Il deposito del modulo D della SEC rivela un nuovo fondo Sisu Game Ventures da $ 50 milioni rivolto alle startup di gioco – TechCrunch Leave a comment


Secondo un deposito del modulo D della SEC, Sisu Game Ventures, un fondo Pre-Seed e Seed che investe in startup di gioco ha raccolto 50 milioni di dollari prima chiusura del suo nuovo fondo. Tuttavia, la società ha rifiutato di commentare.

Paul Braigel di Sisu, lanciato nel 2014, ha tuttavia commentato che l’azienda ha effettuato diversi investimenti durante l’estate, inclusa la nuova impresa del fondatore di Zynga. I membri del team Sisu sono stati coinvolti come imprenditori, operatori e investitori in aziende come Remedy, Unity, Disney, Niantic, Funcom ed EA.

Il fondo ha finora effettuato 14 investimenti. Metà in società in portafoglio esistenti, come Resolution Games e Lightheart Entertainment, e il resto in nuove aggiunte, tra cui Theorycraft Games, Playco e Core Loop.

Braigel ha affermato che la base di investitori del fondo Sisu III proviene quasi esclusivamente dall’industria dei giochi, inclusi studi globali come Supercell, titolari di piattaforme ed editori come Sony e Ubisoft, nonché singoli fondatori di studi.

Bragiel ha dichiarato: “Un certo numero di fondatori della famiglia Sisu ha avviato molteplici iniziative di successo e questo è il tipo di fondatori che amiamo sostenere. Il nostro obiettivo è che se investiamo in un fondatore una volta, speriamo di sostenere tutte le future società che avviano”.

Sisu afferma che investe prima che un prodotto sia pronto e che le metriche siano disponibili, funziona anche con i singoli fondatori in un formato “costruttore di studi”.

Esempi recenti di questo includono Lightheart Entertainment con il loro primo gioco Mr. Autofire, così come Mainframe Industries con il loro MMO cloud-native ancora non annunciato.

Finora il fondo ha avuto 8 uscite, tra cui l’acquisizione di Small Giant Games da parte di Zynga per 700 milioni, ma anche l’acquisizione di King Hatrabbit, l’acquisizione di Helsinki Gameworks da parte di Next Games e l’acquisizione di Flaregames di Kopla Games.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.