Il Regno Unito registra il numero più alto di casi COVID dall’inizio della pandemia in mezzo all’avvertimento del capo della sanità Leave a comment


LONDRA (AP) – Il Regno Unito ha registrato il più alto numero di nuove infezioni confermate da COVID-19 mercoledì dall’inizio della pandemia e il chief medical officer dell’Inghilterra ha avvertito che la situazione potrebbe peggiorare poiché la variante omicron guida una nuova ondata di malattie durante il Natale vacanze.

Il professor Chris Whitty ha descritto la situazione attuale come due epidemie in una, con infezioni da omicroni in rapido aumento anche se il paese continua a lottare con la vecchia variante delta, che sta ancora causando un gran numero di infezioni. I funzionari della sanità pubblica si aspettano che l’omicron diventi la variante dominante in tutto il Regno Unito entro pochi giorni. Omicron rappresenta già la maggioranza dei casi a Londra.

Il Regno Unito ha registrato 78.610 nuove infezioni mercoledì, il 16% in più rispetto al precedente record stabilito a gennaio. Mentre gli scienziati stanno ancora studiando i rischi posti dalla variante altamente trasmissibile dell’omicron, Witty ha affermato che il pubblico dovrebbe prepararsi affinché le cifre continuino a salire nelle prossime settimane.

“Ci sono molte cose che non sappiamo”, ha detto Whitty. “Ma tutte le cose che sappiamo sono cattive, la principale è la velocità con cui si sta muovendo. Si sta muovendo a un ritmo assolutamente fenomenale”.

I commenti sono arrivati ​​il ​​giorno in cui il governo del Regno Unito ha implementato nuove regole che ordinano di indossare maschere nella maggior parte degli ambienti interni in Inghilterra e richiedono una prova di vaccinazione o un test negativo del coronavirus per entrare nei locali notturni e nei grandi eventi affollati.

Anche la Gran Bretagna sta accelerando il suo programma nazionale di vaccinazione, con l’obiettivo di offrire una dose di richiamo a ogni adulto entro la fine di dicembre. Il governo ha detto che entro pochi giorni aprirà nuovi centri di vaccinazione di massa negli stadi sportivi di tutto il paese, tra cui Wembley, lo stadio nazionale di calcio da 90.000 posti a Londra.

Whitty consigliava alle persone di limitare i propri contatti sociali, dando priorità a quelli più importanti.

“Temo che ci sarà un numero crescente di pazienti con omicron che andranno al servizio sanitario nazionale, che andranno in ospedale, che andranno in terapia intensiva e rapporti esatti che non conosciamo ancora, ma ci saranno numeri sostanziali”, ha detto. “Questo inizierà a diventare evidente, a mio avviso, abbastanza presto dopo Natale”.

Nonostante l’aumento delle infezioni, i decessi giornalieri correlati al coronavirus nel Regno Unito sono ben al di sotto del picco dello scorso inverno. La Gran Bretagna ha registrato 165 morti mercoledì, rispetto al record di 1.820 del 20 gennaio.

I funzionari della sanità pubblica attribuiscono alla vaccinazione diffusa l’indebolimento del legame tra infezioni da COVID-19, ricoveri e decessi.

Nel frattempo, la Gran Bretagna sta procedendo con un’inchiesta pubblica su come il governo ha risposto alla pandemia. Mercoledì il primo ministro Boris Johnson ha annunciato che Heather Hallett, ex giudice della Corte d’appello, presiederà l’inchiesta, che dovrebbe iniziare la prossima primavera.

“Porta una vasta esperienza nel ruolo e so che condivide la mia determinazione che l’inchiesta esamini in modo forense e approfondito la risposta del governo alla pandemia”, ha affermato Johnson.

Dopo le pressioni delle famiglie in lutto, Johnson ha accettato di condurre un’inchiesta sulla gestione della pandemia da parte del suo governo, che ha causato la morte di oltre 146.000 persone in Gran Bretagna, il bilancio più alto in Europa dopo la Russia. L’inchiesta avrà il potere di citare prove e di interrogare i testimoni sotto giuramento.

Il gruppo di pressione Bereaved Families for Justice ha affermato che l’annuncio di un presidente è stato un “passo positivo” ma “arriva troppo tardi”.

“Abbiamo chiesto un’inchiesta dalla fine della prima ondata e non sapremo mai quante vite avrebbero potuto essere salvate se il governo avesse avuto una rapida fase di revisione nell’estate 2020”, ha affermato Matt Fowler, co- fondatore. “Con la variante omicron su di noi, l’inchiesta non può davvero arrivare abbastanza presto.”

Hallett ha detto che avrebbe consultato le famiglie in lutto e altri sui termini di riferimento dell’inchiesta.

“Farò del mio meglio per garantire che l’inchiesta risponda a quante più domande possibili sulla risposta del Regno Unito alla pandemia in modo che tutti noi possiamo imparare lezioni per il futuro”, ha affermato.

Hallett ha supervisionato le inchieste sulla morte di 52 persone uccise negli attentati del 7 luglio 2005 sul sistema di transito di Londra. Il mese scorso, è stata nominata per condurre un’inchiesta sulla morte di Dawn Sturgess, morta nel 2018 dopo essere stata esposta a Novichok, l’agente nervino di fabbricazione sovietica utilizzato per avvelenare l’ex spia russa Sergei Skripal nella città inglese di Salisbury.

A causa della posizione di Hallett con l’indagine COVID-19, il governo prevede di trovare qualcun altro che guidi l’inchiesta per esplorare le accuse di coinvolgimento russo nella morte di Sturgess.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.