Offshore Electronics si impegna a fornire PCB sostenibili Leave a comment


CEM Offshore Electronics, con sede a Guernsey, si è impegnata nell’approvvigionamento e nella produzione di PCB sostenibili attraverso il suo accordo di fornitore esclusivo con il gruppo NCAB.

NCAB Group è conforme alla ISO 26000 dal 2014, lo standard internazionale che si concentra sulla responsabilità aziendale.

Utilizzando questo quadro, l’azienda ha suddiviso le sue operazioni in tre aree principali: catena di fornitura, dipendenti e clienti.

Questo approccio non solo garantisce che le sue materie prime siano acquistate in modo sostenibile e trasportate utilizzando una logistica verde, ma salvaguarda anche i diritti umani e le condizioni sociali quando si collabora con fabbriche in altri mercati. L’azienda non lavorerà con fornitori che non rispettano questi requisiti.

Firmando un accordo di fornitura unico, Offshore Electronics ora aderisce efficacemente agli stessi standard, estendendo gli sforzi per ridurre al minimo il proprio impatto sull’ambiente.

Le parti inutilizzabili che non possono essere aggiunte agli assiemi, ad esempio, vengono riciclate nelle strutture locali, deviando grandi quantità di rifiuti dalle discariche.

Questo tipo di modifiche è delineato nell’Accordo di Parigi del 2015, che raccomanda l’adozione di principi di “economia circolare” per gestire meglio l’impatto del settore in tutto il mondo.

“L’adesione di NCAB alla ISO 26000 è uno sviluppo positivo, che ci aiuta a fare progressi nei nostri sforzi di sostenibilità”, afferma Jack Lucas, Purchasing Manager di Offshore Electronics, “il nostro accordo di unica fonte è alquanto controintuitivo date le attuali condizioni di fornitura, ma l’eccezionale il lavoro e l’impegno per elevati standard etici e ambientali hanno reso la decisione facile da prendere”.

La fornitura di PCB è stata gravemente influenzata da diversi problemi concorrenti negli ultimi anni, tra cui la riduzione della capacità di produzione in Cina, l’aumento della domanda di prodotti elettronici e una fornitura limitata di materie prime.

L’accordo con NCAB consolida tutti gli acquisti di PCB di Offshore per il suo impianto di produzione a contratto a Guernsey, dove produce PCBA per sistemi di allarme vocale, ventilatori e apparecchiature per test di coppia/forza. L’azienda originariamente aveva quattro fornitori separati, ma ora lavora esclusivamente con NCAB.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.