COVID-19: i leader del SSN avvertono di intensificare l'”emergenza sanitaria” con l’aumento dei ricoveri ospedalieri per coronavirus | Notizie dal Regno Unito Leave a comment


È stato avvertito che il servizio sanitario nazionale dovrà affrontare una tensione crescente nelle prossime settimane poiché una “emergenza sanitaria” creata da pressioni come l’aumento dei ricoveri ospedalieri e le assenze del personale.

Matthew Taylor, capo della Confederazione NHS, che rappresenta le organizzazioni del sistema sanitario in Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord, ha riconosciuto che l’attuale ondata di casi COVID guidata da Omicron sembrava “meno grave” rispetto alle ondate precedenti, con sintomi apparentemente più lievi.

Ma ha suggerito che se il raddoppio dei ricoveri ospedalieri osservato nelle ultime due o tre settimane continua nelle prossime settimane, lo stress sul sistema aumenterà ulteriormente.

Si prega di utilizzare il browser Chrome per un lettore video più accessibile

“Siamo in emergenza sanitaria”

“Saremmo quindi una situazione in cui sarebbe molto difficile per il servizio sanitario fare altro che affrontare il coronavirus”, ha detto Taylor a Sky News.

I ricoveri ospedalieri in Inghilterra sono saliti al livello più alto dal gennaio 2021, mentre il numero di personale ospedaliero del SSN assente a causa del virus è quasi raddoppiato in un mese.

E in Galles, un ospedale ha detto alle persone di stare lontano dal pronto soccorso.

Il trust NHS di Swansea Bay ha twittato: “Una carenza di personale aggravata dal COVID significa che possiamo fornire solo un servizio limitato a Morriston ED durante il fine settimana festivo. L’ED è SOLO per malattie potenzialmente letali o lesioni gravi. Si prega di utilizzare alternative quando possibile”.

I dati del governo mostrano che c’erano 12.395 persone in ospedale con COVID in Inghilterra a Capodanno – il numero più alto dal 25 febbraio dello scorso anno, quando si registrarono 12.449 ricoveri.

Un altro alto funzionario sanitario, l’amministratore delegato di NHS Providers Chris Hopson, ha dichiarato a Sky News che il servizio sanitario nazionale era già “al di là del limite massimo” e ha avvertito che gli effetti a catena delle diverse generazioni che si mescolano durante il Natale potrebbero vederlo subire “estrema pressione”.

Hopson ha sottolineato che se i ricoveri ospedalieri raggiungono un punto in cui il SSN “non sarà in grado di curare le persone che devono essere curate, ovviamente la questione di ulteriori restrizioni dovrà tornare all’ordine del giorno”.

I commenti dei leader del SSN sono arrivati ​​dopo Il segretario alla salute Sajid Javid ha dichiarato: in un articolo di giornale che ulteriori restrizioni innescate dalla pandemia devono essere “l’ultima risorsa assoluta” e che il Regno Unito dovrebbe “vivere insieme” al virus nel 2022.

Le sue osservazioni sono state pubblicate il giorno dopo cifre mostrate numeri di infezione in aumento in tutto il Regno Unito, con un tasso di infezione di uno su 25 in Inghilterra e uno su 15 a Londra, nella settimana fino al 23 dicembre.

Si prega di utilizzare il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Sedia BMA: “Agisci subito” sulla variante Omicron

Taylor ha fatto eco a Javid affermando che “a medio termine dovremmo essere molto fiduciosi” e che quest’anno dovrebbe raggiungere una fase in cui il COVID non sia più “qualcosa che deve sconvolgere la nostra vita quotidiana”.

Ma ha aggiunto: “Ciò non toglie le sfide davvero acute che il servizio sanitario deve affrontare ora, sfide che sono assolutamente destinate a continuare per diverse settimane a venire”.

Taylor ha affermato che il servizio sanitario nazionale si stava dirigendo verso il suo tradizionale picco di metà gennaio mentre affrontava il carico aggiuntivo di liste d’attesa che si sono accumulate negli ultimi due anni e l’ultima ondata di coronavirus, causando un aumento delle ammissioni e aggiungendo anche le assenze del personale.

Tali pressioni hanno creato una situazione in cui alcuni dirigenti ospedalieri hanno annullato la visita, a sua volta l’ultima risorsa per il servizio sanitario, ha aggiunto.

“Non credo che nessuno neghi che siamo in qualcosa di diverso da un’emergenza sanitaria in questo momento”, ha detto Taylor.

“Facciamo fronte a circostanze difficili e continueremo a farlo.

“Ma se questi numeri continuano a salire, diventa ogni giorno più difficile da fare”.

Il signor Hopson ha affermato che il servizio sanitario nazionale è attualmente “assolutamente piatto” con casi di emergenza, interventi chirurgici che non possono essere più ritardati e il programma di richiamo del vaccino.

Ha detto che a Londra, che ha sopportato il peso dell’ondata di Omicron, la crescita dei ricoveri ospedalieri per COVID-19 è rallentata negli ultimi giorni.

“Ma ciò di cui siamo molto preoccupati è che se vediamo l’effetto del mescolamento intergenerazionale durante il Natale, potresti vedere quei tassi salire di nuovo – e se salgono di nuovo, il servizio sanitario nazionale sarà davvero sottoposto a pressioni estreme”, ha aggiunto Hopson. .



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.