La Multistrada raggiunge il suo apice: il tuttofare Ducati si aggiorna su telaio, elettronica e altro Leave a comment



1 di 8

Queste sono le prime immagini ufficiali della nuova versione Pikes Peak potenziata dalle prestazioni della già brillante Multistrada V4 di Ducati.

E, con il suo nuovo forcellone monobraccio, più leggero, ruote da 17 pollici, geometria dello sterzo rivista, elettronica migliorata e una posizione di guida più sportiva, per non parlare della livrea della MotoGP, non abbiamo motivo di dubitare dell’affermazione dell’azienda italiana secondo cui è il ” la Multistrada più sportiva di sempre”.

Articoli correlati su MCN

Come i precedenti modelli Pikes Peak (il primo in arrivo nel 2011, il più recente il V-twin da 1260 158 CV del 2019), la nuova moto è ispirata (e prende il nome) dal successo di Ducati nella cronoscalata americana, anche se la gara ora esclude le bici a seguire Il tragico e fatale incidente del pilota Ducati Carlin Dunne nel 2019.

Ducati Multistrada V4 Pikes Peak su strada

Come quei predecessori, la nuova Pikes Peak presenta una livrea replica da gara (in questo caso ispirata alla MotoGP) e uno stile rivisto che include un cupolino fumé, sedile bicolore nero/rosso completo di logo V4, oltre a Ducati Corse in stile gara distintivo sul “becco” anteriore.

Ci sono cambiamenti più grandi sotto la sua pelle. Sebbene il motore Granturismo da 170 CV della Multistrada V4 sia invariato, la Pikes Peak è dotata di un silenziatore Akrapovic in titanio e carbonio omologato per la strada e ottiene una modalità di guida Race aggiuntiva, una novità per la famiglia Multistrada V4.

Ciò consente un intervento più graduale del limitatore di giri, come auspicabile quando si guida forte agli alti regimi, una risposta dell’acceleratore ancora più diretta e una nuova impostazione del cambio rapido per consentire scalate più aggressive.

Ducati Multistrada V4 Pikes Peak sul lato destro della pista

Ma i cambiamenti più grandi riguardano il telaio della moto. Concepita esclusivamente come macchina da strada e da pista, la Pikes Peak ha una ruota anteriore da 17 pollici in stile stradale (i precedenti MTS V4 usavano da 19 pollici), mentre sia i cerchi anteriori che quelli posteriori sono in alluminio forgiato Marchesini che risparmiano 2,7 kg rispetto a quelli del Multistrada V4 S e contribuiscono alla riduzione del peso complessivo del PP di 4 kg. Quelle ruote da 17 pollici consentono anche l’uso di pneumatici sportivi negli allestimenti 120/70 e 190/55.




Anche il telaio monoscocca della Multistrada V4 è stato rivisto nella geometria dello sterzo per compensare le nuove dimensioni delle ruote, con un rastrello ora di 25,75º rispetto ai 24,5º della S.

Anche i freni sono leggermente migliorati, comprendendo doppi dischi da 330 mm e pinze Brembo Stylema di alta qualità della Multistrada V4 S, ma ora con le pastiglie più orientate alla gara della Panigale V4 superbike. Mentre il nuovo forcellone monobraccio è un’altra novità assoluta su una Multistrada V4.

Ducati Multistrada V4 Pikes Peak impennata

Infine, la Pikes Peak ottiene anche una posizione di guida notevolmente rivista, destinata ad essere più sportiva rispetto alla Multistrada V4 standard e comprendente pedane più alte e più arretrate e un manubrio più basso e più stretto.

Altrove, la Pikes Peak eredita la maggior parte delle attrezzature leader della categoria dalla Multistrada V4 S, tra cui le sospensioni semi-attive Ohlins, l’Adaptive Cruise Control (ACC) controllato dal radar e il cruscotto TFT a colori da 6,5 ​​pollici.

Nessun prezzo è stato ancora rivelato, ma il Pikes Peak è atteso nei rivenditori già a dicembre.


A Peak-y blinder: Ducati Multistrada V4 Pikes Peak guidata prima dell’uscita del 2022

Pubblicato per la prima volta il 27 settembre 2021 da Adam Child

Ducati Multistrada V4 Pikes Peak in pista

La nuova Ducati Pikes Peak V4 sarà la Multistrada più potente e sportiva vista finora quando sarà in vendita il prossimo anno.

Articoli correlati su MCN

Sebbene Ducati si rifiuti di confermare le specifiche finali della nuova Multi, un giro di prova esclusivo su un prototipo di mulo di prova sul circuito di Modena, nel nord Italia, ha confermato il passaggio a ruote da 17 pollici e sospensioni Öhlins semi-attive.

Una versione ottimizzata dello straordinario propulsore Granturismo V4 dovrebbe produrre una frazione di potenza in più rispetto ai 168 CV ​​dell’attuale Multistrada V4.

La Ducati ha optato per le sospensioni Öhlins semi-attive a corsa più corta invece degli elementi Skyhook Marzocchi trovati sul 2021 Multistrada V4S e V4 Sport. La configurazione appare simile al sistema Öhlins Smart EC 2.0 visto sul Ducati Panigale V4S.

Ducati Multistrada V4 Pikes Peak lato sinistro




La nuova moto mantiene tre delle modalità di guida standard della Multistrada (Sport, Touring e Urban), con la modalità Enduro sostituita da una modalità Race incentrata sulla pista. C’è anche una serie aggiornata di ausili per il pilota, tra cui il controllo della trazione sensibile all’inclinazione e l’ABS, oltre al controllo dell’impennata e un cambio rapido su e giù.

Sebbene non ci siano ancora informazioni sul peso della nuova bici e sulle dimensioni del telaio, l’altezza della sella sembra sicuramente inferiore allo standard.

In pista il Pikes Peak è in una lega diversa dal convenzionale Multi V4. Equipaggiato con Pirelli SC1 slick per il nostro test, è stato incredibilmente stabile in frenata brusca e ha reso il lavoro leggero anche nelle curve più lente.

Ducati Multistrada V4 Pikes Peak in pista

Teso e preciso, ha anche cambiato rapidamente direzione sulle sue ruote da 17 pollici e, a bordo, era chiaro che la Ducati aveva ridotto le masse non sospese e forse anche il peso complessivo della moto. È davvero incredibilmente facile lanciare il Pikes Peak da un lato all’altro.

In modalità Sport è veloce ma non aggressivo, e anche nella modalità Race più nitida è ancora gestibile e divertente da guidare. È una strana sensazione guidare una Multistrada al limite su una pista – e non c’è alcun travestimento che questa sia una grande moto.

Ma quando sarà in vendita il prossimo anno, sarà in grado di scatenarsi in un gruppo veloce in pista e, dato che si tratta di una Multistrada, in seguito offrirà un fantastico giro a casa.


Spyshots: Ducati Multistrada V4 focalizzata su strada e pista in arrivo

Pubblicato per la prima volta il 26 maggio 2021 da Jordan Gibbons

Ducati Multistrada V$ Pikes Peak spyshot

Sono emerse foto spia che mostrano che la Ducati sta testando una nuova versione della V4 Multistrada, che dovrebbe essere una prestazione ancora migliore sulle cose nere. Da quando è stato rilasciato l’ultimo V4 Multi, circolavano voci su una versione ad alte prestazioni.

Articoli correlati su MCN




Il precedente 1260 aveva un’edizione “Pikes Peak” top di gamma, tuttavia da allora la gara non corre più e i doveri super nudi sono andati al Streetfighter V4, si presumeva che la macchina fosse stata consegnata ai libri di storia. Ora questi scatti mostrano che Ducati sembra essere al lavoro su un nuovo sostituto.

Il più grande cambiamento tra questo modello e il V4 Multistrada di serie è la ruota anteriore da 17 pollici e il forcellone monobraccio. Quando il Multistrada è stata lanciata per la prima volta come una tourer sportiva verticale, una ruota anteriore da 17 pollici era la scelta naturale se dovevi montare pneumatici sportivi.

Tuttavia, poiché la qualità dei frontali da 19 pollici è migliorata e le persone sono state attratte da una guida più avventurosa, Ducati ha montato un frontale da 19 pollici sulla V4 Multistrada come soluzione migliore di entrambi i mondi. Questo ha deluso i fan più accaniti e coloro che hanno usato il loro Multi come un tourer sportivo piuttosto che una bici da avventura fuoristrada.

Allo stesso tempo, anche il forcellone monobraccio è stato abbandonato e nonostante l’unità bibraccio sia probabilmente migliore, il forcellone monobraccio è un marchio Ducati e ad alcuni proprietari è mancato.

Ducati Multistrada V4 road-focused versione spyshot posteriore

È anche chiaro da queste fotografie che Ducati è rimasta fedele all’etica focalizzata sulle prestazioni dell’edizione Pikes Peak. La sospensione elettronica Skyhook è andata a favore di Öhlins completamente regolabili per attirare i motociclisti che non vogliono mai andare fuori strada mentre un set di Brembo Stylema sembra mordere un set di dischi da 330 mm, entrambi dello Streetfighter V4.

Interessante anche il fatto che Ducati ovviamente veda il BMW S1000XR come la concorrenza, come sono stati visti testare back-to-back contro di essa in pista.

La BMW ha l’opzione per le sospensioni elettroniche, quindi resta da vedere se la Ducati si allargherà e offrirà questo come opzione per la versione con ruote da 17 pollici.

Non ci sono state notizie da Ducati su questo nuovo modello, ma immaginiamo che cercheranno di svelarlo più avanti nel 2021 per un lancio nel 2022. Il Pikes Peak è sempre stato il top della gamma, quindi aspettati che questa versione V4 sia la parte migliore di £ 21.000 in assetto standard, con molti accessori in offerta per tentare anche te.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.