consigli per gli atleti di gioco sulla salute mentale Leave a comment


Lo stato mentale di un giocatore è essenziale quanto la sua salute fisica. Le lesioni fisiche durante i giochi sono inevitabili: si verificano in ogni gioco, ma i giocatori hanno a che fare con salute mentale i problemi possono subire un calo significativo della loro efficienza durante la competizione. Ecco alcuni metodi efficaci per i giocatori di e-sport per migliorare il loro benessere mentale:

  • Pisolino
  • Esercizio
  • Disostruzione
  • Fare una pausa

Se vengono seguite le linee guida menzionate, salute mentale per i giocatori e gli atleti può essere un altro ostacolo da conquistare, piuttosto che la fine di una carriera.

Benessere mentale negli eSport

È difficile prevedere quali problemi di malattie mentali sono più frequenti negli e-sport, ma i due più comuni sono l’ansia (in particolare gli attacchi di panico) e la depressione.

L’ansia può manifestarsi in vari modi. In Super Smash Bros. Melee, Justin “Plup” McGrath ha avuto attacchi di ansia a causa dell’ansia; La star di League of Legends Diego “Quas” Ruiz si è dimesso dagli e-sport dopo essere stato penalizzato ed è uscito allo scoperto sulle sue lotte con la depressione.

Potresti essere scioccato nell’apprendere che i giocatori professionisti hanno più a che fare con i disturbi fisici.

Disostruzione

Forse la cosa essenziale per gli atleti di e-sport è “sbloccare”. È come rimuovere da qualsiasi stimolo tecnologico. Significa niente cellulare, pc, rete o altro.

Trascorri il tuo tempo “intasato” come giocatore competitivo e il piacere che ricevi è molto più alto che leggere un weblog sul tuo telefono o sfogliare Reddit. Se sei un giocatore accanito che trascorre molto del proprio tempo libero ancora connesso al proprio gioco, potresti essere incline a sentimenti di gelosia e odio.

O consumiamo o produciamo nell’era di Internet. Giocare è creativo perché sei in continua evoluzione e cerchi di migliorare. D’altra parte, se investi il ​​tuo tempo libero guardando uno schermo, molto probabilmente stai consumando, il che potrebbe impedirti di trovare nuove idee per aiutare la tua squadra o sviluppare e prepararti per il prossimo grande evento.

Prendere una pausa

Questo suggerimento è simile allo sbloccaggio. Il suo obiettivo è ridurre o evitare gli effetti indesiderati degli stimoli stressanti sul cervello. Prenditi una pausa dalla tua vita frenetica e esci in una foresta tranquilla dove potresti essere circondato da alberi e trascorrere del tempo lì. Viene anche chiamato Forest Bathing, termine spesso usato in Giappone e Corea del Sud.

Trascorrere del tempo a contatto con la natura è vantaggioso perché:

  • La pressione sanguigna è ridotta.
  • Allevia lo stress e aumenta la felicità riducendo anche l’aggressività e i sintomi dell’ADHD.
  • Migliora la gestione del dolore.

Una semplice passeggiata quotidiana può essere piuttosto utile e i giocatori noteranno la differenza nel loro gameplay.

sonnellino

Un consiglio senza sforzo che non richiede di uscire di casa. La maggior parte di voi potrebbe trovare difficile dormire di più e più a lungo, ma i vantaggi per voi salute mentale sono significativi. I nostri neurotrasmettitori e ormoni dello stress si incasinano quando il nostro sonno è disturbato e tutt’altro che ideale.

Quando ciò accade, il nostro cervello si indebolisce e la nostra capacità di pensare e regolare le nostre emozioni ne risente. Il sonno consente al cervello di riprendersi dall’ansia e la cosa migliore è che è totalmente gratuito e forse più efficace della maggior parte degli altri trattamenti.

Esercizio

Poiché sviluppa nuovi modelli di attività nel tuo cervello, l’esercizio è un metodo eccellente per aumentare il tuo benessere e la tua tranquillità. Come gli altri suggerimenti, l’esercizio è un metodo fantastico per calmare la mente ed entrare in un senso di calma.

L’esercizio non è solo benefico per la salute fisica, ma è anche benefico per salute mentale. “Fit Body, Fit Mind” è una frase semplice che ha un nucleo di verità.

Conclusione

Gli eSport, d’altra parte, sono una storia un po’ distinta, leggermente più tragica. Non solo l’assistenza sanitaria per i giochi è ancora rara, lasciando i giocatori professionisti più vulnerabili a incidenti evitabili, ma gli eSport devono anche fare i conti con la reputazione di “semplicemente giocare ai videogiochi”.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.