Il governo prevede che la produzione elettronica indiana raggiunga i 300 miliardi di dollari: MoS IT Leave a comment


Il governo prevede che il settore manifatturiero dell’elettronica indiano cresca fino a circa 300 miliardi di dollari (circa Rs 22,5 lakh crore) entro il 2024-25, ministro di Stato per l’elettronica e l’informatica detto venerdì.

Parlando a un evento del Public Affairs Forum of India (PAFI), il ministro ha affermato che il governo sta guardando oltre i dispositivi e la comunicazione, con piani di espansione che guardano alle apparecchiature e ai sistemi e oltre alle apparecchiature automobilistiche e mediche.

Chandrasekhar ha detto che nel 2014-15 la produzione di elettronica nel paese era di circa Rs 1,8 lakh crore, che è cresciuta fino a Rs 5,5 lakh crore in cinque anni.

L’elettronica è la seconda merce più scambiata dopo gli idrocarburi e il petrolio, ha osservato.

“Siamo stati giocatori marginali per decenni, ma siamo cresciuti grazie a un’azione politica molto precisa…”, ha detto Chandrasekhar.

Ha inoltre affermato che nel mercato globale dell’elettronica da 1,5 trilioni di dollari, dove c’è clamore per una catena di approvvigionamento diversificata e affidabile, il governo ha ora deciso che l’India dovrebbe essere un attore significativo in quello spazio.

“Le nostre ambizioni sono ragionevoli. Riteniamo che entro il 2024-25 vogliamo raggiungere circa 250-300 miliardi di dollari di produzione di elettronica in India”, ha affermato Chandrasekhar.

La politica elettronica nazionale aveva fissato l’obiettivo di creare un ecosistema di produzione di elettronica da 400 miliardi di dollari entro il 2025.

Il ministro ha anche affermato che l’India sarà un fornitore molto importante di beni e servizi affidabili per il mercato globale.

Ha detto che ad un certo punto, in un futuro non così lontano, anche l’India avrà la capacità di produrre semiconduttori.

(Solo il titolo e l’immagine di questo rapporto potrebbero essere stati rielaborati dallo staff di Business Standard; il resto del contenuto è generato automaticamente da un feed in syndication.)

Caro lettore,

Business Standard si è sempre adoperata per fornire informazioni e commenti aggiornati sugli sviluppi che interessano l’utente e che hanno implicazioni politiche ed economiche più ampie per il paese e il mondo. Il tuo incoraggiamento e il tuo feedback costante su come migliorare la nostra offerta hanno solo rafforzato la nostra determinazione e il nostro impegno verso questi ideali. Anche durante questi tempi difficili derivanti dal Covid-19, continuiamo a rimanere impegnati a tenervi informati e aggiornati con notizie credibili, punti di vista autorevoli e commenti incisivi su temi di attualità e di attualità.
Tuttavia, abbiamo una richiesta.

Mentre combattiamo l’impatto economico della pandemia, abbiamo ancora più bisogno del tuo supporto, in modo da poter continuare a offrirti più contenuti di qualità. Il nostro modello di abbonamento ha visto una risposta incoraggiante da parte di molti di voi che si sono abbonati ai nostri contenuti online. Più abbonamenti ai nostri contenuti online possono solo aiutarci a raggiungere gli obiettivi di offrirti contenuti ancora migliori e più pertinenti. Crediamo in un giornalismo libero, equo e credibile. Il tuo supporto attraverso più abbonamenti può aiutarci a praticare il giornalismo in cui ci impegniamo.

Sostieni il giornalismo di qualità e iscriviti a Business Standard.

Editor digitale





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *