I sistemi elettronici di somministrazione della nicotina possono aiutare alcune persone a smettere di fumare sigarette Leave a comment


Secondo un nuovo studio condotto dai ricercatori del Penn State College of Medicine e della Virginia Commonwealth University, le sigarette elettroniche con erogazione di nicotina simile alle sigarette possono aiutare alcune persone a smettere di fumare. Passando alle sigarette elettroniche, i ricercatori hanno affermato che i consumatori di tabacco possono ridurre la loro esposizione a determinati agenti cancerogeni o sostanze cancerogene.

Per sei mesi, il team di ricerca ha seguito 520 fumatori che stavano cercando di ridurre il consumo di sigarette di almeno il 50% ma non avevano intenzione di smettere. Hanno osservato se l’uso di vari sistemi di somministrazione elettronica di nicotina (ENDS) – utilizzati da circa 10 milioni di adulti statunitensi – ha portato a una riduzione del consumo di sigarette. I partecipanti hanno ricevuto in modo casuale un ENDS contenente 0 mg/mL (placebo), 8 mg/mL o 36 mg/mL di nicotina o un sostituto della sigaretta senza nicotina, elettronica o aerosol.

Durante lo studio, i ricercatori hanno incoraggiato i partecipanti a ridurre il consumo di sigarette. Alla fine dei sei mesi, un numero significativamente maggiore di partecipanti che avevano ricevuto 36 mg/mL di nicotina ENDS, che ha un’erogazione di nicotina simile a una sigaretta, ha riferito di essere rimasto astinente dalle sigarette rispetto agli altri gruppi di studio.

In generale, i tassi di abbandono erano bassi poiché nessuno dei partecipanti alla sperimentazione aveva intenzione di smettere, né ha ricevuto consigli per smettere durante quei sei mesi. Tuttavia, nel tempo, abbiamo notato che il numero di coloro che ricevevano l’alta somministrazione di nicotina FINE che si sono astenuti dalle sigarette è aumentato gradualmente. Questa tendenza non è stata osservata in coloro che hanno ricevuto il placebo ENDS o il sostituto della sigaretta non-ENDS. Questo è il primo studio clinico randomizzato sulle sigarette elettroniche a scoprire che una sigaretta elettronica alla nicotina ha prodotto un aumento significativo della cessazione dal fumo a sei mesi di follow-up, rispetto a una sigaretta elettronica con placebo e rispetto a un sostituto della sigaretta non-ENDS .”

Jonathan Foulds, autore principale e professore di scienze della salute pubblica, Penn State College of Medicine

Precedenti studi hanno esaminato gli effetti dell’ENDS sulla cessazione della sigaretta, ma i ricercatori hanno notato che molti di questi studi utilizzavano dispositivi e liquidi con profili di somministrazione di nicotina sconosciuti o non confermati.

“Uno dei punti di forza del nostro studio era che la somministrazione di nicotina dello specifico dispositivo ENDS in coppia con i diversi liquidi utilizzati in questo studio è stata confermata prima del processo”, ha affermato Thomas Eissenberg, coautore e professore alla Virginia Commonwealth University. “È evidente, in base ai nostri risultati, che FINE con una somministrazione di nicotina inefficace o meno potente probabilmente non aiuterà i partecipanti a smettere di fumare”.

I ricercatori hanno incoraggiato i partecipanti a ridurre il consumo di sigarette del 50% e poi del 75% per un periodo di sei mesi. Hanno misurato il consumo di sigarette e vari biomarcatori, come i livelli di monossido di carbonio esalato, durante otto visite di follow-up. Hanno determinato la percentuale di partecipanti in ciascun gruppo che ha riferito di non aver fumato sigarette nella settimana precedente. Alla scadenza dei sei mesi, un numero significativamente maggiore di partecipanti al gruppo di nicotina da 36 mg/mL (circa l’11%) ha riferito di aver fumato sigarette. astinenza rispetto ai gruppi 0 mg/mL (1%) e sostituti della sigaretta (3%). Circa il 5% dei partecipanti al gruppo 8 mg/mL ha riportato l’astinenza dalle sigarette al segno di sei mesi.

“Siamo rimasti sorpresi nel vedere che il gruppo da 8 mg/mL non ha avuto un tasso di abbandono significativamente più alto rispetto al gruppo placebo”, ha affermato Jessica Yingst, ricercatrice del Penn State Cancer Institute e assistente professore di scienze della salute pubblica presso il Penn State College of Medicine. . “Questi risultati indicano che se un ENDS non fornisce tanta nicotina quanto una sigaretta, allora è meno probabile che i fumatori che usano quei dispositivi si astengano dall’usare le sigarette”.

Secondo i ricercatori, la conclusione principale del loro studio è che quando le persone che cercano di ridurre il fumo provano FINE, pochi smettono di fumare a breve termine. Tuttavia, i fumatori che hanno continuato a utilizzare un ENDS con somministrazione di nicotina simile alla sigaretta (il gruppo 36 mg/mL), avevano maggiori probabilità di smettere di fumare a breve termine e passare completamente a ENDS, rispetto a quelli che hanno utilizzato un ENDS placebo. I dispositivi con somministrazione di nicotina simili a una sigaretta possono essere più efficaci nel consentire ai fumatori ambivalenti di smettere di fumare. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nicotine and Tobacco Research.

“Oltre ad avere un tasso di cessazione più elevato alla fine dello studio, il gruppo da 36 mg/mL ha anche riportato più giorni senza fumare sigarette durante lo studio rispetto agli altri tre gruppi”, ha osservato Caroline Cobb, co-autrice e professore associato presso Virginia Commonwealth University.

Il team di studio ha affermato che sono necessarie ulteriori ricerche per confermare ed espandere i loro risultati, ma sono stati incoraggiati dal fatto che i partecipanti che utilizzano prodotti ENDS mentre fumano ancora sigarette non hanno avuto una frequenza maggiore di eventi avversi gravi. Hanno notato che i monitor medici non hanno attribuito alcun evento avverso grave osservato durante lo studio all’uso dei dispositivi ENDS.

“I risultati del nostro studio riflettono molti modelli di utilizzo di ENDS che sono stati trovati in altri studi e nella società in generale”, ha affermato Foulds, un ricercatore del Penn State Cancer Institute. “Molte persone usano ENDS e continuano a fumare sigarette per un periodo di tempo prima di smettere di fumare. Le ENDS non sono una bacchetta magica, ma i nostri risultati supportano l’idea che ENDS con l’erogazione di nicotina simile alle sigarette possa essere fondamentale per la capacità di qualcuno di astenersi dalle sigarette. “

Susan Veldheer, Shari Hrabovsky, Sophia Allen, Xi Wang, Chris Sciamanna, Erin Hammett, Breianna Hummer, Courtney Lester e John Richie del Penn State College of Medicine; Miao-Shan Yen, Phoebe Brosnan, Nadia Chowdhury, Jacob Graham, Le Kang e Shumei Sun della Virginia Commonwealth University; Alexa Lopez dell’Università del Wisconsin-Milwaukee; e Christopher Bullen dell’Università di Auckland hanno contribuito a questa ricerca. Jonathan Foulds ha svolto consulenze retribuite per aziende farmaceutiche coinvolte nella produzione di farmaci per smettere di fumare (ad esempio, Pfizer, GlaxoSmithKline, Johnson & Johnson); e ha agito come perito deposto e risarcito per conto dei querelanti che hanno citato in giudizio i produttori di sigarette. Altre rivelazioni dell’autore possono essere lette nel manoscritto pubblicato.

Questa ricerca è stata supportata dal National Institute on Drug Abuse del National Institutes of Health (borse di studio P50DA036105 e U54DA036105) e dal Center for Tobacco Products della Food and Drug Administration degli Stati Uniti. La raccolta dei dati è stata supportata dal National Center for Advancing Translational Sciences tramite sovvenzioni (UL1TR002649 alla Virginia Commonwealth University e UL1TR002014 alla Penn State University attraverso il Penn State Clinical and Translational Science Institute). Il contenuto è di esclusiva responsabilità degli autori e non rappresenta necessariamente le opinioni ufficiali del National Institutes of Health o della Food and Drug Administration.

Fonte:

Riferimento alla rivista:

Foulds, J., et al. (2021) Effetto dei sistemi elettronici di somministrazione di nicotina sull’astinenza dalla sigaretta nei fumatori senza intenzione di smettere: analisi esplorativa di uno studio randomizzato controllato con placebo. Ricerca su nicotina e tabacco. doi.org/10.1093/ntr/ntab247.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *