L’Ontario esorta i funzionari sanitari a riprendere gli appuntamenti di persona Leave a comment


L’Ontario sta esortando i suoi medici a riprendere gli appuntamenti di persona, affermando che la necessità di un “primo approccio alle cure virtuali” è diminuita man mano che COVID-19 i casi diminuiscono e il numero di vaccinazioni aumenta.

In una lettera aperta, il Chief Medical Officer of Health, il Ministero della Salute e il College of Physicians and Surgeons of Ontario hanno affermato di aver sentito parlare di uffici che non consentono l’assistenza di persona.

Per saperne di più:

L’uso della telemedicina è in aumento durante la pandemia di COVID-19. Diventerà la norma?

“Mentre l’assistenza virtuale ha consentito l’accesso alle cure durante la pandemia, data un’ampia copertura vaccinale e DPI completamente accessibili, il COVID-19 non dovrebbe più rappresentare un ostacolo alla pratica di persona”, si legge nella lettera.

Ci sono limiti a ciò che l’assistenza virtuale può fornire e lo “standard di cura” è difficile da ottenere, continua la lettera.

La storia continua sotto la pubblicità

Per saperne di più:

L’Ontario annuncerà il piano la prossima settimana per uscire dalla Fase 3, sollevando più limiti di capacità

“L’assistenza di persona è essenziale per determinate condizioni e servizi o laddove sono necessarie valutazioni fisiche per prendere una diagnosi appropriata o una decisione terapeutica. Ci sono molti pazienti per i quali lo standard di cura non può essere raggiunto in un ambiente di cura esclusivamente virtuale”.

Si prevede che i medici ora forniscano assistenza di persona “in base alle esigenze cliniche e alle preferenze del paziente”.

Tuttavia, l’Ontario Medical Association ha affermato che la lettera “dipinge una caratterizzazione ampia e ingiusta della forza lavoro sotto enorme stress”.

“Le cure virtuali continueranno a svolgere un ruolo fondamentale mentre riapriremo in sicurezza e creeremo una nuova normalità”, ha affermato l’OMA in una nota. “Sia i pazienti che i medici hanno riscontrato che le cure virtuali sono state utili durante questi ultimi 19 mesi”.

I medici stanno rispondendo ai cambiamenti nella pandemia il più rapidamente possibile, ha affermato l’OMA, osservando che fino a poche settimane fa il tavolo scientifico della provincia prevedeva che la quarta ondata sarebbe continuata.

Per saperne di più:

L’Ontario riporta 417 nuovi casi di COVID-19, altri 3 decessi

I medici devono ancora lavorare secondo rigidi protocolli di igiene e controllo delle infezioni mentre cercano di far fronte a richieste più elevate a causa di un arretrato della pandemia e soffrono di esaurimento, ha affermato l’OMA.

La storia continua sotto la pubblicità

A partire dalle 20:00 di mercoledì, nell’ultimo giorno sono stati somministrati 28.756 vaccini (10.346 per una prima iniezione e 18.410 per una seconda iniezione).

Ci sono più di 10,7 milioni di persone completamente immunizzate con due dosi, ovvero l’82,6% della popolazione ammissibile (di 12 anni e più). La copertura della prima dose è dell’87,2 per cento.

Con file di The Canadian Press


© 2021 Global News, una divisione di Corus Entertainment Inc.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.