Dispositivo di memoria ultrasottile trasparente e flessibile Leave a comment


Un dispositivo di memoria flessibile bidimensionale (2D) basato su nanomateriali è un elemento critico nel mercato dei dispositivi indossabili di nuova generazione perché svolge un ruolo cruciale nell’archiviazione, elaborazione e comunicazione dei dati. Un dispositivo di memoria ultrasottile materializzato con un nanomateriale 2D di diversi nanometri (nm) può aumentare significativamente la densità di memoria, portando allo sviluppo di una memoria variabile a resistenza flessibile con l’implementazione di un nanomateriale 2D. Tuttavia, le memorie che utilizzano nanomateriali 2D convenzionali hanno limitazioni a causa delle caratteristiche di intrappolamento del vettore debole dei nanomateriali.

Presso l’Institute of Advanced Composite Materials, Korea Institute of Science and Technology (IL PETTO, Presidente Yoon, Seok-Jin), un team di ricerca guidato dal Dr. Dong-Ick Son ha annunciato lo sviluppo di un dispositivo di memoria trasparente e flessibile basato su una nanostruttura ultrasottile a bassa dimensione eterogenea. A tal fine, sono stati formati punti quantici monostrato a dimensione zero (0D) e inseriti tra due strutture di nanomateriali ultrasottili isolanti 2D di nitruro di boro esagonale (h-BN). Per ulteriori informazioni consultare il IDTechEx riferire in merito Mercato del grafene e valutazione dei materiali 2D 2021-2031.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *