Le chiamate della polizia annullate mostrano l’entità della crisi, afferma la Mental Health Foundation Leave a comment


La Mental Health Foundation afferma che i rapporti che la polizia sta annullando, o non rispondendo, a metà di tutti i callout sulla salute mentale sono inquietanti e illustrano la vastità della crisi della salute mentale del paese.

Il CEO della Mental Health Foundation Shaun Robinson afferma che la pandemia sta avendo un impatto crescente sul benessere mentale della popolazione di Auckland.

Shaun Robinson, amministratore delegato della Mental Health Foundation, afferma che la pressione della polizia in prima linea che sta affrontando le chiamate sulla salute mentale mostra che il sistema sta fallendo.
Foto: CHRIS SKELTON/ROBA

I dati diffusi dalla polizia a giugno hanno mostrato che il personale in prima linea nel sud di Auckland era sotto pressione per gestire un numero crescente di persone intossicate o con problemi di salute mentale.

I dati hanno mostrato che la polizia di tutto il paese aveva indirizzato quasi 1000 persone con problemi di salute mentale e dipendenza ai dipartimenti di emergenza ospedalieri dal 2014.

L’ultimo rapporto annuale della polizia afferma che il personale in prima linea a livello nazionale ha ha registrato un aumento del 60% delle chiamate di assistenza sia per danni alla famiglia che per eventi relativi alla salute mentale negli ultimi cinque anni. E continuano a essere i primi soccorritori chiave in caso di incidenti che coinvolgono disagio mentale.

“Di conseguenza, circa la metà di tutte le chiamate sulla salute mentale sono state cancellate dai centri di comunicazione della polizia senza che noi ci assistessimo a causa di eventi di emergenza con priorità ancora più elevata”.

Il commissario di polizia Andrew Coster ha parlato anche sulla questione.

“La domanda in queste aree continua a crescere, il che richiede al nostro personale di dare priorità e gestire le richieste concorrenti in tempo reale date le risorse disponibili in ogni particolare turno e può avere un impatto su quelle cose a cui possiamo rispondere e sui nostri tempi di risposta”, ha affermato.

Ma l’amministratore delegato della Mental Health Foundation Shaun Robinson ha affermato che il rapporto è un atto d’accusa nei confronti del sistema di salute mentale del paese.

Ha detto che, negli ultimi dieci anni, la polizia ha svolto un ruolo sempre crescente nella salute mentale come soccorritore di ultima istanza.

“Ma il sistema è così cattivo che la polizia ora sta dicendo: ‘Non possiamo farlo'”, ha detto Robinson. “Non è una novità, ma abbiamo sottovalutato le dimensioni della nostra crisi di salute mentale.

“Penso che la polizia faccia del suo meglio e non li sto criticando. Ma non sono un servizio di salute mentale”.

Robinson ha affermato che una soluzione sarebbe quella di utilizzare le squadre di supporto per la salute mentale per lavorare a stretto contatto con la polizia e partecipare a tali chiamate. Ha detto che questo approccio è comune in altri paesi e aiuterebbe le persone che sono in difficoltà mentale.

Robinson ha detto che in aree come il sud di Auckland, che hanno alti tassi di persone affette da problemi di salute mentale, è necessario esaminare metodi diversi.

Ha detto che qualcuno in difficoltà mentale potrebbe non rispondere bene ad essere avvicinato dalla polizia, specialmente se in precedenza ha avuto brutte esperienze con le autorità.

“Ma se la persona che si avvicina a loro è qualcuno che capisce la situazione e forse assomiglia a loro, c’è una possibilità molto migliore di ridurre la situazione”.

Il mese scorso, le contee di Manukau DHB hanno dichiarato di aver registrato un aumento dei ricoveri nei servizi di salute mentale e per le dipendenze da settembre a seguito dell’ultimo focolaio di Covid-19.

Il direttore generale dei servizi per la salute mentale e le dipendenze della contea di Manukau Health, Charles Tutagalevao, ha confermato che a settembre c’è stato un improvviso aumento delle ammissioni alla sua unità di salute mentale di Tiaho Mai. Ciò includeva una serie di casi correlati all’alcol e alla droga.

C’è stato anche un aumento dei giovani che si sono presentati al pronto soccorso del Middlemore Hospital in ottobre con problemi di “angoscia legata all’ansia”.

nessun metadato

Local Democracy Reporting è un servizio di notizie di interesse pubblico supportato da RNZ, News Publishers’ Association e NZ On Air.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.