Il governo prevede che la produzione di elettronica indiana raggiunga 300 miliardi di dollari entro il 2024-2025: Mos It Leave a comment


Il governo prevede che il settore manifatturiero dell’elettronica indiano cresca fino a circa 300 miliardi di dollari (circa Rs 22,5 lakh crore) entro il 2024-25, ha dichiarato venerdì il ministro di Stato per l’elettronica e l’informatica Rajeev Chandrasekhar.

Parlando a un evento del Public Affairs Forum of India (PAFI), il ministro ha affermato che il governo sta guardando oltre i dispositivi e la comunicazione, con piani di espansione che guardano alle apparecchiature e ai sistemi e oltre alle apparecchiature automobilistiche e mediche.

Chandrasekhar ha detto che nel 2014-15 la produzione di elettronica nel paese era di circa Rs 1,8 lakh crore, che è cresciuta fino a Rs 5,5 lakh crore in cinque anni. L’elettronica è la seconda merce più scambiata dopo gli idrocarburi e il petrolio, ha osservato. “Siamo stati giocatori marginali per decenni, ma siamo cresciuti grazie a un’azione politica molto precisa…”, ha detto Chandrasekhar.

Ha inoltre affermato che nel mercato globale dell’elettronica da 1,5 trilioni di dollari, dove c’è clamore per una catena di approvvigionamento diversificata e affidabile, il governo ha ora deciso che l’India dovrebbe essere un attore significativo in quello spazio. “Le nostre ambizioni sono ragionevoli. Riteniamo che entro il 2024-25 vogliamo raggiungere circa 250-300 miliardi di dollari di produzione di elettronica in India”, ha affermato Chandrasekhar.

La politica nazionale sull’elettronica aveva fissato l’obiettivo di creare un ecosistema di produzione di elettronica da 400 miliardi di dollari entro il 2025. Il ministro ha anche affermato che l’India sarà un fornitore molto importante di beni e servizi affidabili per il mercato globale. Ha detto che ad un certo punto, in un futuro non così lontano, anche l’India avrà la capacità di produrre semiconduttori.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.