L’Ontario registra 13.807 nuovi casi di COVID-19 prima dell’annuncio del Chief Medical Officer of Health Leave a comment


Giovedì l’Ontario ha registrato un massimo pandemico di 13.807 nuovi casi di COVID-19, superando di gran lunga il precedente record stabilito mercoledì e in vista di un annuncio previsto dal capo della sanità pubblica della provincia.

Gli esperti di malattie infettive hanno affermato che il numero effettivo di nuovi casi è probabilmente molto più alto di quelli segnalati ogni giorno perché molte unità sanitarie pubbliche in Ontario hanno raggiunto la loro capacità di test.

La media di sette giorni dei casi giornalieri ha superato i 10.000 per la prima volta nella provincia e ora si attesta a 10.328. È in procinto di raddoppiare ogni cinque giorni circa.

Analogamente, i tassi di positività hanno continuato a salire. Public Health Ontario ha registrato giovedì un tasso di positività del 30,5% su 67.301 test, il livello più alto mai visto nella provincia. I tre giorni precedenti hanno visto tassi rispettivamente del 26,9, 24,9 e 24,5%.

A partire da mercoledì sera, c’erano 96.455 campioni di test nell’arretrato in attesa di essere completati, anche un nuovo massimo pandemico.

Il numero di pazienti con COVID-19 negli ospedali è salito a 965, rispetto ai 726 di mercoledì e ai 440 della scorsa settimana.

C’erano anche 200 persone in cura per malattie legate al COVID nelle unità di terapia intensiva, rispetto alle 169 di giovedì scorso.

Il ministro della Salute Christine Elliott ha affermato che la provincia sta lavorando con gli ospedali per distinguere tra i pazienti ricoverati in ospedale e in terapia intensiva a causa di COVID-19 e quelli che risultano positivi durante la cura per altri motivi. I dati giornalieri rifletteranno presto questa distinzione, ha detto.

Il ministero della Salute ha registrato la morte di altre otto persone con la malattia, spingendo il bilancio ufficiale a 10.179.

Nel frattempo, il Chief Medical Officer of Health Dr. Kieran Moore terrà una conferenza stampa alle 15:00 ET dopo che la provincia ha dichiarato di recente che avrebbe apportato modifiche ai casi di COVID-19 e ai protocolli di gestione dei contatti e alle linee guida per i test.

Viene anche come le famiglie aspettano di sapere se gli studenti torneranno a lezione di persona lunedì in mezzo a un’ondata continua di casi COVID-19 causati dalla variante Omicron.

Potrai guardare l’annuncio in diretta in questa storia.

Moore avrebbe dovuto tenere una conferenza stampa martedì, ma è stata rinviata dopo che i funzionari sanitari degli Stati Uniti ridurre i tempi di isolamento per gli americani positivi al COVID da 10 a cinque giorni, e allo stesso modo ha ridotto il tempo necessario per la quarantena dei contatti stretti.

I funzionari dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno affermato che la guida era in linea con le crescenti prove che le persone con il coronavirus sono più infettive nei due giorni precedenti e nei tre giorni successivi allo sviluppo dei sintomi.

Come l’Ontario, molte aree degli Stati Uniti stanno vivendo un drammatico aumento dei nuovi casi di COVID-19. Mentre le prime ricerche suggeriscono che Omicron può causare malattie meno gravi rispetto alle varianti precedenti, il numero di persone che vengono infettate – e quindi che devono isolare o mettere in quarantena – minaccia di schiacciare la capacità degli ospedali, delle compagnie aeree e di altre aziende statunitensi di rimanere aperti, ha affermato il CDC .

Il Ministero della Salute dell’Ontario ha dichiarato martedì che Moore voleva tempo per rivedere i cambiamenti negli Stati Uniti prima di annunciare eventuali politiche riviste per la provincia.

Incertezza del ritorno a scuola

L’aumento continuo dei casi ha portato alcuni esperti sanitari e famiglie a chiedersi se i due milioni di studenti dell’Ontario torneranno a scuola per l’apprendimento di persona la prossima settimana, con i critici che esprimono frustrazione per il fatto che il piano della provincia è ancora offuscato dall’incertezza.

Alcune province hanno deciso di prolungare la pausa invernale per alcuni o tutti gli studenti, mentre altre hanno deciso di passare all’apprendimento virtuale a partire dalla prossima settimana.

Il premier Doug Ford ha detto martedì che i suoi ministri si incontreranno presto per finalizzare un piano.

“Conosco il ministro [of health] si è seduto al tavolo insieme al ministro dell’istruzione … e avremo un annuncio nei prossimi due giorni”, ha detto Ford.

“Ma vogliamo solo vedere come vanno le cose e ovviamente parlare con il capo dell’ufficiale medico, il dott. [Kieran] Moore.”



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.