India, ADB firma un prestito di 300 milioni di dollari per migliorare l’assistenza sanitaria di base in India Leave a comment


NUOVA DELHI : Il governo dell’India e la Banca asiatica di sviluppo (ADB) hanno firmato un prestito di 300 milioni di dollari per rafforzare e migliorare l’accesso all’assistenza sanitaria di base completa nelle aree urbane di 13 stati che beneficeranno oltre 256 milioni di abitanti delle città, di cui 51 milioni provenienti dalle baraccopoli.

Rajat Kumar Mishra, Segretario aggiuntivo, Dipartimento degli affari economici del Ministero delle finanze, ha firmato per il governo indiano l’accordo per il rafforzamento dell’assistenza sanitaria primaria completa e la preparazione alla pandemia nelle aree urbane mentre Takeo Konishi, direttore nazionale della missione residente in India di ADB, firmato per ADB.

Dopo aver firmato l’accordo di prestito, Mishra ha affermato che il programma sostiene le principali iniziative sanitarie del governo indiano – Ayushman Bharat Health and Wellness Centers (AB-HWC) e Pradhan Mantri Atmanirbhar Swasth Bharat Yojana (PM-ASBY) – che è stato ribattezzato Pradhan Mantri Ayushman Bharat Health Infrastructure Mission (PM-ABHIM) – ampliando la disponibilità e l’accesso a servizi di assistenza sanitaria di base di qualità, in particolare per le popolazioni vulnerabili nelle aree urbane.

Il programma Ayushman Bharat, lanciato nel 2018, mira a migliorare l’accesso all’assistenza sanitaria di base completa come strategia chiave per ottenere una copertura sanitaria universale in India. Con la diffusione della pandemia di covid-19 che ha esercitato ulteriore pressione sul sistema sanitario del paese, il governo ha lanciato PM-ASBY in seguito ribattezzato PM-ABHIM nell’ottobre 2021 per adottare un approccio a lungo termine al rafforzamento del sistema per prepararsi a future pandemie e altre emergenze.

“Garantire un accesso equo all’assistenza sanitaria di base non covid-19 è fondamentale tra le sfide poste dalla pandemia di coronavirus al sistema sanitario indiano”, ha affermato Konishi. “Il programma integra gli sforzi del governo per colmare le lacune nell’assistenza sanitaria rafforzando la capacità istituzionale, il funzionamento , e la gestione dei centri di salute e benessere urbani a livello centrale, statale e comunale.”

Il programma sarà implementato nelle aree urbane di 13 stati: Andhra Pradesh, Assam, Chhattisgarh, Gujarat, Haryana, Jharkhand, Karnataka, Madhya Pradesh, Maharashtra, Rajasthan, Tamil Nadu, Telangana e West Bengal. Oltre alla risposta alla pandemia, gli interventi attraverso il programma promuovono un maggiore utilizzo degli HWC urbani con la fornitura di pacchetti completi di assistenza sanitaria di base, comprese le malattie non trasmissibili e servizi di sensibilizzazione della comunità come attività di sensibilizzazione sulle opzioni di assistenza sanitaria, in particolare per le donne. I sistemi di fornitura e di informazione sanitaria per l’assistenza sanitaria di base saranno aggiornati attraverso strumenti digitali, meccanismi di garanzia della qualità e coinvolgimento e partnership con il settore privato.

Il programma è supportato da una sovvenzione di assistenza tecnica di 2 milioni di dollari dal Fondo giapponese per la riduzione della povertà di ADB per fornire supporto per l’implementazione e il coordinamento del programma, lo sviluppo delle capacità, l’innovazione, la condivisione delle conoscenze e l’applicazione di migliori pratiche scalabili in tutto il sistema sanitario.

Iscriviti a Newsletter alla menta

* Inserisci un’email valida

* Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter.

Non perdere mai una storia! Rimani connesso e informato con Mint.
Scarica
la nostra App ora!!



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.