Hosur è posizionato come un hub per la produzione di elettronica Leave a comment


È probabile che la città industriale di Hosur, situata appena fuori Bengaluru, afferri una quota sostanziale di nuovi investimenti che dovrebbero entrare nel Tamil Nadu con lo stato che posiziona la città come hub per la produzione di elettronica e il fiorente settore della mobilità elettrica.

Hosur potrebbe benissimo essere il più grande beneficiario degli sforzi concertati del governo statale per decongestionare Chennai e i suoi distretti vicini portando industrie di ogni tipo nelle città di livello II e III. La città industriale viene ora proposta a diversi produttori di elettronica che manifestano interesse a fare del Tamil Nadu la propria casa, dopo averla progettata come hub per la produzione di scooter elettrici e dei loro accessori.

Insieme a Hosur, Coimbatore viene anche promosso come hub dell’elettronica dato che la città, conosciuta come la Manchester dell’India meridionale, ha diversi istituti di ingegneria che hanno i propri centri di incubazione e sono coinvolti nella creazione di un pool di talenti nel settore.

La Tata Electronics autoctona e la Delta Electronics di Taiwan stanno costruendo enormi unità di produzione dentro e intorno a Hosur e la presenza delle due società, secondo il governo, incoraggerà altri importanti attori del settore a scegliere la città industriale.

Tata sta investendo Rs 7.000 crore nella costruzione di un enorme ecosistema elettronico che produrrà piattaforme per smartphone, comprese quelle di Apple Inc, tra gli altri componenti a Hosur nell’ambito del programma del governo dell’Unione per la promozione della produzione di componenti elettronici e semiconduttori (SPECS).

“Quanto può gestire Chennai? Ora offriamo opzioni di Chennai, Hosur e Coimbatore per i produttori di elettronica. Poiché Hosur è già una città industriale, riteniamo che abbia un immenso potenziale per emergere come hub dell’elettronica oltre ad essere il centro nevralgico per la produzione di veicoli elettrici”, ha detto a DH un alto funzionario governativo a conoscenza degli sviluppi.

Il funzionario ha spiegato che è con il motivo di trasformare Hosur in un hub dell’elettronica che il governo ha già assegnato terreni ai fornitori di Delta Electronics.

“I fornitori stabiliranno i loro negozi tra due anni nel terreno loro assegnato. Tata e Delta sono l’inizio della trasformazione di Hosur come centro per la produzione di elettronica. Quando le aziende cercano luoghi in cui installare le loro unità, la forza lavoro qualificata e l’ecosistema sono in cima alla loro agenda. Entrambi sono disponibili a Hosur e nella vicina Krishnagiri”, ha aggiunto il funzionario.

La forte e vivace presenza delle MSME a Hosur e la vicinanza della città a Bengaluru, che ha un’eccellente connettività aerea con varie parti del globo, lo rendono anche attraente per gli investitori, ha affermato un altro funzionario. “Le MSME che costituiscono l’ecosistema per qualsiasi settore sono forti a Hosur. Gli imprenditori in TN imparano le cose velocemente e le eseguono rapidamente. Molto presto, Hosur diventerà un hub per più di un settore”, ha affermato il funzionario.

K Velmurugan, presidente della Hosur Small and Tiny Industries Association (HOSTIA), ha affermato che l’industrializzazione a Hosur è avvenuta gradualmente e che la città ha “ogni tipo di ecosistema” con una forte base di fornitori grazie alla presenza di 3.000 MSME.

“Abbiamo enormi appezzamenti di terreno a Hosur, Krishnagiri e Dharmapuri, il che rende questa regione una delle più attraenti. La mobilità delle merci e delle persone qui è molto veloce, cosa che piace agli investitori oltre all’eccellente forza lavoro qualificata. Il clima gioca anche un fattore oltre alla vicinanza della città a Bengaluru”, ha detto Velmurugan a DH.

Ha anche chiesto al governo del Tamil Nadu di presentare un piano generale per lo sviluppo di Hosur e renderlo pronto per ospitare più industrie e soddisfare la popolazione in crescita.

Il Tamil Nadu, che è il secondo polo manifatturiero più grande del paese, rappresentando il 20% della produzione elettronica totale in India, sta facendo di tutto per raccogliere investimenti nel settore. Il governo del Tamil Nadu ha un’esclusiva politica di produzione di hardware elettronico che offre un’ampia gamma di sussidi per le aziende che investono nello stato.

La recente mossa del governo per studiare la fattibilità della creazione di un aeroporto a Hosur dovrebbe essere vista anche dal più ampio piano di promozione della città come hub della mobilità elettronica ed elettrica. La gente di Hosur ha anche chiesto che la metropolitana di Bengaluru venga estesa al confine del Tamil Nadu per la libera circolazione tra le due città.

Nel settore dei veicoli elettrici, l’aggregatore di cabine Ola, Ather, Sri Varu Motors e Simple Energy stanno installando le loro fabbriche dentro e intorno a Hosur, mentre TVS Motor Company ha promesso Rs 1.200 crore per l’unità di produzione di veicoli elettrici nella città industriale.

Guarda gli ultimi video di DH:



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.