L’allenatore di Mavs Gaming LT Fairley, un veterano della Marina, si connette con guerrieri feriti per amore per i videogiochi Leave a comment


È stato quasi un dieci anni da quando LT Fairley ha giocato a football sotto le luci brillanti della Gautier High School nel Mississippi. All’epoca Fairley pensava di giocare a football universitario, ma si arruolò invece nella Marina degli Stati Uniti.

“I tre anni in cui ho prestato servizio in Marina sono stati fantastici”, ha detto Fairley. “Ho imparato il lavoro di squadra e il cameratismo. Ho imparato abilità che uso ogni singolo giorno nella vita e con i Mavericks”.

In questi giorni Fairley è conosciuto come Coach LT, il capo allenatore di Mavs Gaming.

Mavs Gaming è la NBA 2K League affiliata al franchise Dallas Mavericks.

Gli atleti sono i migliori al mondo nel loro mestiere.

Una volta ho chiesto ai membri del team dei Dallas Mavericks se gareggiano o forse vincono contro i giocatori di Mavs Gaming. Non hanno nemmeno esitato. Nessuna possibilità. Anche il fenomeno NBA Luka Dončić, che è ultra-competitivo, sapeva dare rispetto dove è dovuto.

Questa prossima stagione sarà la quinta stagione professionale per la NBA2K League. Fairley sta entrando nella sua quarta stagione alla guida della squadra. Dedica anche una notevole quantità di tempo insegnando ai suoi atleti come guidare dentro e fuori dal campo.

LT è stato costruito per questo.

Soprattutto, sa che è un lusso e un privilegio allenare in questo campionato. Ma ci sarà tutto il tempo per parlare della prossima stagione in seguito.

Per ora, Fairley vuole che gli altri sappiano di più sulle persone qui con noi stasera per celebrare il Veterans Day. Uomini e donne coraggiosi, dice, che sono modelli e leader molto più grandi di qualsiasi atleta o allenatore.

“Sono questi coraggiosi veterani”, dice, mentre indica nella stanza, “che meritano i riflettori. Non me.”

CIBO, FAMIGLIA —E CONCORRENZA AMICHEVOLE

Giovedì sera, circa 30 persone sono arrivate al Mavs Gaming Hub di Deep Ellum per una celebrazione del Veterans Day.

Mavs Gaming ha collaborato con il Progetto Guerriero Ferito (WWP) per ospitare una speciale clinica NBA2K22 di due giorni guidata da Fairley. Il primo giorno era una clinica di coaching virtuale per apprendere i fondamenti e le abilità del gioco.

Per il secondo giorno, i veterani sono arrivati ​​di persona con i loro familiari e gli ospiti per una festa. L’evento si è svolto presso il Mavs Gaming Hub e l’attaccante di Mavs Gaming Zaeya “Zae” Ishak è arrivato da Chicago per l’evento. I dirigenti di Mavs e i Mavs ManiAAC si sono uniti ai festeggiamenti.

I veterani feriti, le loro famiglie e i loro amici hanno mangiato un pasto abbondante e poi hanno fatto un giro intorno al Mavs Gaming Hub. Gli adulti hanno riso e condiviso storie mentre molti bambini e ragazzi hanno afferrato i controller e sono andati in città con i giochi. La stanza era piena di risate e gioia. C’era un senso di comunità e di unità.

Otis Jamison si è unito all’esercito degli Stati Uniti più di tre decenni fa per servire. Finì per fare dell’esercito la sua carriera e si ritirò come primo sergente.

Jamison e sua moglie sono sposati da 30 anni e sono arrivati ​​giovedì sera con il loro unico figlio, una matricola alla SMU.

Sulla carta, la loro storia sembra una favola, ma Jamison dice che c’è di più nel suo viaggio. Ha perso uomini nel suo plotone e non dimentica mai i loro nomi e volti. Quando Jamison è tornato alla vita civile, la tragedia non si è fermata qui. Ha poi perso i membri della famiglia e in seguito ha tenuto la mano di sua moglie mentre combatteva contro il cancro due volte.

“Dopo diversi tour di combattimento, ho notato che stavo attraversando una quantità astronomica di depressione”, ha detto il sergente. ha detto Jamison. “Cercavo un veicolo che mi aiutasse con il lato normale della civiltà. Ho contattato Wounded Warriors, che ha svolto un ruolo fondamentale nell’aiutarmi con il mio stress post-traumatico. Non si è risolto completamente, ma ora è controllabile. Ora mi rendo conto del potere nel raccontare la tua storia”.

sergente Jamison è nuovo nel mondo dei giochi e ha affermato di amare il senso di comunità.

“Sto imparando”, ha condiviso con un sorriso gigante. “È così rilassante, ma più di ogni altra cosa, ci dà la possibilità di concentrarci su qualcos’altro oltre al trauma che abbiamo sopportato. Mi piace molto stare con la gente e fare cose del genere con la mia famiglia”.

I videogiochi possono trasformare la vita di molti veterani feriti perché è un modo in cui possono connettersi con gli altri.

Molti di loro mi hanno detto che è un ottimo modo per calmare i pensieri che corrono e calmare l’ansia che a volte può attanagliare la loro vita.

Altri vedono i videogiochi come terapeutici perché possono interagire con altri compagni che capiscono il loro disturbo da stress post-traumatico e possono relazionarsi.

E – come il sergente. Jamison ha spiegato: chi può insegnare loro a suonare meglio dei professionisti?

L’AMORE PER IL GIOCO CONTINUA A CRESCERE

Secondo il Progetto Guerriero Ferito, molti veterani affermano che le loro esperienze nell’esercito sono state tra le migliori della loro vita, piene di cameratismo, significato e direzione.

Ma una volta tornati alla vita civile, l’isolamento che devono affrontare può essere scoraggiante.

Il gioco offre loro la possibilità di connettersi con altri guerrieri e dà loro un senso di unità con la comunità di gioco online.

WWP ha visto un aumento dei giocatori durante la pandemia. Molti volevano prendere un controller per avvicinarli ai loro figli e familiari. Alcuni guerrieri desideravano solo una connessione, qualsiasi connessione, e la comunità dei videogiochi è sicura e solidale.

“Novembre è un momento speciale con i Mavericks perché ci concentriamo davvero sulle nostre forze armate”, ha affermato Tray Thompson, che supervisiona le relazioni con la comunità con Mavs Gaming.

“Il COVID è stato un tale adattamento per tutti e le persone sono progettate per la comunità. Abbiamo bisogno di stare insieme. Penso che sia questo il motivo per cui questa celebrazione del Veterans Day sembra davvero speciale. Volevamo portare qui tutti i guerrieri feriti e le loro famiglie immediate per qualcosa di edificante e divertente. Mavs Gaming è grata di onorare le truppe e le loro famiglie perché hanno pagato il sacrificio estremo”.

A maggio, Mavs Gaming ha collaborato con il Wounded Warrior Project per un progetto di sensibilizzazione sulla salute mentale.

Il gioco è stato una parte vitale dell’evento, ma l’unità e la connessione hanno giocato un ruolo più significativo. I veterani feriti hanno condiviso con il team di Mavs Gaming come giocare ai videogiochi li aiuta a combattere il disturbo da stress post-traumatico.

Daniel Ruppert è un veterano e guida il programma di gioco e coinvolgimento con il Wounded Warrior Project. Ha trascorso circa 10 anni nell’esercito ed è stato in tutto il mondo. Ora Ruppert aiuta altri veterani a connettersi. Ha detto che una volta che WWP ha avviato un programma di gioco, è cresciuto rapidamente.

“Stiamo per raggiungere i 3.000 nella nostra discordia, e potremmo raggiungerlo oggi”, ha spiegato con entusiasmo. “Abbiamo appena iniziato questa cosa a dicembre e abbiamo deciso di farne un programma vero e proprio. Vediamo come sta raggiungendo i guerrieri dove sono nella vita. Ci stiamo connettendo con guerrieri che potrebbero essere remoti, che potrebbero non essere interattivi. E qui stiamo facendo qualcosa di straordinario come questo stasera. ”

Thompson, con Mavs Gaming, afferma che giovedì è stato gratificante per tutti i presenti. Crede che la celebrazione del Veterans Day sia solo il primo di molti altri eventi insieme.

“Come franchise della NBA2K League, faremo del nostro meglio per concentrarci sulla nostra comunità e sulle persone qui a livello locale”, ha affermato Thompson. “E quale modo migliore per farlo se non amare e sostenere le nostre truppe”.

SUI CERCHI PER LA SETTIMANA DELLE TRUPPE:

Ogni anno, la famiglia Mavs e NBA si riunisce per Hoops for Troops Week in occasione del Veterans Day (USA) e del Remembrance Day (Canada) per riconoscere e onorare i nostri militari in servizio attivo, i veterani e le loro famiglie. Per tutta la settimana, le squadre, i giocatori, gli allenatori e gli arbitri della NBA e della NBA G League lavoreranno a stretto contatto con i membri delle forze armate per avere un impatto positivo sulle comunità.

I Mavericks hanno diverse attivazioni durante la settimana per onorare e riconoscere i militari in servizio attivo e i veterani in patria e all’estero. Servire insieme è fondamentale nella speranza di costruire connessioni e comunità più forti nel nord del Texas. La scorsa settimana, il centro Mavs Moses Brown ha collaborato con il Texas Ramp Project per costruire due rampe per sedie a rotelle per i veterani: clicca qui per leggere.

SUL PROGETTO GUERRIERI FERITI: Dal 2003, Progetto Guerriero Ferito® (WWP) ha soddisfatto le crescenti esigenze dei guerrieri, delle loro famiglie e dei caregiver, aiutandoli a raggiungere la loro più alta ambizione. Scopri di più.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.