Che cos’è l’HIIT e in che modo l’allenamento giova alla tua salute? Leave a comment


Ma in tal caso, non ci alleniamo per almeno quattro giorni alla settimana, il che può essere problematico. “Ci sono una serie di benefici per la salute”, la maggior parte dei quali legati a migliori livelli di zucchero nel sangue e pressione sanguigna, ha detto, che si verificano solo nei giorni in cui ci alleniamo. Quando saltiamo l’allenamento, anche se abbiamo fatto HIIT il giorno prima, il nostro controllo della glicemia e della pressione sanguigna può scivolare, riducendo i guadagni metabolici a lungo termine da quegli intervalli precedenti. Quindi, se decidi di fare HIIT, pianifica di programmare altri tipi di esercizi, come camminare moderatamente, andare in bicicletta, nuotare, fare jogging o ginnastica nella maggior parte degli altri giorni della settimana.

Forse il più grande ostacolo all’HIIT per molte persone, però, è quel nome.

“Vorrei che iniziassimo a usare il termine più comprensivo ‘interval training'”, piuttosto che HIIT, ha detto il dott. Gibala. “Così tante persone sono intimidite, perché pensano che l’HIIT debba essere questo allenamento a tutto campo, duro come si può, e che rompi le viscere”. Non è così, ha detto. Su uno spettro di sforzo fisico verde-giallo-rosso, ha detto, è “giallo”.

“Dovresti essere in grado di avere brevi conversazioni con un’altra persona” durante un intervallo tipico, ha detto il dott. Wisloff. “Ma se quella persona ti chiede di cantare, non dovresti essere in grado di farlo”.

In pratica, questo livello di sforzo potrebbe significare camminare su una collina invece che su un terreno pianeggiante, ha detto il dott. Wisloff. La camminata a intervalli, infatti, può essere un’ideale introduzione a questo tipo di esercizio. In un esperimento su larga scala di qualche anno fa in Giappone, quasi 700 adulti di mezza età e anziani hanno camminato per 30 minuti, alcuni al loro ritmo abituale, mentre altri hanno alternato tre minuti di camminata veloce con tre minuti di passeggiata. Alla fine dei cinque mesi, i camminatori a intervalli erano considerevolmente più in forma e più forti degli altri. E quando i ricercatori hanno controllato di nuovo con i volontari due anni dopo, il 70 percento dei camminatori a intervalli continuava volontariamente con il loro programma a intervalli.

Interessato a provare HIIT ora? Bene, disse il dottor Wisloff. “Direi che tutti dovrebbero mirare ad almeno una sessione HIIT a settimana, per motivi di salute”, ha detto.

Scegli la varietà di HIIT che ti piace. Potresti provare un minuto su, un minuto fuori, il che significa che ti spingi per 60 secondi, riposi per 60 e ripeti, o gli allenamenti a intervalli di quattro minuti impiegati spesso in La ricerca del Dr. Wisloff, con quattro minuti di faticoso sforzo seguiti da quattro minuti di riposo. Altri ricercatori usano intervalli di quattro secondi, e ho provato e apprezzato il 10-20-30 approccio, che è stato sperimentato dagli scienziati a Copenaghen, durante il quale fai jogging o ti alleni dolcemente per 30 secondi, aumenta lo sforzo per 20 secondi e poi fai uno sprint per 10 secondi, prima di tornare alla corsa facile di mezzo minuto.

Ma ultimamente mi sono abituato a frequenti fartlek. Svedese per il gioco di velocità, gli allenamenti fartlek comportano la scelta di un obiettivo, come un albero o un palo della luce più avanti, e l’accelerazione fino a raggiungerlo. Non c’è bisogno di controllare la frequenza cardiaca o tenere traccia della lunghezza di ogni intervallo, nel tempo o nella distanza, ha affermato il dott. Wisloff, che si allena anche con il fartlek. Usa i contorni naturali del paesaggio per modellare il tuo esercizio. “Questo è perfetto da fare fuori dalla palestra”, ha detto, con poca spesa o esperienza necessaria. Scatta verso l’albero finché non si allontana dietro di te, scegli un altro punto di riferimento davanti e raggiungerai obiettivi di salute e fitness “HIIT”.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.