Covid-19: le modifiche al MIQ per il personale sanitario sono benvenute, ma non colmeranno il divario del sud di Auckland Leave a comment


La New Zealand Nurses Organization afferma che i cambiamenti per garantire gli spazi MIQ per gli operatori sanitari sono un buon inizio, ma non affronteranno la carenza che i consigli sanitari distrettuali come le contee di Manukau stanno affrontando.  (Foto d'archivio)

123RF

La New Zealand Nurses Organization afferma che i cambiamenti per garantire gli spazi MIQ per gli operatori sanitari sono un buon inizio, ma non affronteranno le carenze che gli enti sanitari distrettuali come le contee di Manukau stanno affrontando. (Foto d’archivio)

Le modifiche al MIQ per portare più operatori sanitari dall’estero non vanno abbastanza lontano per affrontare la carenza di competenze nelle aree a corto di personale come il sud di Auckland, afferma un sindacato di infermieri.

Il governo ha annunciato le modifiche, che vedrà 300 posti MIQ al mese riservati agli operatori sanitari e disabili, nel mese di ottobre.

ministro della salute Andrea Piccolo ha affermato che i nuovi lavoratori erano necessari per affrontare la pandemia di Covid-19.

“Che si tratti di portare medici o infermieri da altri luoghi o neozelandesi che portano a casa le loro competenze, dobbiamo essere in grado di portarli nel paese e nella forza lavoro”, ha affermato.

PER SAPERNE DI PIÙ:
* Covid-19: le nuove camere a pressione negativa di Middlemore difficilmente entreranno in azione fino al 2022
* Gli infermieri riceveranno un aumento di stipendio di $ 5800 dopo che l’83 per cento dei membri NZNO ha votato per accettare l’offerta DHB
* MIQueue: il settore sanitario “mistificato” sulla lotta per far entrare il personale in Nuova Zelanda

Organizzazione degli infermieri della Nuova Zelanda Kate Weston, responsabile dei servizi professionali e infermieristici, ha affermato che è stato un buon inizio, ma non avrebbe affrontato le carenze che i consigli sanitari distrettuali come le contee di Manukau DHB stavano già affrontando.

“Solo nella regione di Auckland ci sono 1000 posti vacanti per infermieri”, ha detto.

RNZ

Un importante modellatore di Covid-19 è pessimista sull’allentamento delle restrizioni e afferma che i casi potrebbero salire alle stelle oltre i 300 al giorno questo mese poiché il governo prevede di allentare le restrizioni ad Auckland.

Le contee di Manukau DHB stanno cercando di coprire 237 posti vacanti per infermieri e 23 posizioni per specialisti.

La mossa del governo per consentire ai pazienti Covid-19 di isolarsi a casa porterebbe anche a una maggiore domanda di infermieri che dovrebbero monitorarli, ha detto Weston.

“Ciò richiederà persone e risorse. È un problema emergente che dovremo affrontare».

Il Associazione di medici specialisti stipendiati ha affermato che la decisione di garantire spazi MIQ per gli operatori sanitari era assolutamente necessaria.

Il direttore esecutivo Sarah Dalton ha affermato che la chiusura delle frontiere ha esacerbato i problemi in un sistema sanitario già teso.

“I servizi richiedono personale qualificato. Il numero di posti vacanti sta mettendo i medici anziani sotto un’enorme pressione ed è una delle principali cause di burnout. Non aveva senso avere persone bloccate all’estero”, ha detto.

Le contee di Manukau DHB stanno cercando di riempire 237 posti vacanti per infermieri e 23 posizioni per specialisti.  (Foto d'archivio)

FILE FOTO

Le contee di Manukau DHB stanno cercando di coprire 237 posti vacanti per infermieri e 23 posizioni per specialisti. (Foto d’archivio)

UN Contee Manukau Salute La portavoce ha detto che la DHB aveva 13 potenziali dipendenti che erano pronti a trasferirsi in Nuova Zelanda ora e stavano cercando spazi MIQ.

“A Counties Manukau Health lavoriamo per attirare persone con qualifiche ed esperienza appropriate applicabili a una serie di ruoli disponibili”, ha affermato la portavoce.

“Alcune di queste persone potrebbero trasferirsi dall’estero e alcune potrebbero già risiedere in Nuova Zelanda. La cosa più importante è che le loro capacità ed esperienza siano in linea con le esigenze del ruolo”.

Un portavoce del Ministero della Salute ha affermato che i nuovi spazi garantiti assicureranno che gli operatori sanitari e con disabilità critiche possano essere portati in Nuova Zelanda più rapidamente.

“È importante notare che questo non è un aumento degli spazi MIQ, è una nuova assegnazione di spazi MIQ per operatori sanitari e disabili critici. Inoltre, questo serve solo per affrontare la carenza di operatori sanitari e disabili critici”.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.