La politica pandemica costringe a cacciare centinaia di funzionari della sanità pubblica Leave a comment


Lee Norman, il più alto funzionario sanitario del Kansas, è stato schietto nelle sue valutazioni pubbliche del pandemia di coronavirus.

Ha tenuto briefing giornalieri con severi avvertimenti su Covid-19 che spesso metterlo in disaccordo con la legislatura statale controllata dal GOP, che ha recentemente privato la governatrice democratica Laura Kelly della sua capacità di imporre restrizioni in tutto lo stato.

Ma il mese scorso, quando i legislatori erano pronti a indebolire i poteri di emergenza di Kelly, Norman si è dimesso da capo del Dipartimento della salute e dell’ambiente. In seguito ha detto al Servizio di notizie del Kansas che il governatore, che lo aveva nominato alla guida dell’agenzia, gli aveva chiesto di dimettersi.

Come Norman, centinaia di funzionari sanitari statali e locali in tutto il paese si sono ritirati, si sono dimessi o sono stati espulsi tra il rancore partigiano per la pandemia, affermano gli esperti.

“Penso che non stavo promuovendo la loro causa, ma stavo promuovendo la causa della salute pubblica”, ha detto in un’intervista telefonica, riferendosi sia ai repubblicani di stato che a Kelly. “Potrei essere stato un agnello sacrificale, ma non ho modo di saperlo con certezza.”

L’ufficio di Kelly non ha risposto a una richiesta di commento.

Lori Tremmel Freeman, CEO della National Association of County and City Health Officials, ha dichiarato a NBC News che più di 500 funzionari della sanità pubblica sono stati espulsi o hanno lasciato il lavoro dai primi giorni della pandemia.

“Per noi vedere questo livello di fatturato è davvero difficile, difficile per la comunità e difficile per la nostra risposta”, ha detto Freeman. “Non abbiamo molte persone in fila per prendere le posizioni perché sono difficili. E, naturalmente, più parliamo di come sono un bersaglio, con minacce e intimidazioni e altre cose, meno allettanti quelle posizioni suonano.”

Oltre agli attacchi partigiani, alcuni funzionari hanno affermato che i problemi di sicurezza hanno portato alle loro dimissioni.

In Missouri, il direttore del Dipartimento della salute della contea di Franklin si è dimesso questa settimana, citando minacce rivolte a lei e alla sua famiglia.

“Le aggressioni verbali quotidiane, le minacce di violenza e persino le minacce di morte dirette al dipartimento, alla mia famiglia e a me personalmente per aver eseguito gli ordini che mi è stato ordinato di seguire, non sono solo insopportabili, sono inaccettabili”, ha scritto Angie Hitson nel suo lettera di dimissioni. “Dimettersi non è stata una decisione facile per me, anzi è stata una decisione che ho sentito di dover prendere per la mia sicurezza e il mio benessere”.

Nichole Quick, capo dell’ufficio sanitario di Orange County, California, rassegnato nel giugno 2020 dopo che i manifestanti hanno mostrato una sua foto modificata con baffi e svastiche alla Hitler. Un altro critico ha letto ad alta voce il discorso di casa del funzionario in un incontro pubblico. Quick era stato dietro il primo mandato di mascheratura della contea, emesso settimane prima.

Altri funzionari, in stati come Montana, New York, Oklahoma e Texas, hanno affermato di aver lasciato il lavoro a causa di minacce persistenti e della mancanza di sostegno da parte dei legislatori o di altri leader di governo.

In un sondaggio nazionale di circa 26.000 persone che lavorano nella sanità pubblica a livello statale, tribale e locale, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno rilevato che circa il 12% degli intervistati ha dichiarato di aver ricevuto minacce legate al lavoro dall’inizio della pandemia; quasi il 25% ha dichiarato di essersi sentito vittima di bullismo, minacciato o molestato a causa del proprio lavoro.

Oltre a ciò, più di 13.000 lavoratori hanno dichiarato al CDC di aver sperimentato almeno una grave condizione di salute mentale, come depressione, ansia, pensieri suicidi e disturbo da stress post-traumatico.

L’esodo dei funzionari della sanità pubblica sta sollevando preoccupazioni con esperti come Freeman sulla capacità del paese di rispondere alla variante dell’omicron altamente trasmissibile, che sta mettendo a dura prova il sistema sanitario nazionale.

“La nostra forza lavoro della sanità pubblica ha perso oltre 20 percento dei suoi lavoratori nell’ultimo decennio a causa del disinvestimento, quindi queste perdite si aggiungono alle perdite sul campo”, ha affermato Freeman. “E mentre ci dirigiamo verso omicron e sentiamo sempre di più la gravità della trasmissione, ci preoccupiamo della capacità dei nostri dipartimenti sanitari locali di continuare a rispondere”.

Tuttavia, alcuni sostenitori affermano che la pandemia ha offerto ai funzionari l’opportunità di riconnettersi con le loro comunità e insegnare alle persone il loro ruolo.

“Dobbiamo assicurarci che le persone capiscano cosa facciamo e come le proteggiamo”, ha affermato Georges Benjamin, direttore esecutivo dell’American Public Health Association, in un’intervista telefonica.

Allo stesso tempo, ha detto: “Chiunque pensa che ci sveglieremo all’improvviso tra due mesi e le cose andranno come erano due anni fa, si sta prendendo in giro”.

Per alcuni funzionari della sanità pubblica, il contraccolpo alle loro raccomandazioni Covid può essere fonte di confusione.

Lisa Macon, direttrice sanitaria locale per le contee di Granville e Vance nella Carolina del Nord, ha affermato che anche se “siamo abituati ad avere un buon dialogo attraverso le linee politiche per la maggior parte del tempo” in uno stato con un governatore democratico e una legislatura repubblicana, “è ancora davvero impegnativo.”

“È difficile capire come le persone siano contrarie alle cose che hanno lo scopo di rendere le persone sicure e salvare vite e tenere le persone fuori dall’ospedale e prevenire malattie e morte”, ha affermato Macon, che è anche presidente della National Association of County and City Ufficiali Sanitari. “Faccio fatica a capirlo se non sappiamo che stiamo avendo guerre politiche e culturali in questo momento”.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.