Respira vuole monitorare la salute dei tuoi polmoni con un dispositivo indossabile – TechCrunch Leave a comment


Nel corso degli anni abbiamo visto dispositivi indossabili misurare ogni aspetto del tuo corpo, ma la capacità polmonare è più esoterica della maggior parte. Sylvee è un nuovissimo indossabile di Respira Labs che misura continuamente la funzione polmonare – perfetto per i pazienti con BPCO e asma e altre persone che potrebbero avere una funzione polmonare temporaneamente ridotta. Viene in mente, in particolare, una certa pandemia che colpisce la funzione polmonare.

Sylvee è un prodotto che viene indossato nella parte inferiore della gabbia toracica e promette di valutare facilmente e continuamente la funzione polmonare senza dover soffiare in nulla. La toppa indossabile ha altoparlanti e microfoni incorporati che misurano i cambiamenti nella risonanza acustica. La società afferma che questo è un buon indicatore delle variazioni del volume dell’aria polmonare, che è la base dei test di funzionalità polmonare.

La tecnologia è straordinariamente intelligente. Sylvee genera rumore attraverso i suoi altoparlanti, quindi utilizza i microfoni per misurare i suoni generati. La teoria è che se ci sono cavità d’aria, questo cambia la qualità del suono, proprio come se dovessi battere la testa di un tamburo su una batteria, prima di riempire il tamburo con cotone, lana o liquido e fare lo stesso. Ovviamente, questi sono polmoni – non sono un dottore, ma devo presumere che ci siano tipicamente cavità d’aria lì dentro. L’indossabile utilizza i dati raccolti per misurare il volume polmonare, la capacità, la velocità di flusso e l’eventuale aria intrappolata.

“La scienza consolidata mostra che l’intrappolamento dell’aria può essere misurato con una precisione superiore al 90% utilizzando suoni a bassa frequenza. C’è una chiara differenza negli spettri di risonanza acustica dei pazienti con BPCO rispetto ai controlli sani”, ha spiegato la dott.ssa Maria Artunduaga, fondatrice e CEO di Respira Lab. “Con oltre 100 milioni di americani affetti da BPCO, COVID-19 e asma e con una popolazione che invecchia, può essere salvavita monitorare in remoto e con precisione la funzione polmonare e scoprire un problema abbastanza presto da evitare gravi conseguenze. Il nostro obiettivo è segnalare tempestivamente le anomalie, consentire un trattamento precoce a casa e consentire ai pazienti di gestire la propria salute”.

Sylvee è indossato sulla gabbia toracica. Produce suoni e cattura la risonanza dei polmoni per determinare la salute dei polmoni. Illustrazione: Respira Labs

Il prodotto – Sylvee – prende il nome dalla nonna di Artunduaga, che soffriva di BPCO ed è morta dopo che i sintomi sono rapidamente peggiorati senza essere rilevata.

“Il dispositivo facilita la diagnosi precoce e la gestione del deterioramento acuto, che è ciò che i pazienti respiratori devono evitare. Forniamo informazioni vitali a medici e pazienti in modo che possano apportare modifiche alle cure mediche prima e prevenire i ricoveri ospedalieri, ha affermato il dott. Artunduaga. “Questo è quello che è successo con mia nonna. Ha sofferto di BPCO e ha avuto un’improvvisa esacerbazione dei suoi sintomi ed è morta tragicamente. Ho lasciato la mia carriera medica e mi sono dedicato a ideare il Sylvee a causa di questo terribile e comune esito”.

Respira Labs si è prefissato l’obiettivo di raggiungere il 90% di accuratezza nella misurazione dell’intrappolamento d’aria perseguendo un ampio studio su oltre 500 pazienti situati sia negli Stati Uniti che a livello internazionale. Intendono inoltre pubblicare nelle principali riviste entro la fine del 2022. Il dispositivo è attualmente in fase di prototipo, con l’autorizzazione della FDA prevista entro i prossimi 18 mesi.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.