Legge rafforzata per vietare i dispositivi elettronici nelle carceri – Servizio informazioni giamaica Leave a comment


Momenti salienti della storia

  • Il Senato oggi (17 dicembre) ha approvato la legge sulle correzioni (emendamento) del 2021 che faciliterà un controllo più stretto degli articoli proibiti trasportati dentro e fuori le strutture penitenziarie.
  • Il senatore Samuda ha affermato che l’emendamento è fondamentale per l’integrità dell’architettura di sicurezza del paese, che è costantemente minacciata da criminali che sono risoluti nei loro sforzi per sfidare l’autorità della legge e pregiudicare la sicurezza e la sicurezza dei cittadini di questo paese rispettosi della legge. .
  • Altri senatori che hanno contribuito al dibattito sono stati: Lambert Brown, Sophia Fraser Binns e Ransford Braham

Il Senato oggi (17 dicembre) ha approvato la legge sulle correzioni (emendamento) del 2021 che faciliterà un controllo più stretto degli articoli proibiti trasportati dentro e fuori le strutture penitenziarie.

Il disegno di legge, che cerca di emendare il Corrections Act del 1985, così come il Correctional Institution (Adult Correctional Centre) Rules, 1991 è stato presentato e approvato alla Camera bassa il 14 dicembre.

Nel suo discorso, il ministro senza portafoglio presso il Ministero della sicurezza nazionale, il senatore Hon. Matthew Samuda, ha affermato che la motivazione degli emendamenti è nata dalla necessità di affrontare i rapidi progressi tecnologici, in particolare nell’area delle comunicazioni, che rappresentano una sfida per gli istituti di correzione del paese.

“C’è stato un aumento nell’uso di dispositivi di telecomunicazione da parte dei detenuti per mantenere i contatti con le reti criminali al di fuori dei confini degli istituti penitenziari. Mentre discutiamo dell’utilizzo dei dispositivi di telecomunicazione da parte dei detenuti, voglio sottolineare in particolare che attraverso l’uso di telefoni cellulari e dispositivi di comunicazione elettronica, i produttori di violenza incarcerati – alcuni dei quali sono essi stessi capi di bande – sono stati o sono in grado di direttamente e/ o influenzare indirettamente bande criminali e attività di droga.

“Danno ordini dall’interno delle istituzioni correzionali, perpetuando omicidi su commissione e faide tra bande… Questi atti aggravano le difficoltà nel controllare il livello di criminalità che sperimentiamo a livello nazionale”, ha detto.

Il senatore Samuda ha affermato che l’emendamento è fondamentale per l’integrità dell’architettura di sicurezza del paese, che è costantemente minacciata da criminali che sono risoluti nei loro sforzi per sfidare l’autorità della legge e pregiudicare la sicurezza e la sicurezza dei cittadini di questo paese rispettosi della legge. .

“Questo emendamento legislativo cerca di fornire uno strumento in più nella cassetta degli attrezzi per rendere i giamaicani più sicuri”, ha affermato.

Il senatore Samuda ha affermato che gli obiettivi generali dell’emendamento alla legge sulle correzioni (emendamento) sono i seguenti: l’introduzione di dispositivi di comunicazione elettronica e computer come articoli proibiti; l’inclusione delle definizioni dei termini “contanti”, “computer”, “dati”, “elettronico”, “funzione”, “intercetta”, “programma o programma per computer”; l’introduzione di un regime di confisca, distruzione e smaltimento degli articoli vietati; e l’aumento delle multe e delle pene detentive per le disposizioni esistenti ai sensi della legge sulle correzioni per renderle più deterrenti.

La normativa introduce inoltre i seguenti reati: accesso, uso o possesso di un dispositivo di comunicazione elettronica o di un computer in un istituto di correzione; manomissione di qualsiasi dispositivo di comunicazione elettronica o computer da parte di un detenuto; e un detenuto che trasmette, o fa trasmettere, senza autorizzazione, alcun dato, utilizzando un dispositivo di comunicazione elettronica o un computer.

Altri reati includono un detenuto che intercetta o provoca l’intercettazione di qualsiasi funzione di un dispositivo di comunicazione elettronica o di un computer; l’uso di un computer o di un dispositivo di comunicazione elettronica da parte di un individuo per pregiudicare la sicurezza o la sicurezza di qualsiasi persona all’interno o all’esterno di un centro di correzione, la custodia o la sicurezza di un detenuto, o il buon ordine o la sicurezza di un centro di correzione; e l’accesso non autorizzato, l’uso o il possesso di un articolo proibito in un istituto di correzione.

La legge è stata approvata senza emendamenti.

Altri senatori che hanno contribuito al dibattito sono stati: Lambert Brown, Sophia Fraser Binns e Ransford Braham





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.