Mandato OSHA: la regola sui vaccini per i datori di lavoro più grandi, gli appaltatori federali e alcuni operatori sanitari entrerà in vigore il 4 gennaio Leave a comment


Le regole stabiliscono che i dipendenti che rientrano in tali gruppi bisognerà aver ricevuto gli scatti necessari per essere completamente vaccinati, due dosi di vaccino Pfizer o Moderna o una dose di vaccino Johnson & Johnson, entro il 4 gennaio.

Biden ha promosso nuove regole sui requisiti per i vaccini rilasciate in una dichiarazione, invitando i datori di lavoro ad agire in futuro.

“La vaccinazione è l’unico modo migliore per uscire da questa pandemia. E mentre avrei preferito che i requisiti non diventassero necessari, troppe persone rimangono non vaccinate per uscire definitivamente da questa pandemia. Così ho istituito i requisiti – e sono funziona”, ha detto Biden in una nota.

Cercando di reprimere i punti di discussione anti-vaccinazione, Biden ha osservato che “non ci sono stati “licenziamenti di massa” e carenze di lavoratori a causa dei requisiti del vaccino.

“Chiedo ai datori di lavoro di agire. Le aziende hanno più potere che mai per accelerare il nostro percorso fuori da questa pandemia, salvare vite umane e proteggere la nostra ripresa economica”, ha affermato.

Ottantaquattro milioni di dipendenti che lavorano presso grandi datori di lavoro e 17 milioni di operatori sanitari presso strutture che partecipano a Medicare e Medicaid saranno coperti dalle regole implementate dall’Amministrazione per la sicurezza e la salute sul lavoro del Dipartimento del lavoro e dai Centri per i servizi Medicare e Medicaid.

“Insieme alle regole OSHA e CMS, insieme alle altre politiche che l’amministrazione ha precedentemente implementato, significa che oltre i due terzi di tutti i lavoratori negli Stati Uniti sono ora coperti da politiche di vaccinazione”, ha detto un alto funzionario dell’amministrazione, discutendo le nuove regole.

“Tassi di vaccinazione più elevati proteggono i nostri lavoratori, riducono i ricoveri e i decessi. È positivo per i lavoratori e, soprattutto, è positivo per l’economia”, ha continuato il funzionario.

Verifica dei fatti: i mandati di vaccino di Biden sono 'illeciti'?

La scadenza del 4 gennaio significa anche che la scadenza per il requisito del vaccino dell’appaltatore federale viene posticipata. In precedenza era stato programmato per entrare in vigore l’8 dicembre.

L’amministrazione ha dovuto far fronte alle richieste di alcuni gruppi aziendali di ritardare o essere flessibile con tale scadenza, poiché avrebbe potuto mettere ancora più stress sui problemi della catena di approvvigionamento prima delle vacanze. I funzionari, tuttavia, hanno insistito sul fatto che la nuova data fosse scelta per semplificare l’attuazione e rendere più facile per le imprese e i dipendenti il ​​rispetto dei requisiti.

“Al fine di rendere più facile per le aziende la conformità e per i lavoratori, abbiamo deciso di allineare la scadenza dell’appaltatore con le scadenze sia per CMS che per OSHA”, ha affermato il funzionario.

L’annuncio chiarisce inoltre che le regole sui vaccini preverranno qualsiasi legge statale o locale volta a vietare i mandati di vaccinazione o altre misure per limitare la diffusione del Covid-19. Texas e Florida sono stati tra gli stati che hanno tentato di approvare le proprie leggi per limitare tali mandati.

“Sia l’OSHA che il CMS stanno chiarendo che le loro nuove regole prevengono qualsiasi legge statale o locale incoerente, comprese le leggi che vietano o limitano l’autorità del datore di lavoro di richiedere vaccinazioni, maschere o test”, un foglio informativo che delinea la regola ha detto in parte.

Un secondo alto funzionario dell’amministrazione, discutendo l’autorità legale delle regole, ha affermato che “l’OSHA Act conferisce all’OSHA l’autorità di agire rapidamente in caso di emergenza in cui l’agenzia rileva che i lavoratori sono proiettati verso un grave pericolo ed è necessario un nuovo standard per proteggerli. “

“Un virus che ha ucciso più di 745.000 americani, con oltre 70.000 nuovi casi al giorno attualmente, è chiaramente un pericolo per la salute che rappresenta un grave pericolo per i lavoratori. Il nuovo standard temporaneo di emergenza rientra nell’autorità dell’OSHA ai sensi della legge e coerente con I requisiti dell’OSHA per proteggere i lavoratori dai rischi per la salute e la sicurezza, comprese le malattie infettive”, ha continuato il funzionario.

Il vice segretario stampa della Casa Bianca Karine Jean-Pierre ha dichiarato durante la conferenza stampa di giovedì che l’amministrazione ritiene che le regole sui vaccini reggeranno in tribunale qualsiasi sfida legale e ha chiamato i repubblicani per azioni impegnative volte a proteggere la salute degli americani.

“Siamo abbastanza fiduciosi che l’amministrazione abbia chiaramente l’autorità per proteggere i lavoratori e le azioni annunciate dal presidente sono progettate per salvare vite umane e fermare la diffusione di Covid. Il DOJ definirà queste leggi”, ha detto giovedì Jean-Pierre.

“La domanda che ci poniamo sempre e che poniamo ai repubblicani è perché si intromettono? Perché si intromettono nel tentativo di proteggere e salvare vite? Questo è tutto ciò che stiamo cercando di fare. E così noi avere… un’autorità per farlo”, ha detto.

La regola OSHA consente ai dipendenti di rimanere non vaccinati se lo desiderano, ma il dipendente deve fornire un test negativo verificato al proprio datore di lavoro almeno una volta alla settimana e deve indossare maschere sul posto di lavoro. La regola del CMS non fornisce un’opzione di test per i lavoratori per rimanere non vaccinati in quanto esiste “un livello più alto per gli operatori sanitari dato il loro ruolo fondamentale nel garantire la salute e la sicurezza dei loro pazienti”, secondo uno dei funzionari che discutono le regole .

Un terzo funzionario ha detto OSHA applicherà questa regola proprio come l’agenzia applica una qualsiasi delle altre regole in vigore e le violazioni potrebbero includere multe fino a quasi $ 14.000 per violazione, sebbene tale multa aumenti se c’è una violazione “intenzionale”.

Quel funzionario ha affermato che l’agenzia avrà pianificato ispezioni di alcuni luoghi di lavoro per garantire che siano conformi alla regola, ma si baserà anche sui reclami dei lavoratori per far rispettare al meglio la nuova regola.

L’applicazione e le sanzioni per le strutture sanitarie che non rispettano la norma potrebbero variare da sanzioni pecuniarie, negazione dei pagamenti delle strutture e possibile cessazione dal programma Medicare e Medicaid.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.