Dentro la crisi della catena di approvvigionamento: come ci sono voluti mesi per portare l’elettronica dalla Cina agli Stati Uniti Leave a comment


Gli americani sono stati avvertiti di terminare i loro acquisti natalizi all’inizio di quest’anno, poiché la catena di approvvigionamento globale continua a vacillare. Con una carenza di container, navi e ostacoli che creano energia, CBS News ha deciso di tenere traccia di un paio di altoparlanti ad alte prestazioni mentre viaggiavano dalla metropoli manifatturiera di Guangzhou, in Cina, agli Stati Uniti

In una buona giornata, i lavoratori di una fabbrica di Guangzhou costruiscono e confezionano 2.000 altoparlanti, purché l’elettricità sia accesa. Philip Richardson, un americano, gestisce la fabbrica e afferma che interruzioni di corrente casuali che affliggono la Cina gli stanno costando tempo e denaro.

“Se rimaniamo chiusi per più di 15 minuti, allora si crea un mal di testa”, ha detto Richardson. Un generatore mantiene la fabbrica in funzione, ha detto, ma ha notato che “L’elettricità da un generatore per la nostra applicazione mi costa almeno quattro volte di più all’ora”.

I problemi dell’elettricità arrivano mentre la Cina cerca di ridurre le emissioni di carbonio, ma i tagli alla produzione di carbone hanno portato a prezzi record. Alle società di servizi è vietato aumentare le loro tariffe per eguagliare tale aumento e, poiché non possono fare soldi, smettono di generare elettricità.

C’è un problema diverso quando gli altoparlanti di Richardson lasciano la fabbrica e si dirigono verso un porto cinese: la manodopera. I lavoratori portuali trascorrono tre settimane in quarantena ogni due settimane di lavoro.

“Possono essere esposti al virus COVID che entra attraverso la catena di approvvigionamento, quindi è questo che preoccupa la Cina”, ha affermato Kerr Gibbs, presidente della Camera di commercio americana a Shanghai.

Dopo un viaggio di due settimane attraverso il Pacifico, la maggior parte delle navi portacontainer finisce all’ancora al largo della costa della California meridionale, dove rimane ancora più a lungo. Quando finalmente le navi scaricano, i container vengono impilati a perdita d’occhio, aspettando diversi giorni per i camion e treni per trasportarli attraverso gli Stati Uniti

Sono passati mesi prima che gli altoparlanti di Richardson arrivassero all’Alto Music di Middletown, New York. Il proprietario del negozio di musica, Jon Haber, dice che sta pagando quasi cinque volte tanto per la spedizione.

“Ora costa come $ 25.000 e richiede 90 giorni”, ha detto. “È incredibile!”

Haber ha detto che deve anche spedire condensatori, minuscoli componenti elettronici che sono fondamentali per un altro dei suoi prodotti, in Cina a causa della carenza all’estero.

“Li mando in Cina in modo che possano realizzare i miei prodotti”, ha detto Haber. “È pazzesco.”

Ha dovuto aumentare alcuni dei suoi prezzi per evitare di perdere denaro e non si aspetta che i prezzi scendano.

“Faccio questo da circa 30 anni, non ho mai visto un produttore aumentare il prezzo, ‘Oh, ci dispiace, ci sentiamo male, li riabbasseremo.’ Una volta che salgono, restano in piedi”, ha detto.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.