Consulente clinico per la salute mentale Leave a comment


Il Centro per le vittime della tortura (CVT) sta assumendo un consulente clinico per la salute mentale per fornire leadership clinica e supporto alla fornitura di servizi internazionali e ai progetti di sviluppo delle capacità.

Organizzazione:

Il Centro per le vittime della tortura lavora per un futuro in cui la tortura cessi di esistere e le sue vittime abbiano speranza per una nuova vita. Siamo un’organizzazione no-profit internazionale dedicata alla guarigione dei sopravvissuti alla tortura. Offriamo servizi di riabilitazione a coloro che sono stati torturati, formiamo partner in tutto il mondo che possono prevenire e curare la tortura e difendiamo i diritti umani e la fine della tortura. Abbiamo sede in Minnesota e abbiamo uffici negli Stati Uniti in Georgia e DC, nonché uffici in Africa e Medio Oriente.

Riepilogo:

Il consulente clinico per la salute mentale fornirà leadership clinica e supporto in due tipi di progetti: progetti di sviluppo delle capacità in collaborazione con organizzazioni indipendenti e progetti clinici internazionali gestiti da CVT. Nei progetti di sviluppo delle capacità, il consulente clinico fornisce supervisione programmatica clinica, formazione e consulenza clinica a organizzazioni indipendenti per il trattamento della tortura, la salute mentale e i diritti umani con sede in varie località a livello globale. Il consulente clinico guida l’attuazione degli obiettivi di sviluppo delle capacità cliniche supportando i supervisori clinici e il personale delle organizzazioni locali; supervisiona psicoterapeuta/formatori; sviluppa curriculum e conduce formazione sia di persona che online; svolge attività di monitoraggio e valutazione dei programmi; e collabora con altri membri del team di progetto. In un progetto clinico gestito da CVT, il Consulente clinico fornisce supervisione clinica diretta, supervisione del programma clinico e tutoraggio e supporto per psicoterapeuti/formatori con l’obiettivo di rafforzare il programma interdisciplinare di riabilitazione del trauma di CVT per rifugiati, sfollati interni e sopravvissuti alla tortura e altri rimpatriati atrocità dei diritti umani. I progetti e le sedi che i consulenti clinici per la salute mentale sono incaricati di spostare ogni pochi anni in base alle esigenze dell’organizzazione, ai finanziamenti e all’interesse professionale.

Responsabilità lavorative:

Assunzione e supervisione clinica: Partecipa al processo di assunzione di psicoterapeuti/formatori e altro personale senior che lavora in programmi internazionali. Partecipare all’orientamento prima dell’inizio dell’incarico. Condurre una supervisione clinica continua. Revisioni annuali complete delle prestazioni. Assistere nella pianificazione dello sviluppo professionale consigliando corsi di formazione, letture e altre opportunità. Fornire un debriefing riservato per assicurarsi che stiano affrontando il lavoro e qualsiasi sfida contestuale.

Consultazione e formazione: supervisionare i metodi per la condivisione delle conoscenze e lo sviluppo delle competenze sviluppando e/o collaborando alla creazione di un curriculum clinico sul trattamento dei sopravvissuti al trauma. Condurre corsi di formazione di persona, online e in workshop. Documentare il curriculum e sviluppare manuali.

Supervisione programmatica clinica: supervisionare e monitorare i progressi delle attività programmatiche per garantire il raggiungimento degli obiettivi dei progetti e l’integrità dei servizi forniti. Condurre valutazioni iniziali e continue delle componenti cliniche dei progetti, comprese le conoscenze, la capacità clinica, i modelli di servizio e la cura del personale. Effettuare visite periodiche in loco. Raccomandare modifiche alle attività del programma, alla progettazione e al personale, se necessario, e supportare l’implementazione delle modifiche. Promuovere la collaborazione tra tutte le parti interessate, facilitare la comunicazione e fungere da collegamento. Se del caso, osservare le attività cliniche e i corsi di formazione condotti dai membri del personale clinico. Rivedere il curriculum di formazione.

Reporting e documentazione: preparare report che documentano lo stato di avanzamento dei progetti assegnati. Generare report che adempiano agli obblighi dei finanziatori. Documentare le conoscenze acquisite attraverso i progetti.

Sviluppo di nuovi progetti: fornire input clinici nello sviluppo e nella progettazione di nuovi progetti internazionali. Partecipare a viaggi di valutazione. Assistere nello sviluppo di proposte.

Altri compiti: partecipare a team di progetto, attività, riunioni e corsi di formazione a livello di reparto e organizzazione. Fornire input clinici su iniziative di advocacy. Competenze amministrative. Svolgere altri compiti assegnati.

Titoli di studio:

Formazione richiesta, esperienza, certificati, licenze o registrazioni

Master in psicologia clinica o di consulenza, terapia matrimoniale e familiare, lavoro sociale clinico o campo correlato.
5 anni di esperienza nella fornitura di psicoterapia ai sopravvissuti al trauma utilizzando approcci individuali, di gruppo e basati sulla comunità.
Esperienza nella supervisione e nel tutoraggio dei membri del personale clinico.
Esperienza nello sviluppo e nell’erogazione di formazione di persona e online.

Istruzione preferita, esperienza, certificati, licenze o registrazioni

Dottorato in psicologia clinica o di consulenza, terapia del matrimonio e della famiglia, lavoro sociale clinico o campo correlato.
Esperienza clinica con i sopravvissuti alla tortura.
Esperienza nella gestione di progetti.
Esperienza di lavoro internazionale con ONG locali o internazionali.
Esperienza nella conduzione di supervisione clinica a distanza.

Competenze (conoscenze, abilità e capacità)

Comprensione ed esperienza nello sviluppo di un curriculum in psicologia clinica e nella formazione di professionisti della salute mentale che possiedono diversi livelli di conoscenza nelle sedi del programma. Conoscenza di diversi metodi e progetti di formazione.
Comprensione ed esperienza nello sviluppo di approcci basati sul trauma e/o psicosociali al benessere individuale e organizzativo.
Flessibilità dimostrata alle mutevoli esigenze e necessità.
Eccellenti capacità di comunicazione interpersonale, scritta e verbale e capacità di comunicare efficacemente con individui a tutti i livelli.
Capacità di lavorare efficacemente come membro di un team interattivo.
Conoscenza operativa della suite Microsoft Office (Outlook, Word ed Excel).
Interesse o impegno per i diritti umani.
Impegno per l’attuazione etica e sensibile delle attività del progetto, compreso l’impegno per la riservatezza, la diversità, l’equità e l’inclusione, la fornitura di servizi di qualità e la prevenzione dello sfruttamento, degli abusi e delle molestie sessuali (anche online).
Ottima conoscenza di almeno una lingua oltre all’inglese.
Responsabilità di vigilanza:

Supervisione clinica di psicoterapeuti/formatori sul campo

Ambiente di lavoro:

Ambiente d’ufficio tipico o disposizione dell’ufficio domestico
Il tempo trascorso al computer, comprese le riunioni virtuali, è di circa l’80%
Richieste fisiche:

Durante l’esecuzione delle funzioni di questo lavoro, il dipendente è regolarmente tenuto a parlare e ascoltare. Al dipendente è richiesto frequentemente di sedersi, stare in piedi, camminare, usare le mani per toccare, toccare o toccare; e raggiungere con mani e braccia. Questa posizione richiede la capacità di sollevare occasionalmente forniture e attrezzature per ufficio, fino a 20 libbre.

Viaggiare:

Possibilità di viaggiare fino al 30% del tempo, anche a livello internazionale, verso paesi con scarse risorse e paesi colpiti da conflitti e disastri. Alcuni siti di lavoro possono trovarsi in aree politicamente instabili con servizi limitati.

Possono essere adottate soluzioni ragionevoli per consentire alle persone con disabilità di svolgere le funzioni essenziali.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.