Salute e sicurezza dei giocatori di cricket di primaria importanza, monitoraggio della situazione: BCCI sui giocatori di “A” dell’India in Sud Africa Leave a comment


La BCCI ha preso atto del rinvio forzato del Covid della serie ODI tra Sudafrica e Paesi Bassi e monitora costantemente la situazione, con la squadra indiana “A” attualmente in tournée nel paese. E anche se il tabellone del cricket non sta ancora staccando la spina dal tour, le cose possono cambiare nei prossimi giorni.

“Siamo in costante contatto con Cricket South Africa, monitorando continuamente la situazione laggiù. La salute e la sicurezza dei giocatori di cricket sono di primaria importanza e agiremo di conseguenza”, ha detto il tesoriere della BCCI Arun Dhumal al Sunday Express.

Alla domanda sull’avviso del Ministero della Salute a tutti gli stati che hanno identificato la nuova variante del virus, B.1.1.529, per avere potenzialmente “gravi implicazioni per la salute pubblica”, ha detto: “La direttiva del Ministero della Salute è suprema. Se avremo qualche consiglio in questo senso, lo seguiremo sicuramente”.

Il team India ‘A’ è in tournée in Sud Africa per tre test non ufficiali, tre one day e quattro T20. La squadra senior partirà per il paese, dopo la serie casalinga in corso contro la Nuova Zelanda, per giocare tre test, tre ODI e quattro T20I. A settembre, la squadra indiana si era rifiutata di giocare il quinto test contro Inghilterra a Manchester a seguito di un focolaio di Covid nel campo.

La nuova variante del Covid-19 virus ha iniziato a causare panico in alcuni paesi, tra cui il Sudafrica, spingendo squadre e giocatori internazionali a volare via il prima possibile. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha designato la variante come “variante preoccupante (VoC)”, dandole il nome Omicron.

Sabato, Cricket South Africa ha confermato il rinvio della serie ODI di tre partite del Sudafrica contro l’Olanda, citando le preoccupazioni per il Covid. “Cricket South Africa (CSA) e Koninklijke Nederlandse Cricket Bond (KNCB) hanno concordato di rinviare la serie di tre partite One-Day International (ODI) iniziata venerdì”, ha affermato una dichiarazione della CSA.

Ha aggiunto: “La decisione è il risultato della crescente ansia e preoccupazione da parte della squadra ospite riguardo ai divieti di viaggio e alle restrizioni sui voli dal Sud Africa imposti da diversi paesi in tutto il mondo, tra cui il Regno Unito (Regno Unito), Europa Unione (UE) e Stati Uniti d’America (USA).

Queste azioni sono il risultato dell’annuncio di giovedì da parte del Dipartimento nazionale della sanità del Sud Africa di una nuova variante del virus COVID-19 scoperta nel paese”.

La dichiarazione della CSA è arrivata sulla scia di un comunicato stampa dell’International Cricket Council che ha annunciato il abbandono delle qualificazioni per la Coppa del Mondo femminile nello Zimbabwe, paese confinante con il Sudafrica. “L’International Cricket Council ha annunciato oggi che l’ICC Women’s Cricket World Cup Qualifier 2021 ad Harare è stato annullato a causa dell’introduzione di restrizioni di viaggio da un certo numero di paesi africani, incluso il paese ospitante dello Zimbabwe, a seguito dello scoppio di un nuovo COVID- 19 nell’Africa meridionale”, affermava il comunicato dell’ICC.

Secondo i dati Covid del governo sudafricano emessi dal suo dipartimento della salute, venerdì sono stati rilevati 2.828 nuovi casi, portando il numero di casi attivi totali a 19.938. L’ondata di Covid ha portato a ritiri anche da altri eventi sportivi, come il torneo di golf Joburg Open, mentre lo United Rugby Championship è stato sospeso.

Un totale di 600 persone hanno lasciato il Sudafrica per Amsterdam su due voli venerdì e Reuters ha riferito, citando le autorità sanitarie olandesi, che 61 di loro sono risultati positivi al Covid-19 all’arrivo.

Per quanto riguarda il tour in corso della squadra “A” in India e l’imminente tour della squadra senior in Sud Africa, la BCCI può prendere nota del commento del CEO in carica della CSA, Pholetsi Moseki. Nel comunicato stampa della CSA ha dichiarato: “Siamo delusi dalla sfortunata situazione in cui ci troviamo, ma il comfort di tutte le squadre ospiti deve sempre essere fondamentale. Il benessere mentale dei giocatori è una delle massime priorità del CSA e rispettiamo la posizione e il punto di vista dei nostri visitatori”.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *