ha riferito la provincia.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *