Ford non imporrà il mandato del vaccino COVID-19 per gli operatori sanitari dell’Ontario Leave a comment


Il premier Doug Ford ha dichiarato mercoledì che l’Ontario non renderà obbligatori i vaccini COVID-19 per coloro che lavorano nel settore sanitario, suggerendo che ciò potrebbe compromettere l’assistenza ai pazienti nella provincia.

“L’impatto della potenziale partenza di decine di migliaia di operatori sanitari è valutato rispetto al piccolo numero di focolai attualmente attivi negli ospedali dell’Ontario”, ha affermato Ford in un comunicato stampa.

“Dopo aver esaminato le prove, il nostro governo ha deciso di mantenere il suo approccio flessibile lasciando le decisioni sulle risorse umane ai singoli ospedali”.

Ford ha affermato che gli ospedali dispongono di controlli delle epidemie abbastanza forti che anche quando il COVID-19 si diffonde nelle loro strutture c’è “un impatto minimo o nullo sulla cura del paziente”.

Attualmente, i lavoratori ospedalieri in Ontario devono essere vaccinati o sottoporsi regolarmente a test per il virus, sebbene molti ospedali abbiano adottato politiche più rigorose. Gli ospedali che hanno messo in congedo dipendenti non vaccinati o li hanno licenziati hanno riportato perdite di personale comprese tra l’uno e il tre per cento.

Diversi ospedali, compresi quelli con la University Health Network di Toronto, hanno già messo in atto politiche di vaccinazione obbligatoria.

Ford ha indicato i già alti tassi di vaccinazione negli ospedali come un altro fattore alla base della sua decisione. Ha affermato che i vaccini e i solidi protocolli di controllo delle infezioni hanno mantenuto gli ospedali al sicuro e sono in grado di gestire le epidemie.

La sua dichiarazione ha anche indicato la notizia della cancellazione degli interventi chirurgici nella Columbia Britannica a causa della carenza di personale dopo l’entrata in vigore del mandato del vaccino.

Ford ha affermato che il governo continuerà a monitorare la situazione e potrebbe rivedere la politica “se giustificato”.

“Migliaia di interventi chirurgici” in attesa, dice Elliott

Il ministro della Sanità Christine Elliott ha detto ai giornalisti più tardi martedì che la provincia ha deciso di non imporre un mandato di vaccino agli operatori sanitari perché gli ospedali subirebbero perdite di posti di lavoro “significative”, ma la provincia sostiene il diritto degli ospedali di prendere decisioni individuali.

“La preoccupazione che avevamo era che avremmo perso alcune delle nostre preziose risorse umane per la salute, rispetto a un numero relativamente piccolo di epidemie”, ha detto Elliott ai giornalisti.

“Come governo, abbiamo la responsabilità di proteggere la salute e il benessere di tutti gli abitanti dell’Ontario ed è per questo che questa decisione è la decisione giusta per l’Ontario in questo momento”.

GUARDA | Il ministro della Salute Christine Elliott parla ai giornalisti della decisione della provincia:

L’Ontario non imporrà un mandato di vaccino COVID-19 per gli operatori sanitari

I funzionari dell’Ontario affermano che non renderanno obbligatori i vaccini COVID-19 per coloro che lavorano nel settore sanitario, suggerendo che ciò potrebbe compromettere l’assistenza ai pazienti nella provincia. “Questa è la decisione giusta per ora”, ha detto ai giornalisti mercoledì il ministro della Sanità Christine Elliott. 1:11

Se la politica sui vaccini obbligatori fosse imposta e gli operatori sanitari non vaccinati perdessero il lavoro, la provincia dovrebbe annullare gli interventi chirurgici e non vuole farlo, ha affermato.

“Abbiamo migliaia di interventi chirurgici in attesa, per non parlare delle procedure diagnostiche e sappiamo che stiamo vedendo pazienti che sono malati più acuti”, ha detto.

“Vogliamo essere in grado di farli andare avanti in modo da poter curare le persone in una fase iniziale della malattia in modo che possano guarire”.

In un tweet appuntato, il dottor Michael Warner, un medico della terapia intensiva presso il Michael Garron Hospital di Toronto, ha affermato che non ha senso consentire ai lavoratori non vaccinati di interagire con i pazienti.

“Abbiamo bisogno di una politica di vaccinazione universale e obbligatoria per tutti gli ospedali e le case di cura a lungo termine in Ontario”, ha affermato.

“Questa è la cosa più sicura per i pazienti.”

L’annuncio di Ford è arrivato poche ore dopo che il principale medico della provincia ha svelato un piano per fornire vaccini di richiamo a tutti gli abitanti dell’Ontario di età superiore ai 12 anni entro l’inizio del prossimo anno. I giornalisti hanno chiesto al dottor Kieran Moore un mandato di vaccinazione per gli operatori sanitari, ma non ha fornito una risposta.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *