La Francia ritarda il mandato vax per gli operatori sanitari nei Caraibi Leave a comment


Di Benoit Van Overstraeten, Sudip Kar-Gupta e Tassilio Hummel | Reuters

PARIGI – La Francia ha rinviato l’attuazione di un mandato di vaccinazione COVID-19 per gli operatori sanitari in Martinica e Guadalupa dopo che la misura ha suscitato proteste diffuse nei territori francesi in cui agenti di polizia sono stati feriti e giornalisti attaccati.

Le due isole caraibiche sono state colpite da disordini nell’ultima settimana dopo che il governo francese ha imposto misure più severe per frenare la diffusione del virus.

Le vaccinazioni obbligatorie per gli operatori sanitari, una misura già introdotta nel continente francese, avevano alimentato il risentimento tra la popolazione nera a maggioranza delle isole.

Il ministero della salute francese ha dichiarato in una dichiarazione dopo una riunione del governo di crisi venerdì di aver deciso di posticipare al 31 dicembre “la finalizzazione dell’attuazione del mandato del vaccino” in Martinica e Guadalupa.

Aveva messo in congedo non retribuito coloro che hanno rifiutato l’inoculazione, ma ora dice che darà a coloro che sono stati sospesi più tempo per il “dialogo” individuale con i loro manager pur continuando a essere retribuiti.

Alcuni sulle isole hanno definito il mandato un ritorno all’era della schiavitù in Francia, insistendo sul fatto che dovrebbe essere consentito loro di fare le proprie scelte sul trattamento sanitario.

L’incontro del governo francese è avvenuto mentre i disordini in Martinica erano ancora in corso, ha detto una fonte vicina al ministro francese d’oltremare.

“La scorsa notte è stata chiaramente più intensa delle notti precedenti”, ha detto venerdì a Reuters un portavoce locale dello stato francese.

Il ministro dell’Interno francese Gerald Darmanin ha affermato che le autorità della Martinica e della Guadalupa hanno effettuato 10 arresti dopo che i colpi sono stati sparati giovedì notte, ferendo diverse persone.

Giornalisti della televisione francese, agenzie di stampa e fotografiche sono stati attaccati giovedì sera, ha affermato il gruppo mediatico Altice in una nota, confermando le precedenti osservazioni del ministro. Un agente di polizia è rimasto gravemente ferito e ha avuto bisogno di un intervento chirurgico, hanno detto le autorità locali.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.