La proposta di assistenza sanitaria universale ottiene il primo test in California Leave a comment


SACRAMENTO, California (AP) — Martedì i legislatori della California inizieranno a discutere se creare il primo sistema sanitario universale della nazione, una misura chiave del fatto che la proposta abbia il supporto per passare quest’anno.

I progressisti hanno cercato per anni di creare un sistema sanitario universale finanziato dal governo per sostituire quello che si basa sull’assicurazione privata. Gli elettori hanno respinto in modo schiacciante un’iniziativa elettorale del 1994 che avrebbe creato un sistema sanitario universale. Un altro tentativo è passato al Senato dello stato nel 2017, ma è morto nell’Assemblea statale senza un piano di finanziamento allegato.

Quest’anno, i Democratici nell’Assemblea statale hanno presentato due progetti di legge: uno che creerebbe il sistema sanitario universale e ne stabilirebbe le regole, l’altro spiega come pagare tutto aumentando le tasse su alcuni individui più ricchi e aziende più grandi.

Il primo disegno di legge è quello che verrà ascoltato martedì davanti al Comitato per la salute dell’Assemblea, dove il presidente Jim Wood, un democratico di Santa Rosa, ha già detto che voterà a favore. Poiché la proposta è stata presentata l’anno scorso, deve essere approvata dall’Assemblea statale entro la fine di gennaio per avere la possibilità di diventare legge quest’anno.

L’assistenza sanitaria universale è stata dibattuta per decenni negli Stati Uniti, l’ultima volta durante le primarie presidenziali democratiche del 2020 durante la campagna del senatore statunitense Bernie Sanders. Ma non si è mai avvicinato al superamento al Congresso. I legislatori statali nel Vermont hanno tentato senza successo di implementare il proprio sistema sanitario universale. E il legislatore dello stato di New York ha considerato un piano simile.

I sostenitori in California stanno adottando una strategia divide et impera quest’anno. Sperano che separare l’idea di un sistema sanitario universale dalla questione di come pagarlo darà loro maggiori possibilità di far passare i conti e, infine, convincere gli elettori ad approvarlo.

“Possiamo discutere la politica. Se qualcuno dice: ‘Come lo pagheremo?’ Bene, queste sono due questioni diverse ora”, ha affermato il membro dell’Assemblea Ash Kalra, un democratico di San Jose e autore di entrambe le proposte. “Se possiamo concordare una politica e far approvare quella politica, allora diventa più reale. Quindi stai effettivamente dicendo agli elettori per cosa stanno votando. Questo è davvero importante”.

Gli avversari, tuttavia, sono determinati a tenere insieme le due questioni.

“Nel comitato per la salute, attendo con impazienza un’intensa discussione sugli impatti della medicina socializzata in California, tra cui: quante tasse aumenteranno sulla classe media”, ha affermato Marie Waldron, leader dell’Assemblea repubblicana.

Il piano per l’assistenza sanitaria universale richiede almeno un voto di due terzi in entrambe le camere della legislatura statale. Successivamente, gli elettori devono approvarlo in un’elezione in tutto lo stato. I democratici hanno ampie maggioranze, ma convincerli tutti a sostenere gli aumenti delle tasse necessari per pagare il piano sarà difficile. La California Taxpayers Association, che si oppone al piano, afferma che aumenterebbe le tasse di 163 miliardi di dollari all’anno su imprese e privati.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *