Notizie in diretta: l’inflazione dell’Eurozona sale al record del 5 per cento Leave a comment


Il 10% più ricco della Gran Bretagna detiene quasi la metà di tutta la ricchezza del paese, mostrano i dati pre-pandemia, anche se la disuguaglianza è rimasta stabile nei 14 anni prima del marzo 2020.

Un decimo delle famiglie deteneva il 43% nel periodo tra aprile 2018 e marzo 2020, secondo i dati dell’Ufficio per le statistiche nazionali, che hanno rivelato enormi differenze tra gruppi di reddito, età e regioni.

Al contrario, la metà inferiore della popolazione deteneva il 9%. La disuguaglianza della ricchezza misurata dal coefficiente di Gini è tuttavia rimasta stabile nel periodo di 14 anni, ha affermato l’ONS.

Le cifre sono la serie più completa di dati sulla distribuzione della ricchezza, ma escludono il periodo della pandemia, quando il totale è aumentato, hanno mostrato dati ONS separati.

L’1% più ricco delle famiglie possiede più di 3,6 milioni di sterline, rispetto alle 15.400 sterline o meno del 10% meno ricco.

L’età ha mostrato differenze sorprendenti, con la ricchezza media delle persone di età compresa tra 55 anni e meno dell’età pensionabile statale circa 25 volte superiore a quella di quelli di età compresa tra 16 e 24 anni.

La regione più alta è stata il Sud Est, che ha avuto uno degli aumenti più rapidi della ricchezza media dal 2006. La sua ricchezza media di 503.400 £ era circa tre volte superiore a quella del Nord Est, con 168.500 £, la regione con la ricchezza più bassa .

Londra ha una media di £ 340.300, che riflette il tasso di proprietà immobiliare più basso del paese, la bassa partecipazione alle pensioni private e la diminuzione della ricchezza media nell’ultimo periodo. Eppure detiene il 15 per cento della ricchezza, probabilmente a causa dei suoi valori immobiliari più elevati.

I coefficienti di Gini, che misurano la disuguaglianza, hanno mostrato che Londra era la regione con la distribuzione più irregolare.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.