Gli Stati Uniti stanno soffrendo per la carenza di console di gioco Leave a comment


La continua carenza globale di chip e i limiti di fornitura stanno affliggendo molte aziende tecnologiche, specialmente quelle coinvolte nel gioco. Ciò si traduce in una carenza globale di console di gioco.

La carenza di console di gioco è stata evidenziata quando lo YouTuber statunitense e creatore di contenuti Jack Randall ha invitato gli utenti a guardare il suo live streaming su YouTube e ha chiesto loro di iniziare ad aggiornare il sito Web di Walmart. Gli utenti hanno persino acquistato tutte le console per videogiochi dai siti del gigante della vendita al dettaglio e lo stock è stato esaurito in meno di un’ora.

“La fornitura di chip rimarrà molto ridotta almeno fino a settembre del prossimo anno”, ha detto a Bloomberg Takeshi Kamebuchi, un direttore di Toshiba responsabile dei semiconduttori. Ha aggiunto: “In alcuni casi, potremmo scoprire che alcuni clienti non saranno completamente serviti fino al 2023”.

La continua carenza globale di chip ha reso difficile l’acquisto non solo delle console di nuova generazione di Sony e Microsoft, ma diverse aziende tecnologiche stanno sentendo il problema.

È anche molto difficile ottenere sistemi di gioco come PS5 e Xbox Series X. I singoli videogiochi non sono necessariamente difficili da acquistare quest’anno, ma i sistemi di gioco sono difficili da acquistare a causa della continua carenza di console.

Il colosso giapponese Nintendo ha rivisto le sue previsioni di vendita di Switch per l’anno fiscale in calo di 1,5 milioni “a causa degli effetti della carenza globale di semiconduttori”.

Nel frattempo, in mezzo alla carenza globale di chip, il CEO di Qualcomm Cristiano Amon ha affermato che la carenza di chip si sta gradualmente attenuando e che la situazione dovrebbe migliorare il prossimo anno.

Secondo il sito web The Elec, Amon ha affermato che l’offerta è migliorata quest’anno rispetto al 2020 e che la situazione dovrebbe migliorare ulteriormente nel 2022, soprattutto rispetto al 2020.

Diversi produttori di smartphone non sono riusciti a procurarsi abbastanza processori da Qualcomm che hanno influito sulla loro produzione, afferma il rapporto.

Samsung non ha fatto eccezione, poiché il suo capo mobile TM Roh e i dirigenti degli approvvigionamenti in visita negli Stati Uniti a metà anno per incontrare le società di chip per garantire una maggiore fornitura, ha aggiunto.

Qualcomm, nel frattempo, questa settimana ha presentato il suo nuovo processore Snapdragon 8 Gen 1 per smartphone.

Il chip è stato realizzato da Samsung Foundry utilizzando il nodo a 4 nanometri.

Il nuovo chipset, dotato di tecnologie all’avanguardia 5G, AI, gaming, fotocamera, Wi-Fi e Bluetooth, sarà adottato da OEM e marchi globali, con dispositivi commerciali previsti entro la fine del 2021.

(Con ingressi IANS)



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.