Settimana avanti in salute: 8 novembre 2021 Leave a comment


Ecco alcuni eventi di interesse per la comunità del diritto sanitario questa settimana. Tutti gli orari sono locali se non diversamente indicato.

lunedì 8 novembre

8:30 – Il secondo processo Bellwether dovrebbe iniziare davanti al giudice distrettuale degli Stati Uniti Jane Triche Milazzo a New Orleans nel contenzioso multidistrettuale sul farmaco chemioterapico di Sanofi Taxotere. La querelante Elizabeth Kahn, come altri querelanti nel caso, sostiene che il farmaco le ha causato la perdita permanente dei capelli. Nel settembre 2019, una giuria federale si è trovata a favore di Sanofi nel primo processo del caso.

Il caso è In re Taxotere (Docetaxel) Contenzioso per responsabilità sui prodotti, Corte distrettuale degli Stati Uniti per il distretto orientale della Louisiana, n. 16-md-02740. Per Kahn e altri querelanti: Chris Coffin di Pendley, Baudin & Coffin; Karen Menzies del Gibbs Law Group; M. Palmer Lambert di Gainsburgh Benjamin David Meunier & Warshauer; e Dawn Barrios di Barrios Kingsdorf & Casteix. Per Sanofi: Adrienne Byard di Shook, Hardy & Bacon; e Douglas Moore di Irwin Fritchie Urquhart & Moore.

9:30 – Il giudice distrettuale americano Richard Andrews nel Delaware terrà un processo di una settimana sulle affermazioni di Genentech secondo cui i generici proposti da Apotex e Sandoz del suo farmaco per la malattia polmonare Esbriet violano i suoi brevetti. Apotex e Sandoz intenzione di litigare che non violano e che parti dei brevetti non sono valide.

Il caso è Genentech Inc v. Apotex Inc, US District Court for the District of Delaware, No. 1:19-cv-00078. Per Genentech: Mark Waddell e Alexandra Cavazos di Loeb & Loeb, Jack Blumenfeld di Morris Nichols Arsht & Tunnell. Per Apotex: John Phillips e Megan Haney di Phillips McLaughlin & Hall. Per Sandoz: Stephen Brauerman e Sarah Andrade di Bayard.

mercoledì 10 novembre

14:00 – Il giudice del magistrato statunitense Bruce Reinhart a West Palm Beach, in Florida, terrà un’udienza tramite Zoom su un movimento da Sanofi, Pfizer, GlaxoSmithKline e Boehringer Ingelheim per costringere i querelanti in un contenzioso multifistre sul farmaco Zantac per il bruciore di stomaco ritirato a produrre scoperte, inclusi account di posta elettronica e social media. I querelanti sostengono che il farmaco, che è stato venduto da tutte e quattro le società, aumenta il rischio di cancro.

Il caso è In re Zantac (ranitidine) Contenzioso per responsabilità sui prodotti, Corte distrettuale degli Stati Uniti per il distretto meridionale della Florida, n. 9:20-md-02924. Per i ricorrenti: Tracy Finken di Anapol Weiss; Robert Gilbert di Kopelowitz Ostrow Ferguson Weiselberg Gilbert; Michael McGlamry di Papa McGlamry; e Adam Pulaski di Pulaski Kherkher. Per Sanofi: Anand Agneshwar di Arnold e Porter Kaye Scholer. Per Pfizer: Joseph Petrosinelli di Williams & Connolly. Per GlaxoSmithKline: Mark Chefo di Dechert. Per Boehringer Ingelheim: Andrew Bayman di King & Spalding.

Conosci un evento che potrebbe essere incluso in Week Ahead in Health Law? Contatta Brendan Pierson a brendan.pierson@thomsonreuters.com.

Segnalazione aggiuntiva di Blake Brittain

Brendan Pierson riferisce sul contenzioso in materia di responsabilità da prodotto e su tutte le aree del diritto sanitario. Può essere contattato all’indirizzo brendan.pierson@thomsonreuters.com.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.