Il documento Apple suggerisce che Sony ha preso in considerazione la possibilità di portare il servizio di gioco PS Now sui dispositivi mobili Leave a comment


Nel 2017, Sony stava pianificando di lanciare il servizio di cloud gaming PlayStation Now sui telefoni cellulari, secondo un documento trapelato proveniente dal processo Epic v. Apple di Il Verge.

playstation adesso
Un documento Apple fa riferimento a una “estensione mobile non annunciata di un servizio di streaming esistente per gli utenti PlayStation, che consente l’accesso in streaming a oltre 450 giochi PS3 per iniziare, con i giochi PS4 da seguire”.

Nessuna tale espansione del dispositivo mobile si è mai materializzata. PS Now è ancora disponibile, offrendo giochi per PS4, PS3 e PS2 che possono essere riprodotti su PS5, PS4 o PC Windows, ma non c’è mai stata una versione per iOS o Android, né PlayStation l’ha resa disponibile per Mac.

Apple potrebbe aver discusso di PS Now perché all’epoca aveva iniziato a lavorare sul Arcade di mele servizio di gioco lanciato alla fine nel 2019.

Sony ha iniziato presto a giocare nel cloud con PS Now. È stato lanciato nel 2014, anni prima che i suoi concorrenti lavorassero su offerte di cloud gaming. GEForce NOW è seguito nel 2015 in versione beta, ma Google Stadia non è stato lanciato fino al 2019 e Xbox Cloud Gaming non è uscito fino al 2020.

Non è chiaro perché Sony non abbia mai seguito una versione mobile di PS Now, poiché il software sarebbe stato lanciato prima che Apple introducesse rigide regole di cloud gaming nel App Store con il debutto di Google Stadia e Xbox Cloud Gaming. Il Verge ipotizza che Sony abbia deciso che non valeva la pena affrontare Apple in quel momento, o che Sony potrebbe aver deciso di concentrarsi invece sulle vendite di console.

Sony dispone di Remote Play per accedere ai giochi Sony su vari dispositivi, ma Remote Play richiede una console PlayStation, mentre PS Now no. Le voci suggeriscono che Sony potrebbe in futuro svelare un servizio di cloud gaming aggiornato per rivale Xbox Game Pass, ma non è chiaro se il nuovo servizio arriverà sui dispositivi mobili. In tal caso, probabilmente Sony dovrà seguire la strada intrapresa da Microsoft e Google, offrendo una soluzione basata sul Web su iPhone e iPad.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.