Se credi in un SSN pubblico, la nuova legge sulla salute e l’assistenza dovrebbe far scattare i campanelli d’allarme | Allyson Pollock e Peter Roderick Leave a comment


Ten anni fa, il progetto di legge sull’assistenza sanitaria e sociale di Andrew Lansley per riorganizzare il NHS in Inghilterra ha affrontato enorme opposizione. Il corrente fattura sanitaria e sanitaria, che ha oggi la sua seconda lettura alla Camera dei Lord, ha ricevuto molta meno attenzione. Ma non è meno significativo. Il nuovo disegno di legge continuerà lo smantellamento del NHS, questa volta adottando più funzionalità dal sistema sanitario statunitense. Per chiunque abbia a cuore il servizio sanitario nazionale, questo dovrebbe far scattare un campanello d’allarme.

Le proposte significano che per la prima volta dal 1948, il parlamento non determinerà a chi devono essere forniti i servizi del SSN. Il conto rimuove il requisito per fornire servizi di emergenza a tutti i presenti in un’area. Nessuna spiegazione è stata data per sbarazzarsene.

Negli ultimi tre decenni il finanziamento, la pianificazione e l’erogazione dei servizi sanitari sono stati disconnessi gli uni dagli altri e dalle persone che vivono nelle aree locali. Il disegno di legge va oltre. Fornisce un unico budget pot a 42 nuovi consigli di assistenza integrata (ICB) per commissionare la maggior parte dei servizi sanitari. Questi non serviranno tutte le persone che vivono in un’area locale, ma un “gruppo di persone” che può essere attratto da qualsiasi parte dell’Inghilterra. Il gruppo sarà assegnato all’ICB secondo le regole stabilite da NHS Inghilterra, senza processo parlamentare.

Ogni ICB avrà la “responsabilità principale” per il suo gruppo di persone. Questo nuovo concetto ricorda da vicino il Definizione degli Stati Uniti di un’organizzazione per il mantenimento della salute (HMO). Negli Stati Uniti, contrariamente alla percezione popolare, il il governo finanzia la maggior parte dell’assistenza sanitaria, in gran parte attraverso aziende sanitarie private come HMO e altre “organizzazioni di cure gestite”. Questi sono responsabili solo della fornitura di servizi gratuiti limitati a un gruppo di persone che si iscrivono come loro “membri”, non a una popolazione locale. Forniscono un pacchetto di cure di base o di base pagato nell’ambito di un piano sanitario. I servizi aggiuntivi vengono pagati tramite maggiori assicurazioni o spese di utenza.

Le aziende sanitarie private statunitensi come Centene (Operose) e UnitedHealth (Optum Health) offrono piani sanitari finanziati con fondi pubblici negli Stati Uniti e già operano nel NHS. Dopo un acquisizione all’inizio di quest’anno, Centene è diventato uno dei maggiori fornitori di cure primarie in Inghilterra, con 58 studi e oltre 500.000 pazienti. A poche settimane dall’accordo, Samantha Jones, CEO di Centene nel Regno Unito, si è dimessa e è stato nominato Il consigliere per la salute di Boris Johnson. UnitedHealth ha ricevuto una serie di contratti NHS per più di un decennio e nel 2019 Optum è stata una delle due società a cui è stato assegnato un contratto di supporto alla prescrizione quadriennale fino a £ 100 milioni. L’amministratore delegato di NHS England era fino a poco tempo Simon Stevens, l’ex vicepresidente di UnitedHealth. Stevens è diventato un pari quest’anno e il conto è frutto di un’idea.

Dopo un emendamento del governo che non è riuscito a escludere le società private che fanno parte degli ICB o dei loro comitati, il nuovo disegno di legge consentirà comunque a queste multinazionali, insieme alle compagnie di assicurazione sanitaria private come Bupa e Spire, di aderire agli ICB . Questi ICB decideranno come distribuire il budget.

Tuttavia, nonostante l’attenzione sugli ICB, gran parte del potere reale e del processo decisionale spetterà a quattro gruppi che già esistono ma non sono menzionati nel disegno di legge: fornitore collaborativo, partenariati territoriali, reti di cure primarie, e le società accreditate al Framework di supporto del sistema sanitario. I fornitori di collaborazione sono gruppi di fornitori pubblici e privati ​​che secondo NHS England saranno responsabili della progettazione dei servizi. Gli ICB saranno in grado di delegare loro le proprie funzioni. Il disegno di legge propone inoltre che i contratti di messa in servizio possano includere “discrezioni … in relazione a tutto ciò che deve essere fornito in base” ai contratti. In pratica ciò consentirà ai fornitori di decidere cosa, dove e come fornire i servizi. Alla faccia dei nostri cosiddetti diritti ai sensi del Costituzione del SSN.

Più di 40 collaborazioni sono elencate sul sito Web del NHS England, comprese diverse società private come Cygnet, Priory ed Elysium. Ci sono echi di nuovo qui degli Stati Uniti. Nel sistema sanitario bizantino degli Stati Uniti, le compagnie assicurative private vendono piani sanitari a privati, alcuni dei quali possono beneficiare di finanziamenti pubblici. Le compagnie di assicurazione private stipulano contratti con un numero limitato di fornitori per acquistare servizi per i loro membri del piano, noti come “reti di fornitori”. Un ICB sarà in grado di operare in modo simile, con effetti simili, per il suo gruppo di persone. La Northern Care Alliance è già stata segnalata per essere facendo questo. In effetti, questo lascia a brandelli il principio di un NHS universale e completo.

E non dimentichiamo le tante aziende private già accreditate al quadro di supporto del sistema sanitario, tra cui Atos, Capita, Operose, Deloitte, Ernst & Young, McKinsey, PWC, Serco e Optum. Il disegno di legge non dice nulla al riguardo, ma forniranno servizi di gestione della salute della popolazione, digitali e altri servizi di supporto. In altre parole, il settore privato sarà presente a tutti i livelli del servizio sanitario.

Questi cambiamenti e altro ancora basarsi su tre decenni di progressivo smantellamento da parte dei successivi governi dei principi fondanti del NHS come servizio universale e completo basato su finanziamenti pubblici, responsabilità e proprietà. Sulla scia della pandemia, il pubblico si è ammorbidito per aspettarsi meno servizi finanziati dal SSN e per essere spinto a pagarli. Già, il partner NHS accesso paziente sito web per appuntamenti GP, ripetizione prescrizioni e “scoperta delle ASL” è riferito offrendo per lo più assistenza sanitaria privata con elenchi di esami e cure a pagamento.

Questo disegno di legge aiuterà a facilitare la strada per maggiori finanziamenti privati ​​e fornitura di servizi sanitari. I parlamentari e le autorità locali avranno poca influenza sulle decisioni degli ICB, poiché gli ICB non saranno istituiti per soddisfare le esigenze della popolazione locale. I fornitori di collaborazione saranno ancora più liberi di prendere le proprie decisioni. Eppure il passaggio del potere a gruppi non statutari ha ricevuto meno scrutinio di quanto ci si aspetterebbe dai parlamentari alla Camera dei Comuni. Lo spin che gli ICB forniranno”integrazione e innovazione” è stato inghiottito da troppi.

Questo disegno di legge non può essere sconfitto dai parlamentari ed è altamente improbabile che venga sconfitto ai Lord. La maggioranza dei Comuni del governo è troppo ampia e ci sono troppi parlamentari e colleghi con interessi nel settore sanitario privato. Ma c’è ancora tempo perché il pubblico si renda conto di cosa sta succedendo. Chiunque creda che i servizi sanitari debbano essere finanziati e forniti con fondi pubblici dovrebbe opporsi a questo disegno di legge.

  • Allyson Pollock è professore clinico di sanità pubblica alla Newcastle University e autrice di NHS plc: the Privatization of Our Salute Cura; Peter Roderick è uno dei principali ricercatori associati presso il Population Health Sciences Institute, Newcastle University



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.