Legge bipartisan degli Stati Uniti per bloccare Big Tech dai risultati di ricerca sui giochi Leave a comment


NEW YORK – Un gruppo bipartisan di senatori statunitensi introdurrà un disegno di legge inteso a impedire alla Big Tech di esercitare un vantaggio sui concorrenti più piccoli, fornendo un importante test della legislazione antitrust rivolta alle società tecnologiche sotto l’amministrazione del presidente Joe Biden.

La senatrice Amy Klobuchar, la democratica che presiede la sottocommissione antitrust del Comitato giudiziario del Senato, e il senatore Chuck Grassley, il repubblicano di primo piano del comitato, hanno dichiarato che presenteranno l’American Innovation and Choice Online Act al Congresso all’inizio della prossima settimana.

“Poiché le piattaforme digitali dominanti – alcune delle più grandi aziende che il nostro mondo abbia mai visto – danno sempre più la preferenza ai propri prodotti e servizi, dobbiamo mettere in atto politiche per garantire che le piccole imprese e gli imprenditori abbiano ancora l’opportunità di avere successo nel digitale mercato”, ha detto Klobuchar in una nota.

Il disegno di legge vieterebbe ad aziende come Amazon, Apple, Facebook e Google di intraprendere comportamenti discriminatori che favoriscono i propri prodotti rispetto a quelli dei concorrenti sui loro mercati. Tali tattiche di “auto-preferenza” includono un’azienda che dà la priorità ai propri prodotti e servizi nei risultati di ricerca.

Mercoledì, Reuters ha pubblicato un indagine in Amazon, rivelando come l’azienda abbia copiato i prodotti della concorrenza e truccato i risultati di ricerca per poi favorire i propri marchi in India.

“Big Tech deve essere ritenuta responsabile se si comporta in modo discriminatorio”, ha affermato Grassley in una nota. “Il nostro disegno di legge contribuirà a creare condizioni di parità e a garantire che le piccole imprese siano in grado di competere con queste piattaforme”.

La Chamber of Progress, un gruppo commerciale che rappresenta le aziende tecnologiche tra cui Amazon, Facebook e Google, ha criticato il disegno di legge in a dichiarazione, affermando che “ci vuole un martello per i prodotti tecnologici che i consumatori amano”.

Il CEO della Camera Adam Kovacevich disse il disegno di legge non abbraccia idee popolari tra gli elettori, ma piuttosto è un prodotto del lobbismo aziendale e metterà i prodotti americani in una posizione di svantaggio competitivo.

Klobuchar, che quest’anno ha pubblicato un libro sulle questioni antitrust nell’era digitale, ha affermato che gli Stati Uniti seguono altri paesi, in particolare quelli dell’Europa occidentale, nel loro approccio alla regolamentazione della Big Tech.

Dato il ruolo transnazionale delle grandi aziende tecnologiche, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti potrebbe dover creare un apparato per lavorare con le sue controparti in tutto il mondo, ha detto. National Public Radio, Radio Pubblica la settimana scorsa.

“Quello che hai visto qui è che non si tratta solo del nostro paese”, ha detto. “E possiamo effettivamente avere un’organizzazione con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti che sta lavorando con altri dipartimenti di giustizia. Questo è in gioco. Ma dobbiamo solo migliorare il nostro gioco”.

La prevista legislazione del Senato, che ha un disegno di legge con lo stesso nome passato alla Commissione Giustizia della Camera a giugno, potrebbe fungere da campanello d’allarme per l’agenda antitrust di Biden, una delle poche questioni principali che riscuotono un sostegno bipartisan.

I co-sponsor del disegno di legge includono senatori di spicco di entrambi i lati del corridoio, come il democratico Richard Durbin, che presiede il comitato giudiziario, e il repubblicano Lindsey Graham.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.