Piano dei funzionari sanitari statali per il razionamento delle cure negli ospedali – CBS Denver Leave a comment


DENVER (CBS4)– Gli operatori sanitari del Colorado stanno creando protocolli per il trattamento nel caso in cui debbano iniziare a razionare le cure. L’epidemiologo statale, la dott.ssa Rachel Herlihy, afferma che se il tasso di adulti che ottengono colpi di richiamo COVID-19 non migliora, il Colorado avrà più di 2.200 persone ricoverate in ospedale con COVID entro il primo dell’anno. Sarebbe il massimo che lo stato ha avuto durante la pandemia.

(credito: CBS)

PER SAPERNE DI PIÙ: Il Veterans Day in Colorado onora coloro che hanno prestato servizio

Il Dr. Anuj Mehta ha sviluppato una bozza di piano che nessuno vuole vedere attuata. Darebbe la priorità a chi viene curato in ospedale e chi viene mandato a casa.

Sebbene sia ancora preliminare, la bozza iniziale prevede che un team di triage, che include un mix di esperti in medicina ed etica, prenda la decisione. La domanda più grande è come prenderebbero la decisione. Mehta fa parte di un gruppo consultivo statale incaricato di decidere i criteri.

Mehta afferma che il problema non è la carenza di attrezzature salvavita, ma il personale: “Queste sono diverse dalle decisioni dei ventilatori su chi ha più probabilità di morire. Ecco chi ha più probabilità di stare bene senza l’intervento.

(credito: CBS)

Il gruppo ha discusso di dimettere alcune persone in anticipo e di curare altre a casa invece che in ospedale.

PER SAPERNE DI PIÙ: Evento di protezione del convertitore catalitico in oro progettato per scoraggiare i ladri

“E penso che il concetto di sicurezza sia abbastanza critico”, ha detto Mehta.

Lo status socioeconomico, dice, potrebbe essere un fattore nel processo decisionale.

“Mi dispiacerebbe usare un criterio puramente clinico e finire per mandare a casa qualcuno che è senzatetto e tenere in ospedale qualcuno che è ricco e potrebbe benissimo permettersi che qualcuno venga da loro e li controlli”.

Anche quanta cura ha bisogno un paziente può essere una considerazione. Matthew Wynia, direttore del Center for Bioethics and Humanities presso l’Università del Colorado, afferma: “Beh, guarda, se potessimo salvare tre persone con queste risorse, o una persona con queste risorse, dovremmo salvare il tre.”

(credito: CBS)

Per ora, affermano i medici, lo stato di vaccinazione non influenzerà la decisione, “I nostri principi etici sono salvare il maggior numero di vite, non valutare la responsabilità sociale”.

PIÙ NOTIZIE: Doctor Who Was Addict mette in guardia sull’uso del fentanyl

Il gruppo consultivo ha anche discusso di trovare un sistema di punteggio e algoritmi che potrebbero aiutare a prendere decisioni su chi riceve il ricovero e chi riceve cure ambulatoriali. Il gruppo potrebbe votare una versione finale già lunedì. Il governatore dovrebbe quindi attivarlo.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.