Funzionari sanitari che si preparano alla rinascita dell’influenza mentre le restrizioni COVID-19 si sono allentate Leave a comment


Con restrizioni COVID-19 più rilassate, i funzionari sanitari si aspettano di vedere la rinascita di un’altra malattia quest’anno, l’influenza, ma invece di essere in grado di recarsi in una clinica della comunità, la maggior parte delle persone dovrà visitare una farmacia o il proprio studio medico.

L’anno scorso, la sanità pubblica di Ottawa ha gestito sei cliniche comunitarie con appuntamenti aperti al pubblico in generale, ma quest’anno l’autorità sanitaria sta cambiando rotta, aprendo solo una manciata di cliniche per le persone che affrontano barriere specifiche, compresi i bambini piccoli e le loro famiglie, coloro che non Non ho una tessera sanitaria provinciale o un medico di famiglia o sono nuovi arrivati ​​in Canada.

Il cambiamento è, in parte, dovuto al fatto che la sanità pubblica di Ottawa gestirà le cliniche per i vaccini antinfluenzali insieme alle vaccinazioni COVID-19 e ci si aspetta che il vaccino sarà approvato presto per alcuni bambini di età inferiore ai 12 anni, ha affermato Marie-Claude Turcotte. .

“Ci aspettiamo il cinque a 11 [age range] per essere idonei, quindi dobbiamo assicurarci di avere una capacità sufficiente nelle nostre cliniche per soddisfare tale domanda”, ha affermato.

Marie-Claude Turcotte, che gestisce il programma vaccinale di Ottawa Public Health, ha affermato di aver ridotto le cliniche comunitarie che somministrano il vaccino antinfluenzale quest’anno in previsione che i bambini di età compresa tra i cinque e gli 11 anni diventino idonei a ricevere un vaccino contro il COVID-19. (Francis Ferland/CBC)

Turcotte ha affermato che il cambiamento è dovuto anche al fatto che le misure sanitarie del COVID-19 dell’anno scorso hanno impedito ai medici di famiglia di vedere i pazienti di persona.

“L’anno scorso molti medici non vedevano i clienti faccia a faccia, ma quest’anno è una realtà diversa”, ha detto.

Anche i farmacisti sono pronti ad assumere i clienti in più quest’anno, ha affermato Justin Bates, CEO dell’Ontario Pharmacists Association, aggiungendo che negli ultimi anni sempre più persone si sono rivolte alle farmacie per farsi vaccinare contro l’influenza.

“Siamo pronti a fare un passo avanti e continuare a fornire soluzioni”, ha detto a CBC.

Bates ha affermato che le farmacie dell’Ontario hanno già iniziato a somministrare il vaccino antinfluenzale alle persone vulnerabili e apriranno le porte al pubblico lunedì.

Previsti altri casi di influenza

All’inizio di questo mese, il governo dell’Ontario ha annunciato di aver acquistato più di 7,6 milioni di dosi di vaccini antinfluenzali, con un aumento di 1,4 milioni rispetto al 2020.

La campagna antinfluenzale dell’anno scorso era tutta nel tentativo di evitare un “twindemico”.

Quello di quest’anno è evitare qualcosa di simile. Con riunioni più grandi e misure sanitarie COVID-19 più rilassate, il vice ufficiale medico della sanità di Ottawa, il dottor Brent Moloughney, ha affermato che l’influenza dovrebbe diffondersi più facilmente.

“Essenzialmente non abbiamo avuto alcuna influenza l’anno scorso”, ha detto. “Semplicemente non c’era l’opportunità per l’influenza di diffondersi.”

La dottoressa Sharon Johnston, medico di famiglia e ricercatrice clinica presso l’Università di Ottawa, ha affermato che l’aumento del rischio di diffusione dell’influenza, insieme al rischio continuo di COVID-19, si aggiunge alla necessità per le persone di vaccinarsi contro l’influenza.

“È certamente più importante che mai e probabilmente anche di più”, ha detto.

‘Sportello unico’

Sebbene oltre l’84% degli abitanti dell’Ontario idonei abbia ricevuto due dosi di un vaccino COVID-19, alcune persone ora possono beneficiare di un richiamo.

Il Comitato consultivo nazionale canadese sull’immunizzazione ha affermato che la somministrazione del vaccino COVID-19, insieme ad altri vaccini, è sicura.

Questa guida, ha affermato Johnston, dovrebbe incoraggiare le persone a ricevere contemporaneamente sia il vaccino contro l’influenza che il vaccino contro il COVID-19, se possibile.

Bates ha affermato che le farmacie sono pronte a fornire entrambi i vaccini a coloro che ne hanno bisogno.

“Siamo pronti ad assicurarci che, quando le persone entrano, possano avere essenzialmente uno sportello unico”, ha detto.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.