Gioco per giocatore singolo nel 2021 Leave a comment


Usando le funzionalità di analisi del settore di fine anno del 2017 come barometro, avresti potuto ragionevolmente aspettarti che i titoli per giocatore singolo fossero ormai morti e sepolti. Era l’anno PUBG sembrava materializzarsi dal nulla e dall’alto a Tabella dei giocatori di Steam quello CS:GO e Dota 2 era seduto in cima per anni. In quegli stessi 12 mesi, il nuovo gioco di Epic Fortnite è passato da un flop PvE a un battle royale frettolosamente assemblato con 10 milioni di giocatori nelle prime due settimane. I Battle Royale erano in voga e attiravano enormi basi di giocatori.

Sempre nel 2017, Arkane ha rilasciato Preda. È stato l’ultimo di una serie di nostalgici riavvii in franchising per giocatore singolo, sequel spirituali e rinascite finanziate dal crowdfunding che rievocano un periodo d’oro tra la fine degli anni novanta e i primi anni duemila, e come Torment: Tides of Numenera, Deus Ex: Mankind Divided e ladro (2014) prima, la sua performance commerciale era modesta. Non avrebbe avuto un seguito.

Quel novembre EA ha chiuso Visceral Games. Sul Guerre stellari titolo attualmente in sviluppo lì, Il CFO Blake Jorgensen ha detto agli investitori “Mentre continuavamo a recensire il gioco, continuava a sembrare un gioco molto più lineare che le persone non amano tanto oggi quanto cinque anni fa o 10 anni fa.”

Era così, allora. Le esperienze da solista lineare sono state fatte per, e il Destino modello aveva vinto. Non ci sarebbero più giochi di ruolo isometrici che ci raccontano storie meravigliose attraverso risme e risme di testo scritto o digitando 0451 sui tastierini. Così a lungo, metti in pausa i menu che mettono effettivamente in pausa il gioco. Ciao passaggi di battaglia ed emote epiche.

Ci è voluto solo fino al 2018 perché tutti noi ci rendessimo conto che non sarebbe stato così. Respiro del selvaggio e Super Mario Odyssey era stato un enorme cambio di unità per Switch l’anno precedente, e Uomo Ragno e Dio della guerra erano successi commerciali per le console. PUBG e Fortnite erano ancora i grandi successi della giornata e il bestseller del 2018 Red Dead Redemption 2 presentava una componente online per completare la sua storia per giocatore singolo. Ma il mercato ha dimostrato di amare ancora giocare da solo.

Tuttavia, quell’anno cruciale che ha dato vita a due battle royale che hanno cambiato il settore ha avuto effetti duraturi. Innanzitutto, ha visto gli studi tripla A cambiare rotta. Lo sviluppo di budget così massicci oggi, l’industria è d’accordo, significa restringere l’attenzione, scrollarsi di dosso il legno morto e fare una cosa meglio di chiunque altro. Quel pensiero vide Call of Duty Black Ops 4 rilascio senza una campagna da solista, e Battlefield V usa il giocatore singolo solo come una serie di brevi esercizi di impostazione della scena che coprivano i controlli. The Last of Us Parte II rilasciato senza la sua modalità multiplayer Factions pianificata, e comunque potresti aver pensato Cyberpunk 2077 al momento dell’uscita, almeno il quinto bestseller buy-to-play dello scorso anno non prevedeva una modalità online “cattura le informazioni”.

Per quanto contraddittorio possa sembrare celebrare due enormi franchise di sparatutto che abbandonano il gioco da solista, questa mossa toglie la pressione agli sviluppatori per giocatore singolo per tentare una suite massimalista di modalità che mantenga i loro giocatori impegnati per gli anni a venire. Nessuno ha comprato neanche Ultimo di noi gioco per il multiplayer Nessuno compra Campo di battaglia per il giocatore singolo. Fai una cosa, meglio di tutti gli altri.

A che punto siamo nel 2021, allora, quelli di noi a cui piace leggere risme e risme di testo in giochi di ruolo isometrici e inserire 0451 nei tastierini e scovare percorsi alternativi attraverso le prese d’aria? Bene, stiamo spendendo molto tempo a giocare ciclo della morte, che potresti anche considerare un Preda 2017 sequel poiché ha tanto a che fare con quel gioco quanto Preda 2017 avuto con precedenti Preda titoli. C’è una funzione online basata sull’invasione, ma non diresti che questo era un gioco multiplayer più di quanto diresti Anime scure era. C’è anche un codice porta 0451.

Potremmo passare un po’ di tempo a divertirci Disco Elysium: The Final Cut‘s al primo posto di Metacritic per il 2021. Va bene, tecnicamente è un gioco del 2019, ma la sua nuova edizione è ancora più in alto di Forza Horizon 5 e questo è incredibile per un CRPG in cui la maggior parte della grafica è nella tua testa. Guarda anche: Ade, uno dei più grandi successi indie dell’anno scorso, ora su PS5 e ancora assolutamente solo per giocatore singolo.

Anche i remaster e le edizioni definitive stanno diventando un filone significativo del settore e, dato che il loro focus nostalgico si trova prima dell’era connessa, tendono a servirci nuove porzioni del familiare single-player. Mafia: edizione definitiva, Quake rimasterizzato e 1+2 . di Tony Hawk tutti ci danno ottime scuse per passare 10 ore in compagnia di noi stessi. Quanto a Mass Effect Edizione Leggendaria, fai 100 ore.

Niente di tutto ciò è una prova che l’industria si sia sbagliata nel riconoscere i giochi online come un’area di crescita. Invece, mostra che i grandi giocatori ora riconoscono ciò che le indie sanno da anni: il gioco è un’economia a coda lunga. Ogni pochi anni a Fortnite potrebbe catturare l’immaginazione di un enorme gruppo nella fascia alta di quella curva, ma se gli studios possono ridurre i loro costi di produzione per colpire un gruppo di consumatori più in basso con un focus laser – in nessun universo non avrei comprato un Mafia remaster, ad esempio, anche i progetti di nicchia, nostalgici e decisamente esoterici possono funzionare.

Scritto da Phil Iwaniuk per conto di GLHF.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.