Funzionari sanitari della California che guardano alla variante di Omicron – NBC Los Angeles Leave a comment


Il numero di pazienti affetti da coronavirus negli ospedali della contea di Los Angeles è leggermente aumentato domenica, passando da 565 sabato a 568, secondo gli ultimi dati statali. Il numero di quei pazienti in terapia intensiva è passato da 155 a 157.

Questi numeri sono arrivati ​​quando la contea ha riportato 575 nuovi casi di COVID-19 e sette ulteriori decessi associati al virus, in totali che probabilmente riflettono i ritardi di segnalazione durante il fine settimana, secondo il Dipartimento di sanità pubblica della contea di Los Angeles.

La contea ha ora segnalato 1.525.486 casi di COVID-19 e 27.128 decessi dall’inizio della pandemia.

Delle 9.402.000 persone testate fino ad oggi, il 15% è risultato positivo al virus, ha affermato il dipartimento.

I funzionari stanno anche tenendo d’occhio la nuova variante di Omicron rilevata in Africa e in Europa.

“La California sta monitorando da vicino la nuova variante di Omicron, che non è ancora arrivata in California o negli Stati Uniti”, ha affermato il direttore della sanità pubblica dello stato Tomos Aragon. “I vaccini continuano a essere il nostro modo migliore per superare la pandemia proteggendoci in modo sicuro dalle gravi malattie da COVID-19 e dalle sue varianti. Stiamo raddoppiando i nostri sforzi di vaccinazione e di richiamo per garantire che tutti i californiani abbiano accesso a cure sicure, efficaci e gratuite. vaccini che possono prevenire malattie gravi e morte”.

Sabato il Dipartimento della sanità pubblica della contea di Los Angeles ha affrontato la nuova variante.

“Sebbene siano necessari ulteriori studi per determinare se la variante di Omicron è più contagiosa, più mortale o resistente a vaccini e trattamenti rispetto ad altri ceppi di COVID-19, come per qualsiasi variante preoccupante che si trova in altri paesi, ci sono passi importanti che tutti noi dobbiamo prendere per proteggerci da COVID-19 e dalle varianti emergenti di preoccupazione”, ha affermato il dipartimento.

I funzionari hanno esortato chiunque abbia almeno 5 anni che non sia stato vaccinato a farlo, e coloro che hanno avuto l’ultima vaccinazione sei mesi fa per ottenere un colpo di richiamo. “I vaccini sono efficaci contro la variante Delta e i ceppi precedenti del virus, il che ci consente di rimanere fiduciosi che i vaccini approvati forniranno anche una certa protezione contro Omicron”, afferma la nota.

I funzionari hanno anche ricordato alle persone di indossare una maschera quando si è al chiuso o in occasione di grandi mega-eventi all’aperto, indipendentemente dallo stato di vaccinazione.

Il tasso medio giornaliero mobile di persone risultate positive al virus nella contea di Los Angeles era del 2,0% a venerdì.

Durante la settimana precedente, l’82% dei residenti della contea di età pari o superiore a 12 anni aveva ricevuto almeno una dose di vaccino COVID e il 73% era completamente vaccinato. Della popolazione complessiva della contea di 10,3 milioni di persone, il 71% ha ricevuto almeno una dose e il 63% è stato completamente vaccinato.

I residenti di colore hanno continuato ad avere i tassi di vaccinazione più bassi, al 54%, seguiti dai residenti di Latina al 59%, i bianchi al 72% e gli asiatici all’80%.

Dei circa 5,99 milioni di residenti che sono stati completamente vaccinati a partire dal 16 novembre, 75.249 sono risultati successivamente positivi al virus, per un tasso dell’1,26%, ha affermato Ferrer. Della popolazione vaccinata, 2.528 sono stati ricoverati, per un tasso dello 0,042%, e 422 sono morti, un tasso dello 0,007%.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.