Dopo gli artisti, ora i giocatori e le aziende di gioco si avvicinano agli NFT Leave a comment


“Da bambini siamo cresciuti con le valute virtuali, abbiamo passato così tante ore a completare missioni solo per acquisire alcune risorse digitali. È abbastanza eccitante sapere che queste risorse ora possono essere monetizzate”, ha detto. Una volta che vendi NFT, ottieni una royalty dalle vendite secondarie per tutta la vita. “Inoltre, come giocatore, posso vendere le cose che raccolgo nei giochi come NFT e fare soldi attraverso di loro”, ha spiegato Diwakar.

Gli NFT nei giochi non sono più limitati a giochi di nicchia basati su blockchain come Axie Infinity e Decentraland. I giocatori mainstream hanno chiesto un boccone del mercato NFT nei loro giochi preferiti e gli editori di giochi hanno iniziato a farlo.

Arena ronzante

Visualizza l’immagine completa

Arena ronzante (menta)

All’inizio di dicembre, Ubisoft, nota per titoli multimilionari come Assassin’s Creed e Far Cry, ha rilasciato un marketplace NFT chiamato Quartz, dove vende accessori di gioco come pistole ed elmetti, dal videogioco Ghost Reckon Breakpoint.

Inoltre, mentre alcune aziende introducono NFT per fare più soldi, altre le usano come strumento di marketing.

Lo scorso luglio, il gigante dei giochi mobili Gameloft ha rilasciato una raccolta NFT per il suo gioco di corse Asphalt 9, scaricato oltre 50 milioni di volte sul Google Play Store.

“L’NFT in Asphalt 9 faceva parte di una partnership che avevamo e non doveva essere monetizzata. Stiamo esaminando i titoli di secondo livello sul nostro sito, che si concentreranno sugli NFT per testare le acque”, ha affermato Nitin Goel, country manager di Gameloft.

Goel ha aggiunto che “molto” dipenderà dall’evoluzione di questa tecnologia nei prossimi mesi o trimestri.

“Ma sicuramente penso che con una forte proprietà intellettuale (IP) dalla nostra parte e un grande interesse per il lato delle licenze automobilistiche, sarà un’area in cui ci diletteremo”, ha aggiunto.

A parte le aziende globali, anche le aziende indiane ne stanno prendendo atto.

Nextwave Multimedia, noto per i giochi di cricket come WCC3, ha esplorato i casi d’uso delle tecnologie Web 3.0, inclusi gli NFT, nei suoi giochi.

“La transizione del gioco in un ambiente web3.0, guidata dalla verifica senza fiducia (e da un’economia decentralizzata guidata dai giocatori, sono alcuni dei concetti che sono molto rilevanti per qualsiasi gioco, e stiamo anche esaminando alcuni di questi casi d’uso che abbiamo può implementare nei nostri giochi”, ha affermato Rajendran PR, fondatore e amministratore delegato di Nextwave Multimedia.

Nonostante l’incombente minaccia di un divieto sulle criptovalute e la mancanza di chiarezza normativa sulle future tecnologie Web3 (quelle decentralizzate come blockchain e criptovalute), l’interesse per le NFT in India è aumentato vertiginosamente.

Secondo la società di ricerca blockchain DappRadar, più di mezzo milione di indiani hanno mostrato interesse per gli NFT nel 2021.

Ciò coincide con la massiccia ondata di interesse per i giochi in India, soprattutto dopo la pandemia.

Un rapporto di novembre del Boston Consulting Group (BCG) e Sequoia Capital ha mostrato che l’industria dei giochi in India sta crescendo a un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 38%, che è più veloce degli Stati Uniti (10%) e della Cina (8 %).

Faisal Kawoosa, fondatore e capo analista di techARC, un ricercatore di mercato locale, ha spiegato che il gioco è uno dei principali casi d’uso degli NFT, poiché hanno già un sistema per premiare le vincite con le valute di gioco. Riteneva inoltre che ciò avrebbe aumentato le opportunità di monetizzazione per le società di gioco.

Kawoosa, tuttavia, ha sottolineato che quest’anno “vedremo più giochi mainstream abbracciarli”.

Tuttavia, potrebbe essere necessario circa un anno per un’adozione diffusa. Ha aggiunto che ci vuole un po’ di tempo dal punto di vista dell’integrazione. “Inoltre, i modelli di business cambieranno. I giocatori accetteranno una frazione delle transazioni come pagamento”, ha affermato Kawoosa.

Rajendran di Nexwave ha convenuto che l’implementazione nel gioco tradizionale richiederebbe diversi aggiustamenti da parte delle società di gioco. “Gli NFT mirano a consentire ai giocatori di possedere le proprie risorse di gioco. L’attuale economia del gioco potrebbe non funzionare con gli NFT. Le economie di gioco dovranno essere riprogettate per un modello guidato dai giocatori”, ha aggiunto.

Anche molte società di giochi si tratterranno, data la fase nascente in cui si trova la tecnologia. Anche giganti come Ubisoft stanno solo testando le acque in questo momento. Goel ha affermato che gli NFT sono in una fase nascente e hanno più angolazioni che richiedono una comprensione più approfondita.

Iscriviti a Newsletter alla menta

* Inserisci un’email valida

* Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter.

Non perdere mai una storia! Rimani connesso e informato con Mint.
Scarica
la nostra App ora!!



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.