4.181 nuovi casi segnalati con 668 in ospedale e 125 in terapia intensiva Leave a comment


Il Dipartimento della Salute ha segnalato 4.181 nuovi casi di Covid-19. Il numero di pazienti trattati in ospedale era di 668 alle 8 di domenica, ha detto, con 125 in terapia intensiva.

Ufficiale medico capo Dr Tony Holohan ha affermato che l’attuale aumento continua a porre un “onere enorme” sul sistema sanitario.

“L’attuale livello di Covid-19 in Irlanda sta avendo un impatto negativo sulla salute del popolo irlandese e pone un onere enorme su tutto il nostro sistema sanitario, dalla sanità pubblica alla medicina generale fino ai nostri ospedali per acuti. Le cure non Covid continuano a essere gravemente colpite”, ha affermato il dott. Holohan in una nota.

“Siamo tutti, comprensibilmente, molto stanchi di questa pandemia”, ha detto.

“Più volte abbiamo chiesto al popolo irlandese di accettare i messaggi sulla salute pubblica e di agire per il bene collettivo. E più e più volte la stragrande maggioranza ha ascoltato quel messaggio e ha risposto”.

L’ultima dichiarazione del dottor Holohan arriva come il paese, e la maggior parte di Europa, continua ad essere alle prese con una quarta ondata di virus.

Sabato erano stati segnalati altri 5.959 nuovi casi di Covid-19 quando erano stati ricoverati 640 pazienti, di cui 121 in terapia intensiva.

Il dottor Holohan ha dichiarato: “A livelli elevati di trasmissione, siamo molto vulnerabili a improvvisi e insostenibili picchi di infezione, come quelli che stiamo vedendo in questo momento. È per questo motivo che ora dobbiamo chiedere alle persone di continuare a prestare attenzione ai messaggi di salute pubblica. Sappiamo che è più difficile rispondere a questa chiamata ora che in qualsiasi momento precedente”.

Il dottor Holohan ha avvisato che i membri del pubblico danno la priorità a chi incontrano di persona, lavorano da casa ove possibile e si avvalgono di test se mostrano sintomi di Covid-19.

Casi confermati in ospedale Casi confermati in terapia intensiva
640
121

Durante i test, il dott. Holohan ha affermato che i test dell’antigene dovrebbero essere utilizzati solo se una persona non ha sintomi e come “ulteriore strumento aggiuntivo”.

Sabato, il taoiseach Micheál Martin ha minimizzato i rapporti di conflitto tra il governo e il dottor Holohan, sulla fornitura di test antigenici sovvenzionati al pubblico in generale.

Mr Martin ha affermato sabato che il dott. Holohan ha sostenuto l’uso del test dell’antigene in aree mirate, ma che era preoccupato che ci fosse una comunicazione chiara su come e quando dovrebbero essere usati.

Sabato è stato riferito che il dottor Holohan aveva scritto al governo, esortandolo a non fornire test antigenici sovvenzionati dopo che il governo aveva deciso di procedere con il piano. Il dottor Holohan ha criticato in passato i test dell’antigene, affermando che potrebbero essere utilizzati in modo improprio e dare un falso senso di sicurezza.

Dimostrazioni

Migliaia di persone hanno preso parte sabato a molteplici manifestazioni contro le restrizioni e i vaccini contro il Covid-19 in diverse città d’Europa.

Belfast ha visto centinaia di persone radunarsi nel centro della città per manifestare contro la prevista introduzione dei certificati Covid-19 in Irlanda del Nord. Molti tra la folla fuori dal municipio portavano cartelli e striscioni di certificazione anti-vaccino e anti-Covid poiché la regione sta attualmente vivendo un’impennata di casi.

I ministri di Stormont hanno sostenuto l’introduzione di uno schema di certificazione Covid all’inizio di questa settimana che verrà utilizzato in vari contesti, incluso il settore dell’ospitalità.

Decine di migliaia, molti dei quali provenienti da gruppi di estrema destra, hanno marciato attraverso Vienna sabato in manifestazione contro l’imminente blocco nazionale austriaco.

Altre manifestazioni hanno avuto luogo anche nel Olanda, Croazia e Italia.

Quattro persone sono state curate in ospedale a Rotterdam dopo essere state gravemente ferite quando la polizia olandese ha sparato durante una violenta protesta contro le misure contro il Covid-19, hanno detto le autorità.

La folla di diverse centinaia di rivoltosi ha incendiato auto, fatto esplodere fuochi d’artificio e lanciato sassi contro la polizia durante le proteste di venerdì sera. La polizia ha risposto con colpi di avvertimento e cannoni ad acqua.

Sabato la polizia di Rotterdam ha pubblicato su Twitter che erano state arrestate 51 persone, la metà delle quali aveva meno di 18 anni.

“Quattro rivoltosi sono rimasti feriti quando sono stati colpiti da proiettili, rimangono in ospedale”, ha aggiunto la polizia, in un aggiornamento dopo aver segnalato in precedenza due feriti.

Le autorità stanno indagando sulle sparatorie, anche esaminando la domanda se le persone ferite siano state colpite da proiettili della polizia, hanno aggiunto

Il sindaco della città, Ahmed Aboutaleb, ha affermato che la protesta si è trasformata in “un’orgia di violenza”. – Segnalazioni aggiuntive Reuters



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.