Come James Harden è tornato a formare i protocolli di salute e sicurezza dell’NBA Leave a comment


James Harden torna in azione con una performance vintage per i Nets.

GLI ANGELI – Sia per i suoi ammiratori che per i suoi critici, James Harden sembrava terribilmente familiare.

Per i suoi ammiratori, ha gestito i compiti di punteggio e di regia con una precisione sorprendente. Per i suoi critici, ha guadagnato viaggi sulla linea di tiro libero agitando o invadendo lo spazio aereo di un avversario. Somma tutto nei Brooklyn Nets 122-115 vittoria sui Los Angeles Lakers il giorno di Natale, e Harden ha raccolto una tripla doppia in punti (36), assist (10) e rimbalzi (10) più o meno nello stesso modo in cui ha sempre fatto nei suoi 14 anni di carriera NBA.

Ma la prestazione di Harden contro i Lakers ha significato qualcosa di molto diverso dalle altre cinque triple doppie che aveva registrato in questa stagione. Harden ha soddisfatto la sua solita descrizione del lavoro nonostante abbia saltato le ultime quattro partite, di cui tre dopo essere entrato i Protocolli di Salute e Sicurezza della Lega.

“Molto difficile”, ha detto Harden. “Solo perché ovviamente stiamo cercando di evitarlo, ma qualunque cosa. Solo stare in casa e non poter fare nulla. Poi, ovviamente, quando hai l’opportunità di iniziare ad allenarti, devi rimetterti in forma e ricostruire e riavviare nel corso della metà della stagione. Era difficile. Ma sono solo felice di essere tornato in campo”.

James Harden mette a segno una tripla doppia sui Lakers al suo ritorno in campo sabato.

Anche Harden e i Nets sono felici che le cose siano andate così bene. Sarebbe stato comprensibile se le cose non fossero andate così.

Harden ha affermato di aver trascorso gli ultimi 11 giorni in quarantena “a fare molto nulla”, a parte abbuffarsi di videogiochi e programmi televisivi. Durante quel periodo, Harden potrebbe anche aver appena indossato una calzamaglia blu sovradimensionata come ha fatto durante la sua conferenza stampa post-partita.

Quindi, senza avere alcuna possibilità di allenarsi durante la sua assenza, Harden ha trascorso il suo allenamento pre-partita massimizzando il suo allenamento.

Harden ha eseguito una serie di allungamenti sotto canestro. Harden ha quindi completato vari esercizi di rafforzamento con una fascia di resistenza. Harden ha poi fatto un allenamento di tiro. A differenza della maggior parte delle sue esibizioni durante la sua carriera, i colpi di Harden per lo più sferragliavano dal cerchio.

“È difficile, soprattutto quando è a metà stagione e ti viene colpito”, ha detto Harden. “Quando torni, devi accelerare e, si spera, continuare a stare al passo e aumentare la tua condizione, il vento e tutto questo. È difficile. Ma pensare che tutti lo stiano attraversando perché questo virus si sta diffondendo è così folle. Spero che non sia troppo serio e che le persone non ne siano realmente colpite”.

Eppure, Harden non sembrava influenzato dalla sua assenza di quattro partite e dal suo lavoro pre-partita arrugginito una volta che il gioco era effettivamente iniziato. Ai Nets mancano ancora Kevin Durant, Kyrie Irving, LaMarcus Aldridge e altri quattro giocatori a causa dei protocolli, Harden ha operato come capocannoniere della squadra. Anche con quella profondità ridotta che includeva anche un Joe Harris infortunato (intervento chirurgico alla caviglia sinistra), Harden ha distribuito ad altri compagni di squadra con altrettanta fiducia ed efficacia.

L’esempio più vivido è stato Harden che ha lanciato un pallonetto a Nic Claxton che si è concluso con una schiacciata sulla stella dei Lakers LeBron James, un gioco che ha dato ai Nets un vantaggio di 118-115 a 40,7 secondi dalla fine dopo che Claxton ha effettuato il successivo fallo.

“Ho tutta la fiducia del mondo in ogni individuo”, ha detto Harden. “Questo è ciò che ci rende buoni.”

Reti grandi cieli per lanciare un croccante alley-oop a due mani su un tentativo di blocco di LeBron James.

Non tutto è andato secondo i piani.

Harden ha commesso quattro palle perse. Ha guadagnato un flagrante fallo 1 a 8:44 dalla fine del quarto quarto dopo aver spinto il suo avambraccio destro nell’inguine di Talen Horton-Tucker. A seguito di quel gioco, una squadra di Lakers infuriata è andata su un parziale di 17-5 che includeva James che finiva sul ferro senza che Harden facesse alcuno sforzo per contestare il tiro. Harden ha anche criticato gli errori offensivi dei Nets nel quarto trimestre, dicendo: “Non stavo attaccando la vernice e arrivando al cerchio come avevo fatto nei tre quarti precedenti per qualsiasi motivo”.

Tuttavia, quei momenti non hanno completamente rovinato la performance complessiva di Harden. Harden è progredito in modo significativo dopo aver sperimentato quella che l’allenatore dei Nets Steve Nash ha definito una “grande sfida” in questa stagione per vari motivi.

Harden ha trascorso l’offseason a guarire da un infortunio al tendine del ginocchio destro che lo ha messo da parte per 18 partite combinate. Ciò includeva la mancanza di gara 2, 3 e 4 delle semifinali della Eastern Conference contro i Milwaukee Bucks dopo averla infortunata a soli 43 secondi dall’inizio di gara 1.

Sebbene Harden sia al secondo posto assoluto negli assist (9,6), ha una media di 20,8 punti con solo il 40,4% al tiro. Ciò segna un notevole calo rispetto alla media della sua carriera (25 punti sul 44,3% al tiro) e nella sua prima stagione con i Nets (24,6 punti sul 47,1%).

Non solo Harden si è adattato al fatto che gli arbitri non lo ricompensassero più con i falli come negli anni precedenti a causa della loro enfasi sul non chiamare falli in cui i tiratori iniziano il contatto e invadono lo spazio aereo di un difensore. Harden ha anche giocato l’intera stagione senza Kyrie Irving. I Nets inizialmente hanno rifiutato di ammettere Irving come giocatore part-time a causa del suo rifiuto di ricevere il vaccino COVID-19 che gli avrebbe vietato di giocare in tutte le partite casalinghe a causa dei mandati di New York City.

“Gli sono state lanciate molte cose”, ha detto Nash di Harden. “Ha continuato a progredire e migliorare e ovviamente ha superato l’ultima interruzione. Oggi prende una boccata d’aria fresca. Ma nel complesso, sono davvero contento del suo lavoro per tornare e continuare a migliorare per tutta la stagione. Può ancora migliorare. Lo sappiamo, quindi è desideroso e ama il gioco e ha lavorato duramente su di esso”.

Forse quel processo diventa presto più facile.

Nash non aveva chiarezza su quando Durant, Irving e Aldridge sarebbero usciti dai protocolli della NBA. A causa della loro carta di profondità ridotta, i Nets hanno autorizzato Irving a diventare almeno un giocatore part-time fino a quando o se prende il vaccino. Nash ha predetto che lo status part-time di Irving almeno aiuterà James perché avrà “un altro giocatore là fuori per attirare l’attenzione, per creare spazio e per togliergli la pressione”.

“Ovviamente sappiamo tutti quanto Kyrie sia un talento speciale e cosa significa per questa organizzazione e il nostro team”, ha detto Harden. “Solo stargli vicino, anche solo per le partite in trasferta, sarà enorme per noi. Semplificherà molto il nostro lavoro. Ci manca averlo intorno. Ovviamente è un giocatore di basket molto abile. La sua personalità intorno alla squadra, ci manca”.

Anche Harden è mancato ai Nets. Ma nonostante la sua lunga assenza, Harden non ha impiegato molto a mostrare ai Nets cosa si erano persi. Harden ha offerto alcuni segnali che Brooklyn potrebbe vedere una versione ancora migliore del suo giocatore di punta nel 2022.

“Volevo solo vincere; questo è tutto ciò che conta”, ha detto Harden. “È stato un po’ difficile, ma è così. È quello che ci è stato lanciato. Quindi prova a fare tutto il necessario per vincere”.

* * *

Mark Medina è uno scrittore/analista senior per NBA.com. Puoi mandargli un’e-mail qui, trova il suo archivio qui e seguilo su Twitter.

Le opinioni su questa pagina non riflettono necessariamente le opinioni dell’NBA, dei suoi club o di Turner Broadcasting.





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.